28.4 C
Sessa Cilento
venerdì, 19 Luglio 2024
Prima PaginaCilento NotizieNon solo bandiera blu: il Cilento diventa terra amica delle tartarughe marine

Non solo bandiera blu: il Cilento diventa terra amica delle tartarughe marine

Continua incessante il monitoraggio  di tutto  il litorale alla ricerca di tracce e nidi, di tartarughe. L’obiettivo principale di conservare e proteggere la tartaruga marina Caretta Caretta dalle minacce legate al disturbo antropico nei siti di nidificazione del bacino del Mediterraneo occidentale. Attraverso un approccio multidisciplinare e grazie all’istituzione di una rete internazionale vengono utilizzate le migliori tecniche condivise ed un sistema di monitoraggio e di controllo finalizzati alla conservazione di nuovi siti di nidificazione in scenari climatici attuali e futuri.

Nel Cilento, anche con l’approssimarsi della stagione estiva 2024 si è vista la formazione dei primi nidi di tartarughe marine, ovvero le specie di tartarughe “Caretta Caretta”. La prima nidificazione è stata registrata sulla spiaggia delle Saline a Palinuro di Centola, dove una mamma tartaruga ha deposto le sue uova. Questa zona è diventata una vera e propria nursery per la specie, con la Campania che si è confermata la terza regione italiana per numero di nidi già nel 2023:  54 nidi trovati, soprattutto nella provincia di Salerno.

Anche ad Ascea, sono stati individuati tre nidi di tartaruga, mentre a Pioppi, frazione di Pollica, è stato trovato un nido. In tutto il Cilento già si contano 6 nidi al 12 giugno 2024.

Adesso l’interesse di tutti per il ripopolamento della specie delle Caretta Caretta è che questi nidi si schiudano e il compito di monitorare le intere aree per salvaguardarle è stato affidato alla Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, con il supporto di volontari e associazioni locali. Il lavoro di protezione dei nidi è importante perché questa specie di tartarughe marine è sempre sta a rischio a causa di minacce come l’inquinamento e la distruzione degli habitat naturali.

Dopo la nidificazione del 2024, il patrimonio di biodiversità del mar Mediterraneo sarà arricchito ulteriormente quando, man mano, avverrà la schiusa dei nidi e la corsa verso il mare di un vero e proprio esercito di baby tartarughe. 

© Diritti Riservati

Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

“Se fosse vero, come riportano gli organi di informazione, che si sta indagando per omicidio per il detenuto trovato morto oggi in cella, non potremmo che parlare di orrore nel carcere di Fuorni
È un bilancio grave quello registrato sulla A2, l’autostrada Mediterranea, all’altezza dello svincolo di Eboli in direzione sud: due morti e cinque feriti. Otto, invece, le auto coinvolte dal rimorchio di un mezzo pesante finito ...
Questa volta a farne le spese è stata l'ambasciatrice della dieta Mediterranea Giovanna Voria, imprenditrice molto nota per aver salvato e rivalutato un prodotto tipico della regione Campania, il cece di Cicerale.

Articoli correlati

Dallo stesso Autore