4.5 C
Sessa Cilento
sabato 16 Gennaio 2021

CATEGORY

Accademia della Vrenna

Il Cilentano a volte fa lo “squasuso”

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || ).push({}); "Squasi", sostantivo dialettale cilentano che non sembra avere omologhi nella lingua italiana e per questo intraducibile. Nell'uso si associa al...

Nel Cilento quando si desidera…si spàrma

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || ).push({}); "Sparmà", verbo del dialetto cilentano (qui nella sua forma tronca). "Sparmàre" sta per "desiderare": "ah...

“L’abbo” nel dialetto del Cilento

"abbo", sostantivo maschile del dialetto cilentano, diffuso nel meridione d'Italia con diverse sfumature. E' traducibile come "scherno", "burla", "dispetto". Si usa spesso associato al...

Quando il Cilentano si accontenta

"Sibbenga": avverbio del dialetto cilentano traducibile in italiano con "almeno" o "quantomeno". Non sembra vi sia un termine analogo nel dialetto napoletano, ragion per...

Il Cilentano non sparisce…..scènda

"Scendàto"- participio passato del verbo che nel dialetto cilentano si pronuncia "scendà" (nella sua forma tronca all'infinito). Il verbo "scèndà" è traducibile in italiano...

Il Cilentano non inciampa, ‘ntròppeca

'Ntroppecà, verbo del dialetto cilentano, diffuso anche nella lingua napoletana, traducibile con "inciampare", "incespicare", "intruppare", "fare capitombolo". Spiega un'azione che interrompe o altera un...

Quando il Cilentano perde il “lume della ragione”

'Nzalanuto o 'Nsalanuto - Nella forma dialettale più propriamente napoletana il termine è pronunciato come "nzallanuto". Nel Cilento questo vocabolo perde la doppia L e...

Un’indicazione tutta Cilentana

"Chera-vànna"  - "Vànna" è un sostantivo femminile singolare del dialetto cilentano - presente anche in altre parlate meridionali - che si usa preceduto dagli...

Nel Cilento nulla succede per “scàngio”

"Scàngio", sostantivo maschile del dialetto cilentano che corrisponderebbe letteralmente all'italiano "scambio". Se ci fermassimo alla sola traduzione letterale, limitata alla traslitterazione, però, non avremmo...

Un avverbio temporale nel dialetto Cilentano

"Viétta", avverbio di tempo del dialetto cilentano che sta per "presto", "spedito", "di buon'ora". La parola pare avere ancora una sua resistenza nell'uso parlato,...

“Ngappammòcca”, l’analisi dell’Accademia della Vrenna

"Ngappammòcca", sostantivo ed aggettivo maschile - sia singolare che plurale - del dialetto cilentano, traducibile in italiano con "credulone" ed usato in senso dispregiativo....

“N’giarmà” nel dialetto del Cilento

'ngiarmà, verbo del dialetto cilentano, diffuso, in verità, in altre regioni del Meridione d'Italia. Conosce anche il corrispondente sostantivo maschile «'ngiàrmo». Contiene uno spettro...

Prima che il Cilentano trovi la soluzione

"Strolacà", verbo dialettale che nel Cilento indica l'atteggiamento di chi si determini a voler ricercare caparbiamente la soluzione ad un problema che si presenta...

In Cilento non si piange si “uàita”

"Uaità", verbo del dialetto cilentano che ha un suo omologo nell'italiano "guaìre" ed è traducibile con "piangere". Si usa anche nella forma riflessiva ("se...

Un termine Cilentano che indica la lite o l’ira

Il termine "Zella", nel dialetto Cilentano, assume un significato diverso dal dialetto napoletano dove indica la perdita di capelli o la tigna, e "zelluso"...

Latest news

- Advertisement -