28.4 C
Sessa Cilento
venerdì, 19 Luglio 2024
Prima PaginaCilento Notizie"Riciclaestate" il dossier di Legambiente Campania premia ancora il Cilento

“Riciclaestate” il dossier di Legambiente Campania premia ancora il Cilento

Ogni anno la campagna di Riciclaestate cresce sempre di più, non solo nelle adesioni di cittadini, turisti, stabilimenti balneari, amministrazioni locali, ma anche nelle sue moltissime attività, sia di animazione, con grandi e piccini, sia attraverso il coinvolgimento di tutti in azioni di citizen science o nella realizzazione di sondaggi o ancora attraverso la diffusione di buone pratiche grazia alla creazione di una campagna di comunicazione ogni volta nuova, fresca ed efficace. I comuni costieri campani devono sostenere la raccolta differenziata in quegli ambiti locali che in brevi ma significativi periodi dell’anno sono sottoposti ad un notevole incremento del carico insediativo connesso ai flussi turistici e di conseguenza della produzione di rifiuti urbani ed un possibile calo nelle percentuali di raccolta differenziata.

Analizzare l’efficacia nella gestione della raccolta differenziata, individuare le situazioni di criticità e scoprire le buone pratiche – scrivono da Legambiente Campania –  sono tra le ragioni che ci hanno spinto, a mettere a punto l’indice sperimentale di Riciclaestate (IRE). L’indice integra combinandoli diversi indicatori, come la variazione nella produzione dei rifiuti e la percentuale di raccolta differenziata nel mese di agosto, restituendo una sintesi della performance complessiva. Con il nostro indice IRE abbiamo lanciato per la prima volta sul territorio regionale (e non solo) la Summer Hit, uno strumento che ci ha consentito di individuare gli esempi di buone pratiche da cui evidentemente si può prendere spunto per approfondire le modalità operative che consentono di ottenere le performance positive

I comuni di Montecorice, Ascea e Conca dei Marini hanno conseguito elevate performance estive, infatti, a fronte di un significativo e gravoso incremento della produzione di rifiuti ad agosto, con un aumento di circa due volte il valore medio mensile annuo, hanno fatto Nel dossier Legambiente ha effettuato un monitoraggio per misurare il livello di trasparenza, accessibilità dei piani di raccolta differenziata dei 60 comuni costieri della Regione Campania.  Un monitoraggio che non vuole avere nessuna pretesa scientifica, ma semplicemente vuole essere un piccolo strumento a servizio dei comuni, con la consapevolezza che comunicare ai cittadini ma soprattutto ai tanti villeggianti e turisti che scelgono le nostre località turistiche i diversi aspetti afferenti l’avvio del servizio comunale di raccolta differenziata (calendario, orari, luoghi, comportamenti da seguire, ecc.) è necessario per una corretta pianificazione e gestione del ciclo integrato dei rifiuti. registrare elevati valori di percentuale di raccolta differenziata nel mese di agosto incrementandola anche rispetto al valore annuo.

All’opposto, i comuni di Serrara Fontana, Castel Volturno e Forio, che evidenziano già basse percentuali di raccolta differenziata, ben al disotto del limite imposto dalla legge, hanno fatto registrare cali significativi nella percentuale di raccolta differenziata ad agosto rispetto al valore annuo, sebbene in concomitanza di un aumento della produzione dei rifiuti ad agosto rispetto al valore medio mensile annuo. Anche quest’anno, inoltre, abbiamo deciso, come già facciamo da anni per il nostro dossier di comuni ricicloni, di raggruppare i comuni in base alla popolazione residente per evidenziare il lavoro che realtà grandi e piccole mettono in campo per la gestione dei rifiuti.

Tra i comuni sotto i 5.000 abitanti, insieme al comune di Montecorice e Conca dei Marini si evidenziano anche le ottime performances di Atrani e Cetara che migliorano i loro, già elevati, valori di raccolta differenziata anche in vista dell’aumento importante della produzione di rifiuti. Per i comuni tra i 5.000 e i 15.000 abitanti, insieme al comune di Ascea, troviamo le ottime performance estive dei comuni di Camerota e Castellabate che si ritrovano a gestire un importantissimo aumento della produzione dei rifiuti (valori di oltre due volte superiori alle medie mensili) mantenendo una percentuale di raccolta differenziata sempre al di sopra del valore del 65%, se pur con un piccolo e fisiologico calo.

© Diritti Riservati

Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

In Evidenza

“Se fosse vero, come riportano gli organi di informazione, che si sta indagando per omicidio per il detenuto trovato morto oggi in cella, non potremmo che parlare di orrore nel carcere di Fuorni
È un bilancio grave quello registrato sulla A2, l’autostrada Mediterranea, all’altezza dello svincolo di Eboli in direzione sud: due morti e cinque feriti. Otto, invece, le auto coinvolte dal rimorchio di un mezzo pesante finito ...
Questa volta a farne le spese è stata l'ambasciatrice della dieta Mediterranea Giovanna Voria, imprenditrice molto nota per aver salvato e rivalutato un prodotto tipico della regione Campania, il cece di Cicerale.

Articoli correlati

Dallo stesso Autore