16.1 C
Sessa Cilento
mercoledì, 29 Maggio 2024
Prima PaginaRicette del CilentoCavatielli alla Pisciottana

Cavatielli alla Pisciottana

Tra i vari tipi di pasta fatta in casa del Cilento, caratterizzati da prelibatezza e raffinatezza, i cavatielli meritano senza dubbio di essere annoverati in tema di buoni sapori di una buona cucina. Di origine molisana, i cavatielli , sono ormai divenuti piatto tradizionale della nostra terra e l’emblema della festa .

Di forma allungata con una incavatura all’interno, sono da degustare conditi col ragù o combinazioni che possono variar in base ai gusti personali e che contribuiscono a realizzare un primo piatto davvero irresistibile all’insegna del buon gusto e della buona cucina: per i palati più raffinati, ad esempio, sono assolutamente da gustare i cavatielli con funghi e salsiccia, ai frutti di mare, con cozze e fagioli o, come nella mia ricetta di oggi con verdura. Buon Appetito !!!

Ingredienti per 4 persone

– 500 gr di Farina Senatore Cappelli
– 200 gr di Borragine già scaldata
– 4 Filetti di Alici di Menaica
– 1 Spicchio d’Aglio
– 1 Cucchiaino di Bottarga di Tonno
– 1 Limone
– 1 Uovo intero
Olio Ex. V. di Oliva Dop Cilento  q. b.

Procedimento

Impastate la farina con acqua calda, un pizzico di sale ed un uovo intero. Impastate i cavatelli, incavateli e teneteli da parte, in una padella fate rosolare lo spicchio d’aglio con i filetti di alici, togliere l’aglio ed aggiungete la borragine, aggiustate di sale e pepe.

Cuocere i cavatielli in acqua salata, non appena saliranno a galla scolateli direttamente in padella. Saltate i cavatielli per qualche istante e spegnete il fuoco, ora continuate a mantecare aggiungendo la Bottarga ed una grattata di buccia di Limone. Servire ben caldi accompagnando con del  formaggio pecorino non troppo stagionato.

© Diritti Riservati

Gerardo Del Duca
Gerardo Del Duca
Chef cilentano di nascita, gran parte della mia carriera lavorativa l’ho trascorsa in Cilento lavorando presso molte strutture ricettive di medio alto livello,molte sono state le esperienze anche al di fuori del Cilento, in Italia ed in paesi esteri. Dopo tanto girovagare ho capito che niente per me e’ paragonabile alla nostra cucina tipica cilentana, senza togliere niente a nessuno. da ormai molto tempo mi dedico alla valorizzazione della cucina tipica cilentana, non con il semplice divulgare orale ma con una mia messa in opera concreta; cosa voglio dire? prendo delle vecchie ricette tradizionali e le porto nei menu’ dei ristoranti nei quali presto servizio, dono nuovo splendore a quei piatti che ci hanno fatto crescere in modo sano. Mangia sano e vivi meglio, noi siamo quello che mangiamo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Spiaggia comoda, con lo spazio necessario fra gli ombrelloni per consentire il gioco libero e indisturbato. Mare calmo, pulito e accogliente, in cui l'acqua non diventi subito troppo alta, per poter fare il bagno in sicurezza.
Nella suggestiva cornice del Parco Nazionale del Cilento, si è appena conclusa con grande successo la seconda edizione del "Workshop di pittura con artisti vietnamiti"
Freno tirato sull’uso degli autovelox per i Comuni, e ancora di più nelle “Città a 30” all’ora. Dopo il caos degli esposti per gli autovelox non omologati, e ancora prima, la protesta dei fleximan in tutto lo Stivale

Articoli correlati

Dallo stesso Autore