lunedì 27 Giugno 2022
35 C
Sessa Cilento

Cronoscalata del Monte della Stella. Al via la V edizione

Dopo due anni di stop dovuti alla...

L’inganno dell’Alta Velocità al Sud, dibattito pubblico ad Eboli, Domenica 26 Giugno

Continua sull’intero territorio provinciale l’impegno del Comitato...
- Pubblicità -
HomeRicette del CilentoCroccante alle mandorle. Il torrone di Natale nel Cilento

Croccante alle mandorle. Il torrone di Natale nel Cilento

- Pubblicità -

Esistono dolci buonissimi tanto da essere definiti dei veri e proprio “peccati di gola” e che si gustano durante le feste natalizie. Tra questi spicca indiscusso il torrone.
È un dolce che viene consumato soprattutto in questo periodo. Realizzarlo in casa, come lo facevano le nostre mamme e nonne, è possibile ed è abbastanza semplice da preparare.

Duro, morbido, con caffè, cioccolato, limone, arancia, con noci, mandorle, arachidi tostate. Infinite sono le varianti ma come da tradizione, quello alle mandorle è una specialità.
Usare le mandorle, alimento che ancora in alcune zone viene coltivato o nasce spontaneamente, rende il nostro torrone un alimento completo. Le mandorle sono ricche di proteine vegetali, grassi e fibre. Esse contengono una buona percentuale di calcio tanto da renderle un’alternativa al latte per la prevenzione dell’osteoporosi. Ma è anche in grado di bilanciare i livelli di colesterolo così da renderlo un buon rimedio per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.  

Lo sapevate che il torrone non è stato realizzato per deliziare le giornate di Natale, ma nel passato era un dolce che si mangiava nel quotidiano? In realtà, come sia arrivato ad essere un simbolo delle festività natalizie non è chiaro, come d’altronde la sua origine, avvolta nel mistero. Sono tanti i campanilismi e le leggende che attribuirebbero la nascita del torrone ad un Paese o popolo specifico. In un’accezione più ampia del termine, il torrone è uno dei dolci più antichi del mondo, perché creato dall’unione di miele, zucchero, mandorle, noci, arachidi, nocciole, ingredienti genuini e da sempre conosciuti.

- Pubblicità -

Dai Paesi Slavi al Medio Oriente, dalla Cina all’India, il torrone veniva chiamato semplicemente “halva”, cioè dolce. Questo torrone “povero” che anni fa faceva parte delle festività natalizie del Cilento (io ancora oggi lo preparo) ha tantissime virtù tanto da essere indispensabile nel periodo dell’infanzia per l’accrescimento corporeo, mentre durante l’età adulta è in grado di prevenire disturbi relativi ad arterie, cuore, tanto da abbassare il livello di colesterolo nel sangue. Permette alla pelle e alle ossa di non invecchiare grazie alla presenza di “Vitamina E” di betacarotene e numerosissime sostanze antiossidanti. Ecco la ricetta per poter realizzare in casa con l’aiuto dei vostri bambini questo delizioso dolce per le prossime feste di Natale e Capodanno.

Leggi anche:   Un dolce che contiene una tradizione tutta Cilentana: Crostata di sanguinaccio

Croccante alle mandorle – Ingredienti

  • 130 gr di zucchero
  • 3 cucchiai di Miele
  • 100 ml di acqua
  • 150 gr di mandorle
  • 15 gr di burro
  • 1 succo di limone (un limone)
-Pubblicità-

Preparazione

Sbollentate in acqua le mandorle per circa uno o due minuti in modo da ammorbidire la buccia. Scolatele e, con la punta delle dita, fate sgusciare le mandorle ed eliminate la buccia. Lasciate asciugare le mandorle e poi infornatele per circa 5 minuti a 165°. Nel frattempo mettete lo zucchero in una padella, aggiungete il miele e il succo di limone filtrato. Accendete il fuoco e lasciate andare. Quando il caramello assume un colore marroncino, unite le mandorle ancora tiepide e mescolate per bene per alcuni minuti.  

Amalgamato per bene il composto, stendete il croccante su una superficie uniforme e antiaderente e ricoprite con un panno bianco o un foglio di carta da forno leggermente cosparso con olio. Lasciate che lo zucchero si cristallizzi. Date al croccante il tempo di solidificarsi lasciandolo sul tavolo a temperatura ambiente.  Una volta pronto, posizionatelo su un tagliere e, con un coltello a lama liscia, tagliate dei rettangoli oppure dei quadrati oppure lasciatelo così come è, sarà un divertimento tagliarlo poi, a tavola. Un dolce facile da realizzare e dal gusto indescrivibile.

- Pubblicità -

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Angela Capuano
Angela Capuanohttps://www.cilentoreporter.it/
Il mio piacere è cucinare. Credetemi non è solo un hobby ma uno stile di vita. Le mie pietanze rispecchiano quella che è la mia terra: il Cilento, fonte del mio essere e della mia quotidianità. Vi proporrò le ricette tradizionali e non, alle volte con delle piccole varianti o accorgimenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli correlati

Pasta & Patate “azzeccata”. Ecco la mia ricetta, diversa ma squisita

0
La storia della Pasta e Patate  viene da molto lontano. Siamo nella  Napoli del XVII...

I profumi del Cilento, con le Melanzane a barchetta

0
I profumi delle cucine cilentane sono sempre state un ottimo viatico per chi come me...

Lasagna al forno con i carciofi del Cilento

0
Girando in questi giorni, l’occhio è caduto sulle bancarelle dei mercati ortofrutticoli, e ho potuto...

Tortano rustico n’zogna e pepe

0
Trattandosi di una ricetta profondamente legata alla tradizione familiare e contadina, del Tortano esistono tantissime versioni...

Pastiera dolce di maccheroni “cilentana”

0
E’ molto simile alla frittata di maccheroni che si usava preparar il giorno dopo quando,...

Carciofo ripieno o semplicemente, “Carcioffole m’buttunate”

0
Il carciofo, nome comune del cynaria scolymus, è un ortaggio che appartiene alla famiglia delle...

Articoli correlati

Pasta & Patate “azzeccata”. Ecco la mia ricetta, diversa ma squisita

0
La storia della Pasta e Patate  viene da molto lontano. Siamo nella  Napoli del XVII...

I profumi del Cilento, con le Melanzane a barchetta

0
I profumi delle cucine cilentane sono sempre state un ottimo viatico per chi come me...

Lasagna al forno con i carciofi del Cilento

0
Girando in questi giorni, l’occhio è caduto sulle bancarelle dei mercati ortofrutticoli, e ho potuto...

Tortano rustico n’zogna e pepe

0
Trattandosi di una ricetta profondamente legata alla tradizione familiare e contadina, del Tortano esistono tantissime versioni...

Pastiera dolce di maccheroni “cilentana”

0
E’ molto simile alla frittata di maccheroni che si usava preparar il giorno dopo quando,...

Carciofo ripieno o semplicemente, “Carcioffole m’buttunate”

0
Il carciofo, nome comune del cynaria scolymus, è un ortaggio che appartiene alla famiglia delle...

Altri dall'Autore

Ecco perché la tradizione vieta severamente di mettere il pane capovolto.

0
I nostri nonni erano categorici: non si deve mai mettere il pane sotto sopra a tavola perché porterebbe sfortuna...

Pasta & Patate “azzeccata”. Ecco la mia ricetta, diversa ma squisita

0
La storia della Pasta e Patate  viene da molto lontano. Siamo nella  Napoli del XVII...

I profumi del Cilento, con le Melanzane a barchetta

0
I profumi delle cucine cilentane sono sempre state un ottimo viatico per chi come me...

Lasagna al forno con i carciofi del Cilento

0
Girando in questi giorni, l’occhio è caduto sulle bancarelle dei mercati ortofrutticoli, e ho potuto...

Anche nel Cilento è il periodo di sua maestà la ciliegia

0
Chi di noi, da bambini, ma anche più avanti con l’età, non si è arrampicato...

Vino cotto e neve, la “surbetta” il primo gelato del Cilento

0
Quanti di voi si ricordano della “Surbetta”?!  Il primo gelato, fuori stagione, creato e prodotto...
- Pubblicità -

Devi leggere

Cronoscalata del Monte della Stella. Al via la V edizione

Dopo due anni di stop dovuti alla pandemia, il 23 Luglio 2022,  si disputerà la V cronoscalata del Monte della Stella, manifestazione ciclistica sportiva...

L’inganno dell’Alta Velocità al Sud, dibattito pubblico ad Eboli, Domenica 26 Giugno

Continua sull’intero territorio provinciale l’impegno del Comitato per l’Alta Velocità nel Cilento, dell’Associazione Culturale Oltre Pisacane ed in particolare dell’associazione nazionale dei consumatori Codici,...

Inaugurato il “nuovo” Castello di Rocca Cilento, l’antica dimora dei Sanseverino

Numerosi gli ospiti  presenti ieri sera alla cerimonia di inaugurazione del Castello di Rocca Cilento per l’occasione illuminato a giorno e animato dai fuochi...
- Pubblicità -

Devi leggere

Vesuvio: svelati antichi misteri dell’eruzione del 79 d.C.

Tutto sarebbe accaduto tra il 24 e 25 agosto del 79 d.C. È questa, infatti, in base alle conoscenze attuali, la data in cui,...

‘Un Gol per l’Ucraina’, Nazionale Artisti Tv e Play2Give all’Arechi per ricostruire un ospedale distrutto

Sabato 25 giugno è in programma l’evento ‘Un gol per l’Ucraina’ voluto dalla Associazione Internazionale Onlus ‘E ti porto in Africa’ e organizzato dalla...

Codacons Cilento: “La tutela della salute non è un favore ma un diritto”

In seguito a delle notizie diffuse dai mass media e le segnalazioni ricevute in merito ad episodi legati ai servizi di emergenza sanitaria, in...