6.1 C
Sessa Cilento
sabato 16 Gennaio 2021
Pubblicità

Pizza “roce” casereccia di ciliegie e crema

News

Resort a “luci rosse” nel Cilento, la Fenait: “Non è naturismo”

Se ne è scritto nei giorni scorsi, tanto che la notizia è rimbalzata a livello nazionale, cosa gradita fintanto...

Criticità personale – Dea Vallo della Lucania ed Agropoli. La denuncia della CISL FP

"Le precarie condizioni di lavoro in cui versano i reparti Covid del Dea Vallo della Lucania / Agropoli impongono...

La diga sul fiume Alento raggiunge la quota massima di livello

Il 6 gennaio 2021, a seguito delle cospicue precipitazioni delle ultime settimane, la diga di Piano della Rocca sul...
Gerardo Del Duca
Gerardo Del Duca
Chef cilentano di nascita,gran parte della mia carriera lavorativa l’ho trascorsa in cilento lavorando presso molte strutture ricettive di medio alto livello,molte sono state le esperienze anche al di fuori del cilento,in italia ed in paesi esteri. Dopo tanto girovagare ho capito che niente per me e’ paragonabile alla nostra cucina tipica cilentana,senza togliere niente a nessuno.da ormai molto tempo mi dedico alla valorizzazione della cucina tipica cilentana,non con il semplice divulgare orale ma con una mia messa in opera concreta,cosa voglio dire:prendo delle vecchie ricette tradizionali e le porto nei menu’ dei ristoranti nei quali presto servizio,do’ nuovo splendore a quei piatti che ci hanno fatto crescere in modo sano,certamente sanno delle ricette rivisitate in chiave moderna per rispettare i tempi odierni.nel mio tempo libero vado in giro in aziende locali di eccellenza a provare i loro prodotti e pubblicizzarne la loro effettiva salubrita’,in questo modo cerco di far capire all’opionione pubblica del mio territorio che per “mangiare sano basta mangiare cilentano” senza allontanarci troppo da casa nostra. Osservando questo concetto mangeremo dei prodotti certamente biologici a metro o ed allo stesso tempo daremo ossigeno alle aziende locali facedo si che possano assumere e crescere dignitosamnete . Mangia sano e vivi meglio,noi siamo quello che mangiamo

Ricordate sempre che le ciliegie migliori sono quelle maturate completamente, non solo per le dimensioni che raggiungono ma anche e soprattutto per la ricchezza in zuccheri e il sapore in generale. Occorre perciò non avere fretta e individuare bene il momento migliore per la raccolta. Ricordate anche che le ciliegie possono avere vita breve se non siete attenti ad evitare che si riscaldino dopo averle staccate dall’albero.

Questi frutti, oltre che gustosi, hanno ricevuto sempre più attenzione per il loro utilizzo in campo medico – come riporta il sito viversano.it. Risultano infatti essere frutti densamente ricchi di minerali e sostanze antiossidanti.

Le ciliegie sono frutti mediamente più calorici degli altri frutti tipici del periodo primaverile-estivo, a causa dell’elevato quantitativo di zuccheri e in particolare di fruttosio e glucosio. 100 grammi di ciliegie infatti apportano circa 63 calorie. In tal senso occorre sottolineare che ciliegie diverse hanno un contenuto di zuccheri differente: maggiore per le tenerine e le duracine e minore per i frutti del ciliegio acido. L’indice glicemico basso le rende un frutto adatto a tutti coloro che stanno seguendo particolari regimi alimentari. Come tutti i frutti, tuttavia, è necessario consumarle con moderazione.

Sono ricche di diversi minerali, in particolare troviamo quantità rappresentative di magnesio, potassio, rame e vitamina C, mentre non sono particolarmente rappresentate le vitamine del gruppo B.

Ingr. per dodici porzioni

Pasta frolla

  • 600 gr di Farina 0
  • 170 gr di Zucchero
  • 250 gr Burro o Strutto
  • 3 Uova intere
  • Buccia di 1 Limone
  • 1/2 bustina lievito per dolci

Ingredienti per la Crema Pasticcera

  • 1/2 L Latte
  • 2 Tuorli
  • 3 Cucchiai di Zucchero
  • 3 Cucchiai di Farina
  • Buccia li Limone a piacere
  • Ingr. Composta di Ciliegie
  • 500 gr di Ciliegie snocciolate
  • 100 gr di Zucchero di Canna integrale
  • Succo di 1 Limone

Procedimento

Preparate come prima cosa la pasta frolla che dovrà riposare in frigo per circa 30 minuti. Passate ora alla Crema, una volta pronta dovrà essere a temperatura ambiente perché possiate utilizzarla. Ora tocca alla composta di Ciliegie, questa è anch’essa una preparazione molto semplice da eseguire, mettete tutti insieme gli ingredienti e cuocete sul fuoco fino a ridurre alla metà del volume,lasciate raffreddare prima dell’utilizzo.

Ora si tratta semplicemente di assemblare il tutto,stendete la prima sfoglia di frolla in modo da coprire anche i bordi della teglia,versate la crema,aggiungete la composta di Ciliegie e chiudete con la seconda sfoglia di frolla,bucherellate la superficie con i rebbi della forchetta. Cuocete a 180°per circa 30 minuti o finché non sarà ben dorata. Spolverate con Zucchero a velo e servite a temperatura ambiente.

© Riproduzione Riservata

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
- Advertisement -

Ultimi Articoli

De Luca: “puntiamo su Campania prima Regione covid free” e conferma zona gialla

Nel suo consueto appuntamento settimanale con la diretta Facebook, oggi purtroppo andata in onda con notevoli difficoltà di collegamento...

Articoli correlati

- Advertisement -