9.5 C
Sessa Cilento
sabato 26 Novembre 2022
HomeRicette del CilentoNei matrimoni del Cilento non mancavano mai!

Nei matrimoni del Cilento non mancavano mai!

Dolci di altri tempi, ma che ancora oggi vengono preparati e sono le delizie del Cilento, un antenato delle brioches che oggi mangiano, quasi a dismisura, i nostri bambini. Sono “mustacciuoli” o dolci della sposa Cilentani.

I “mustacciuoli” non potevano proprio mancare durante i matrimoni del secolo scorso.
Essi, venivano, di solito, preparati dalla famiglia della sposa che tradizionalmente li offriva  a chi le faceva visita, nei giorni antecedenti lo sposalizio o venivano offerti durante il ricevimento della stessa  festa nuziale o addirittura, in alcuni casi, li si offriva, raccolti in un “cartoccio” , insieme ad altre prelibatezze, come bomboniera.

Molto apprezzati anche da chi, nei periodi estivi, visita i nostri borghi alla ricerca di delizie del palato, essi  sono tipici della tradizione contadina, in quanto preparati con ingredienti semplici che ogni contadino, o meglio ogni massaia, possedeva già in casa propria oppure che poteva facilmente reperire.

per l’impasto:

12 cucchiai di farina

10 cucchiai di zucchero

10 uova

20 gr. di lievito per dolci

marmellata di albicocche 0,5 kg.

Preparazione

Si montano per bene le uova intere senza separare il bianco dal rosso insieme allo zucchero. Quando il composto è diventato spumoso si aggiunge lentamente la farina setacciata.

L’impasto, una volta pronto,  va in forno a 230 gradi per 12 minuti , poi, lasciati raffreddare, si tagliano in quadrati o rettangoli e  si farcisce, ogni singolo pezzo, con marmellata o crema a latte, dopodiché si intingono nella glassa che prevede,  in questa fase un vero e proprio cerimoniale con la preparazione del  naspro o glassa bianca ( per la preparazione della glassa leggi qui) che  si utilizza per  ricoprire i mustaccioli e si lasciano asciugare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Angela Capuano
Angela Capuanohttps://www.cilentoreporter.it/
Il mio piacere è cucinare. Credetemi non è solo un hobby ma uno stile di vita. Le mie pietanze rispecchiano quella che è la mia terra: il Cilento, fonte del mio essere e della mia quotidianità. Vi proporrò le ricette tradizionali e non, alle volte con delle piccole varianti o accorgimenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli correlati

Continue to the category

Devi leggere

Meteo forti temporali: la Campania passa da allerta gialla ad arancione

Peggiora il maltempo sulla Campania tanto che la Protezione civile regionale ha emanato un nuovo avviso

Addio a “nonna Rosetta”. Ha reso popolari le tradizioni del sud Italia

Addio nonna. "Ti chiamiamo nonna, perché per tutti noi sei stata veramente una nonna, oltre che la nostra migliore amica”. Così sul profilo Instagram...
Contattaci su WhatsaApp

Agricola: spesa e territorio. Ogni sabato l’opportunità per conoscere il Vallo di Diano

Comprare direttamente dai produttori comporta molteplici vantaggi, tra cui portare in tavola prodotti più freschi, più salubri e fare un gesto che sostiene concretamente il proprio territorio e la sua...

A Camerota un nuovo appuntamento di “Liber Fest”: Libri per un pensiero libero

Sabato 19 novembre, alle ore 18:30, presso la sede della Fondazione Meeting del Mare C.R.E.A a Camerota, Flavio Giordano presenterà il suo ultimo libro, dal titolo "Sognando...

Al museo archeologico romano di Positano un cantiere didattico dell’Istituto centrale per il restauro del Ministero della Cultura

Nel mese di novembre avrà inizio il cantiere didattico ICR per lo studio e la conservazione dei dipinti murali della domus ipogea del Museo Archeologico Romano (MAR) di Positano.

Dallo stesso Autore