giovedì 28 Ottobre 2021
12.4 C
Sessa Cilento
giovedì 28 Ottobre 2021
Prima PaginaAccademia della VrennaQuando nel Cilento si sente "mummuliàre"

Quando nel Cilento si sente “mummuliàre”

-Pubblictà-

Il “mummuliamiènto” cilentano è un brontolare manifestato a mezza voce, nel quale spesso le parole non sono nemmeno comprensibili all’interlocutore al quale implicitamente siano dirette.

Con il “mummuliàre” la protesta sarebbe destinata a rimanere solo interiore, inespressa, detta tra sé e sé, ma che, invece, per intensità di rabbia, o per asprezza di conflitto, non si riesca a contenere, dando così luogo a mugugni disarticolati, di una sonorità tenuta sul filo dello sbottare e nella quale comunque si percepisce il dissenso (“Oh, io recìa a Nicola re zappà puro l’uòrto re Ntunètta visto ca se truàva, ma chiro s’è miso a mummulià”).

I mugugni, a volte anche cupi, possono consistere in una imprecazione semplice, una ingiuria, una bestemmia, o in un qualcosa che coinvolge i parenti dell’interlocutore che forse è meglio qui non riportare alla lettera.

Spesso si riscontra nei rapporti tra superiore a subordinato, laddove il rapporto di gerarchia suggerisce di mantenere il conflitto entro l’alveo istituzionale e non sfociare nella protesta plateale.

Non di rado è una forma di protesta che può essere anche programmata, voluta, ostentata, per ottenere un obiettivo (“Ogni bbòta ca pavàva ‘a jurnata a lu ualàno, chìro senne ià sembe mummuliànno, ma me lo putìa rice ca vulìa chiù assài!”)

Sull’etimo appare quasi certa la sua origine onomatopeica. Tuttavia, l’assonanza col sostantivo “mòmmola” o “mommolèdda”, ossia il recipiente di coccio utilizzato come contenitore per vino o acqua, e che si distingue per la sua forma gonfiata, parrebbe imitare il rigonfio delle gote in chi sia nell’atto di “mummuliàre”, oppure quel parlare dentro la mòmmola che, alterando la voce nel rimbombo, non fa intendere le parole che ne escono plasmate dentro un mugugno informe.

© Riproduzione Riservata

Il portale di informazione web "Cilento Reporter" da sempre con impegno e  dedizione per un'informazione libera da qualsiasi vincolo, economico e non. Stiamo continuando ad aggiornarti e a informarti in questo periodo così sconcertante. Ma abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a far sentire la nostra, la Tua voce. A volte siamo scomodi, ma notiamo che i nostri articoli sono molto seguiti. A volte siamo sinceri e schietti fino all'antipatia, ma notiamo che c'è bisogno anche di questo. A volte siamo duri, ma quando la situazione lo richiede.
Siamo sempre liberi, perché  non ci lega vincolo alcuno. Non percepiamo fondi pubblici e selezioniamo rigorosamente le pubblicità accettandole solo se provengono da realtà etiche e che hanno a cuore l'ambiente e la salute.
Per questo continuare a far sentire la nostra voce non è facile. E abbiamo bisogno di te che ci leggi, come di tutti coloro che hanno a cuore l'informazione indipendente.

spot_img

Devi leggere

Un’eccellenza da 680 milioni annui: la rucola della Piana del Sele Igp

Ha un giro d’affari di 680 milioni di euro all’anno e una produzione media pari a 400mila tonnellate, il 73% circa del totale nazionale;...
Pubblicità

Notizie Correlate

Altre Notizie

Dello stesso autore

Un’eccellenza da 680 milioni annui: la rucola della Piana del Sele...

0
Ha un giro d’affari di 680 milioni di euro all’anno e una produzione media pari a 400mila tonnellate, il 73% circa del totale nazionale;...

Consac: mancato invio delle bollette, ecco come fare per richiederle

0
E’ da qualche tempo che le bollette per il consumo di acqua potabile gestita da Consac non vengono recapitate. Molte le segnalazioni  degli amministratori...

A Paestum il congresso internazionale di medicina sul post pandemia

0
Al Forum Scientifico di Paestum 2021 saranno trattati i temi più attuali della medicina interna, della immunologia clinica e delle malattie allergiche e dermatologiche...

Le grotte della Campania e il Cilento al centro delle speleologie...

0
Centinaia di speleologi da tutta Italia e da diversi Paesi europei si preparano a sbarcare a Marina di Camerota, che dal 29 ottobre al...

Video-racconto sul monitoraggio della qualità dell’aria sui monti Alburni

0
E' di Arpa Campania il nuovo video-racconto della serie dedicata alle stazioni di monitoraggio della qualità dell’aria. Questa volta i tecnici Arpac sono a...

Nuovo ciclone all’estremo Sud, possibile medicane? Le previsioni per Ognissanti

0
Il ciclone responsabile del maltempo si è spostato verso la Grecia determinando un temporaneo miglioramento in particolare su Calabria e Sicilia. Cerchiamo di capire...