11.7 C
Sessa Cilento
lunedì, 26 Febbraio 2024
Prima PaginaMagazineTradizioniOltre mezzo secolo di una tradizione religiosa per la comunità di Sessa...

Oltre mezzo secolo di una tradizione religiosa per la comunità di Sessa Cilento

E’ ormai oltre mezzo secolo che questa tradizionale processione, dedicata alla Madonna del Rosario di Pompei, si inerpica per le piccole vie del borgo di Sessa Cilento. La storia si è rinnovata, come ogni anno, mercoledì 8 Maggio 2019 con una Santa Messa celebrata da S.E. il Vescovo Ciro Miniero, con la partecipazione del parroco Don Silvestro Zammarelli.  Le parole del Vescovo Miniero,  nell’omelia, sono state dirette e senza mezzi termini. “Il cristiano è chi si distingue nel servizio, nell’amore e nella donazione completa agli altri”. Ed ancora “nella Chiesa non sono ammesse ipocrisie, Cristo è autentico e non ammette falsità”.

Poi ha toccato il significato ed il senso dell’essere e del sapere essere Madre. “Il mio pensiero, ha precisato S.E. Miniero, è rivolto a quanti cercano il proprio cuore viaggiando dentro sé stessi nell’intento di unirsi a Maria Madre e a Cristo. Chi compie questa azione di preghiera deve esultare poiché nel momento in cui lo spirito si muove verso l’alto si inizia a correre non più per le strade terrene ma verso quelle celesti”. Ha presentato ai fedeli Maria, donna semplice ed umile e ha sottolineato come la Chiesa deve guardare al Suo modello per testimoniare al mondo Cristo. In ultimo, un pensiero ai giovani: “correte, ma mai lontani dallo sguardo di Maria, mai lontani dal suo buon consiglio. Cercatelo e siate certi che lo troverete nel silenzio del vostro cuore”.

Molto apprezzate anche le parole del Sindaco Avv. Giovanni Chirico e del Prof. Antonio Migliorino, cultore e studioso di storia locale che nel suo benvenuto a S.E. il Vescovo ha sottolineato come questa tradizione, che coinvolge anche tutti i paesi del circondario, sia ormai un evento radicato nel territorio ed un momento importante per la tutta la Comunità che si riunisce, si ritrova, si incontra, in uno splendido scenario montano come il nostro, facendoci vivere emozioni dettate da cose semplici. Per la comunità di Sessa Cilento, questa giornata è stata  un momento di riflessione, raccoglimento e di fede;  La processione con l’effige monumentale della Madonna procede,  c’era tutto un paese che per la grande occasione si è vestito a festa, con archi trionfali, con addobbi floreali e con luci. Oggi questa celebrazione è più viva che mai e si arricchisce ogni anno di momenti spirituali e culturali e di forme spontanee di partecipazione. Anche quest’anno i canti della celebrazione Eucaristica sono stati eseguiti dal Coro Polifonico parrocchiale.

© Diritti Riservati

Alessandro Giordano
Alessandro Giordano
Dal Marzo 2015 racconto la nostra terra, il Cilento, mostrandola con gli occhi di chi la ama, la vive e vuole contribuire a farla apprezzare di più ai turisti e ai Cilentani stessi. La Storia, i Personaggi, la Cultura, le Tradizioni e le Contraddizioni, il patrimonio artistico, gli eventi e le iniziative in programma che ritengo più interessanti segnalare, i musei, le attrazioni e le proposte per i turisti, il cibo ed i prodotti del territorio sono i temi principali dei miei articoli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli

Il Consorzio di Tutela della mozzarella di bufala campana Dop punta sull’export e moltiplica le iniziative di promozione all’estero. Dalla Francia al Giappone, la Bufala Campana guarda sempre più ai mercati stranieri,
In questo ultimo fine settimana del mese di febbraio una perturbazione sta portando pioggia e neve sull'Italia. Preferiamo non parlare di 'maltempo', perché specie in alcune aree, come la Sicilia (ma anche la fascia adriatica, ed altre aree del Sud), il deficit di precipitazioni nelle ultime settimane era allarmante e si sta aggravando la fase di siccità.
La cittadina più anziana di Sessa Cilento si è spenta oggi (20 Febbraio)  all’età di 103 anni. Si chiamava Teresina La Greca , residente nell’antico piccolo borgo di Valle Cilento.

Articoli correlati

Con il Mercoledì delle ceneri, che quest’anno cade oggi, 22 febbraio, inizia la Quaresima, una ricorrenza cattolica che segna i 40 giorni prima della Pasqua. Nella tradizione, il...
Riportiamo l'articolo, redatto dal giornalista Lorenzo Peluso (qui l'originale),  del riconoscimento come Elemento Immateriale della Campania de i “Marunnari del Monte Cervati” -   “Un...
I nostri nonni erano categorici: non si deve mai mettere il pane sotto sopra a tavola perché porterebbe sfortuna e sarebbe un segno di disprezzo verso gli altri...

Dallo stesso Autore

I bambini la aspettano con trepidante attesa. Questa notte, infatti, la Befana lascerà tanti dolciumi a quanti sono stati bravi, mentre chi si è comportato male dovrà accontentarsi di un pezzetto di carbone.
La filiera della mozzarella di bufala campana Dop fa bene all’ambiente ed è sempre più green e sostenibile. Lo rivela un nuovo studio scientifico, realizzato dal professor Luigi Zicarelli e da Roberto De Vivo, Roberto Napolano e Fabio Zicarelli.
Le vedute acquerellate delle antiche commende di Rodio e di San Mauro la Bruca, trovate in un cabreo (cioè in un registro patrimoniale) del 1626 custodito presso la National library di Malta