9.5 C
Sessa Cilento
martedì 6 Dicembre 2022
HomeNotizie LocaliDieta Mediterranea, Migliore (pam): “allargare le comunità emblematiche Unesco”

Dieta Mediterranea, Migliore (pam): “allargare le comunità emblematiche Unesco”

“È stato un onore essere invitato a Pollica da Sara Roversi, presidente del Future Food Institute all’EU Agrifood Week, un evento di caratura internazionale che si avvantaggia della grande intelligenza amministrativa e politica del sindaco Stefano Pisani. I temi su cui lavoriamo sono gli stessi: riguardano gli obiettivi del millennio, l’impatto energetico, il recupero delle comunità emblematiche che spero possano diventare più delle sette attuali”. Lo dichiara Gennaro Migliore, Presidente dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo (Pam), intervenuto ai lavori dell’Eu Agrifood Week in corso a Pollica (Salerno), evento organizzato da Future Food Institute in collaborazione con la Rappresentanza della Commissione Europea in Italia.

“Il Pam – prosegue – rappresenta i parlamenti e il dialogo tra varie culture, la cucina identitaria, la dieta mediterranea sono un’occasione di convergenza di varie esperienze. Per questo è naturale attivare una collaborazione tra il Pam, il Future Food Institute e il Comune di Pollica. Nell’ambito del mio bureau avanzerò la proposta di una partnership strutturale per un accordo che possa durare negli anni anche quando la presidenza dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo toccherà a un altro Paese. Oggi bisogna piantare semi perché la pianta, a proposito di agrifood, possa nascere”.

Migliore è intervenuto anche sulla questione dell’impatto della guerra in Ucraina sulla sicurezza alimentare: “sto verificando concretamente quanto il conflitto in corso possa minacciare la sicurezza alimentare. Parlo spesso con i nostri rappresentanti in Libano, Algeria, Egitto e altri Paesi. Il rischio alimentare è altissimo. Faremo incontri tematizzati sulla food security, uno a ottobre in Romania, ai confini con l’Ucraina, e un altro nell’ambito del forum economico del Mediterraneo di Tangeri in programma nella prima metà di dicembre. Chi governa l’energia governa gli Stati e chi governa il cibo governa i popoli, bisognerà subito intervenire anche per cambiare il modello di produzione agricola che si deve accorciare. La cosa sostanzialmente che va cambiata, legata al modello sviluppo, è proprio il modello di produzione su larga scala con un recupero delle agricolture rigenerative, l’agricoltura di precisione anche per contrastare i cambiamenti climatici”.

Nadia Cozzolino
Nadia Cozzolino
Giornalista professionista. Collabora con l'agenzia di stampa Nazionale "Dire". Fonte: Agenzia DiRE - www.dire.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli correlati

Continue to the category

Devi leggere

Caprioli. L’accademia Nazionale Eleatica prosegue il percorso dedicato alla grande musica

Il mese di dicembre si aprirà con un evento unico in Italia: LUCIENNE RENAUDIN VARY, giovanissima trombettista francese, già una leggenda della musica internazionale,...

A Natale consuma campano. Ecco l’iniziativa di sensibilizzazione

Ai nastri di partenza la quindicesima edizione dell'iniziativa denominata "A Natale Consuma Campano" che, attraverso un comitato, si prefigge di sensibilizzare la cittadinanza al...
Contattaci su WhatsaApp

L’Ue detta regole sulla pizza napoletana: ecco quali resteranno fuori dai menù

L’Unione europea tutelerà la Pizza Napoletana Stg, mettendo al bando tutte le imitazioni del prodotto che non rispettano un disciplinare ad hoc. È stato...

Il mese di Dicembre porta piogge. Per il freddo ci sarà da aspettare.

Con l’arrivo di dicembre entra di scena l’inverno meteorologico, la stagione più amata da tutti gli appassionati meteo di freddo e neve. Prima di iniziare...

Campania: le novità del cambio orario invernale del gruppo FS

Oltre 9mila collegamenti al giorno in treno e circa 23mila corse in bus tra Italia ed Europa. Il Polo Passeggeri del Gruppo FS composto...

Dallo stesso Autore