6.9 C
Sessa Cilento
martedì, 20 Febbraio 2024
Prima PaginaCampania NotizieCamorra, otto arresti nel clan dei Casalesi per riciclaggio e frode fiscale

Camorra, otto arresti nel clan dei Casalesi per riciclaggio e frode fiscale

Una società di gestione e smaltimento di rifiuti fittiziamente intestata a un prestanome ma, di fatto, riconducibile una compagine familiare vicina ad ambienti camorristici del clan dei Casalesi. Attività illecite capaci di generare ingenti flussi finanziari, successivamente riciclati attraverso una rete di persone fisiche e giuridiche accomunate dalla stessa regia. L’impresa di smaltimento dei rifiuti, già nel passato destinataria di provvedimenti interdittivi antimafia per la presenza di un socio esponente di spicco del clan dei Casalesi, avrebbe continuato a operare attraverso una nuova compagine, nell’interesse del clan.

Questa la ricostruzione della Direzione distrettuale antimafia della procura di Napoli che indaga su otto persone gravemente indiziate di appartenere a una organizzazione dedita ai reati di riciclaggio di denaro, frode fiscale e intestazione fittizia di beni, aggravati dalla finalità di agevolare il clan dei Casalesi.
Nei loro confronti il gip del tribunale partenopeo ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare che è stata eseguita da militari del nucleo speciale di polizia valutaria della guardia di finanza di Roma, con il supporto dei finanzieri del comando provinciale di Caserta. Il provvedimento scaturisce dagli elementi probatori raccolti a carico di un gruppo di imprenditori, con base organizzativa nella provincia di Caserta, “dedito in modo sistematico alla commissione di reati tributari”, spiega una nota.

Emersa una linea di continuità gestionale e imprenditoriale tra la vecchia compagine societaria e l’attuale, che avrebbe garantito all’organizzazione criminale di poter continuare a disporre di una delle sue articolazioni imprenditoriali, “in sostanziale elusione delle interdittive adottate dall’autorità prefettizia”. Nel corso delle indagini è emerso che la società di smaltimento rifiuti avrebbe ricevuto e utilizzato numerose fatture per operazioni inesistenti che hanno consentito di generare costi fittizi e al tempo stesso far fuoriuscire gli utili aziendali attraverso un imponente sistema di riciclaggio.

Attraverso l’operato di diversi soggetti, ciascuno con ruoli ben definiti, sarebbero state poste in essere anomale movimentazioni finanziarie, collegate alle fatturazioni per operazioni inesistenti emesse da società di comodo-cartiere, finalizzate a far confluire su conti correnti bancari e postali somme di denaro che poi venivano trasferite anche all’estero, in Bulgaria, Regno Unito, Polonia, Germania, Belgio, Lituani, o prelevate in contanti, rendendo difficile l’individuazione della destinazione finale. Le indagini tecniche e di tipo bancario hanno comunque consentito di appurare il rimpatrio di buona parte dei capitali, di verosimile provenienza illecita, attraverso movimentazioni di denaro contante.

© Diritti Riservati

Nadia Cozzolino
Nadia Cozzolino
Giornalista professionista. Collabora con l'agenzia di stampa Nazionale "Dire". Fonte: Agenzia DiRE - www.dire.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli

Abbiamo trascorso un altro weekend dal tempo prevalentemente stabile e soleggiato su gran parte d’Italia, a causa della persistenza di un solido campo di alta pressione che domina sull’area del Mediterraneo.
Centinaia tra sindaci e amministratori della Campania in piazza per dire no all’autonomia differenziata, “una legge truffa che distrugge l’unità d’Italia”
L'associazione dei consumatori ha inviato una istanza-diffida chiedendo chiarimenti, per quanto di competenza, alla Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino, all’ Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale,.....

Articoli correlati

Centinaia tra sindaci e amministratori della Campania in piazza per dire no all’autonomia differenziata, “una legge truffa che distrugge l’unità d’Italia”
A partire da martedì 13 febbraio 6 nuove corse collegheranno le stazioni di Nocera Inferiore e Salerno, potenziando così l’offerta del trasporto regionale sulla linea storica Salerno – Napoli.
È tutto pronto per l’apertura del nuovo aeroporto di Salerno, in programma per il prossimo 11 luglio. Una data importante per tutta la regione e che vedrà Volotea al fianco del territorio. 

Dallo stesso Autore

L’Unione europea tutelerà la Pizza Napoletana Stg, mettendo al bando tutte le imitazioni del prodotto che non rispettano un disciplinare ad hoc. È stato...
Una manifestazione nazionale per ribellarsi contro la crisi e il carovita, ma anche per chiedere politiche attive per il lavoro, contro disoccupazione e precariato
Una grande manifestazione per la pace si terrà a Napoli sabato 29 ottobre. Ad annunciarlo è stato il presidente dem della Regione Campania Vincenzo De...