8.9 C
Sessa Cilento
lunedì, 26 Febbraio 2024
Prima PaginaMagazineCulturaPaestum: un viaggio nella storia antica e nella bellezza del Cilento

Paestum: un viaggio nella storia antica e nella bellezza del Cilento

Testimonianza della magnificenza greca, a un passo dal Parco Nazionale del Cilento e a poca distanza dalla Costiera Amalfitana, Paestum è una delle destinazioni più affascinanti del Sud Italia. Oltre a conquistare con la sua bellezza, è adatta ai giovani e alle famiglie per la presenza di attrattive culturali, ma anche ristoranti e locali in cui trascorrere serate all’insegna del divertimento.

Riconosciuta dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, Paestum è un vero e proprio sito archeologico a cielo aperto. Passeggiare tra le rovine del Tempio di Hera, del Tempio di Nettuno e del Tempio di Atena è un’esperienza unica, che resta impressa nella memoria di grandi e piccini. Inoltre, si tratta di un’esperienza possibile solo sul territorio italiano, perché le strutture sono tra i luoghi di culto dell’Antica Grecia meglio conservati al mondo. Neppure in Grecia si trovano tre strutture tanto imponenti a così poca distanza tra loro.

C’è poi un’altra ragione per cui la visita a quest’area archeologica rappresenta un’esperienza unica: la possibilità di vedere un’opera d’arte moderna all’interno di un sito archeologico. Sì, perché dal 2019 tra il tempio di Hera e quello di Nettuno si trova il Cavallo di sabbia di Mimmo Paladino. La scultura, realizzata con sabbia proveniente dalle spiagge di Paestum, rappresenta il cavallo alato Pegaso ed è frutto della collaborazione tra il parco Archeologico e il Museo dei materiali minimi d’arte contemporanea.

I tre grandi templi, la cinta muraria, le due Domus affrescate e le altre strutture che costituiscono il percorso archeologico di Paestum si trovano in una vasta pianura verdeggiante, immerse nel magnifico contesto naturale del Cilento. Stiamo parlando quindi di una zona ricca di mete turistiche, dove oltre a quelle archeologiche e museali si possono ammirare ed esplorare aree naturali protette, coste da sogno e un mare da cartolina.

Non c’è da stupirsi che molti turisti siano attratti da questa zona anche per la bellezza del suo mare, che nel 2018 ha permesso alla Campania di aggiudicarsi il record di 18 comuni a Bandiera Blu.

Ma non finisce qua, perché a differenza di quanto si può pensare le spiagge bianche e l’acqua di Paestum fanno da cornice ad attrazioni e attività indicate anche per i più giovani. Se la sera la movida è animata da pub e discoteche dove ballare e divertirsi con gli amici, durante il giorno i ragazzi possono scoprire le bellezze del territorio con tour guidati o approfondire la conoscenza dell’inglese attraverso corsi riconosciuti dal British Council. L’English Summer Camp di Paestum è infatti un’opportunità per abbinare apprendimento e cultura a sport e divertimento a soli due passi dal mare.

Inoltre spostandosi in auto si possono raggiungere facilmente altre destinazioni di incredibile bellezza, custodi di enormi patrimoni artistici e culturali. Qualche esempio? Napoli, Pompei, Salerno, Amalfi. Luoghi che racchiudono le mille sfaccettature della cultura campana, dove semplicità e grandezza si incontrano in un connubio irripetibile.

© Diritti Riservati

Marisa De Cristofaro
Marisa De Cristofarohttps://www.cilentoreporter.it/
Marisa De Cristofaro web copywriter, da poco si è avvicinata al mondo della scrittura come professione. Aspirante blogger, ha collaborato con varie testate giornalistiche online curandone i contenuti. Ama seguire uno stile di vita naturale e curare il benessere con ciò che la natura ci offre. Studentessa é in procinto di tirar fuori qualche sogno dal suo cassetto, come quello di diventare giornalista. Appassionata ed attenta osservatrice delle tematiche prettamente femminili, é caporedattrice per Cilento Reporter della rubrica Natura & Benessere. Ama cucinare e vivere sano. Le piace sperimentare e incuriosirsi ogni giorno con piccole scoperte. La cosa che odia di più? Lo spreco di qualsiasi cosa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli

Il Consorzio di Tutela della mozzarella di bufala campana Dop punta sull’export e moltiplica le iniziative di promozione all’estero. Dalla Francia al Giappone, la Bufala Campana guarda sempre più ai mercati stranieri,
In questo ultimo fine settimana del mese di febbraio una perturbazione sta portando pioggia e neve sull'Italia. Preferiamo non parlare di 'maltempo', perché specie in alcune aree, come la Sicilia (ma anche la fascia adriatica, ed altre aree del Sud), il deficit di precipitazioni nelle ultime settimane era allarmante e si sta aggravando la fase di siccità.
La cittadina più anziana di Sessa Cilento si è spenta oggi (20 Febbraio)  all’età di 103 anni. Si chiamava Teresina La Greca , residente nell’antico piccolo borgo di Valle Cilento.

Articoli correlati

Dopo gli ultimi cenni d’instabilità al meridione, a partire dalla giornata di domani (14 Febbraio) il tempo andrà stabilizzarsi su buona parte del territorio nazionale, per il ritorno dell’anticiclone di natura subtropicale, che assicurerà condizioni atmosferiche quasi primaverili.
Cilento Reporter.it, sbarca sul canale Whatsapp per avere un collegamento sempre più diretto ed immediato con i lettori. Nasce un nuovo spazio, che vuole essere una sorta di newsletter grazie alla quale gli utenti potranno restare informati sulle vicende, curiosità, eventi e notizie riguardanti il territorio e la Campania.
Con l'Epifania si sono concluse anche quest'anno le festività natalizie in Italia. Ci attende adesso un gennaio senza giorni di festa, di ripresa a pieno ritmo delle diverse attività, tra cui la riapertura delle scuole.

Dallo stesso Autore

Con l'Epifania si sono concluse anche quest'anno le festività natalizie in Italia. Ci attende adesso un gennaio senza giorni di festa, di ripresa a pieno ritmo delle diverse attività, tra cui la riapertura delle scuole.
Dopo l’elektronische musik di “Stati emozionali”, la psichedelia di “Don’t shoot the piano player (it’s all in your head)”, l’indie pop/dance di “Something (you don’t need)” e il punk/grunge di “Propaganda in my eyes, again (you’re erased)”, ennesimo cambio di rotta per SOLO, questa volta alle prese con un brano che miscela dream pop, shoegaze e alternative rock
Un viaggio tra le bellezze archeologiche di Paestum e Velia