16.1 C
Sessa Cilento
mercoledì, 29 Maggio 2024
Prima PaginaEditorialiLa Tesi sul territorio. "Governance turistica delle aree protette: il caso del...

La Tesi sul territorio. “Governance turistica delle aree protette: il caso del Parco Nazionale del Cilento”

Il turismo contemporaneo è sempre più un fenomeno sistemico sia nelle relazioni tra gli attori che compongono le sue filiere sia nei rapporti che esso intrattiene con gli altri settori economici e con le dinamiche sociali e ambientali che contribuisce a determinare sul territorio. Nelle destinazioni turistiche, che fanno parte del Parco del Cilento – Vallo di Diano – Alburni,  dal successo consolidato è particolarmente critico il fenomeno, in periodi non pandemici,  dell’overtourism, affrontabile unicamente attraverso interventi di regolamentazione da parte delle pubbliche amministrazioni. Di fronte al rischio di compromettere la vivibilità del territorio tanto per chi lo visita quanto per chi vi risiede stabilmente, la governance turistica deve affrontare temi ad essa nuovi quali la gestione del territorio, la mobilità, il rapporto tra turista e residente, il fenomeno delle seconde case collegato sia ad aspetti economici (il proliferare degli affitti turistici) che all’identità del territorio. Ed è su questi temi che la giovanissima Anna Caiazzo,  si è laureata  discutendo una tesi dal titolo: “Governance turistica delle aree protette: il caso del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni”,  in cui ha analizzato nel concreto lo sviluppo turistico del nostro territorio.

“Questa tesi – spiega Anna – nasce da alcuni editoriali di Cilento Reporter  che sono  stati fondamentali nella fase di ricerca sul territorio. Mi hanno  consentito di analizzare effettivamente le progettualità attive su di un luogo tanto complesso quanto magnifico e ricco di potenzialità. Spero davvero che il mio lavoro, nel suo piccolo, accenda l’attenzione sul Cilento, che ne ha davvero bisogno!”

“L’elaborato – spiega la neo-dottoressa Caiazzo –  è partito dallo studio dei vari modelli di turismo sostenibile, e dalle modalità in cui tali prodotti rispondono concretamente al fabbisogno di tutela e valorizzazione delle aree protette. Poi, dopo una revisione e sistematizzazione della letteratura sui modelli di governance turistica, si è passato al contesto preso in esame, ovvero il Parco Nazionale del Cilento, il quale è stato analizzato in due fasi: in primo luogo con un’analisi desk, tramite la mappatura degli attori presenti e la creazione di una tabella contenente alcuni dei progetti attivati dagli attori locali, sulla base di ricerche online e giornali locali. Successivamente, mi sono rivolta ad enti pubblici e imprenditori cilentani particolarmente rilevanti mediante delle interviste. Grazie a questo lavoro è stato possibile toccare con mano le necessità, le percezioni e le idee di imprenditori ed enti pubblici cilentani per sviluppare una riflessione sui possibili approcci di governance. L’obiettivo della tesi è stato quello di capire come e fino a che punto un assetto di governance possa supportare lo sviluppo di prodotti turistici sostenibili in Cilento. Il territorio risulta infatti ricco di risorse multi-vocazione e potenzialmente adatte allo sviluppo di turismo sostenibile. Tuttavia, dalle ricerche sono emerse numerose criticità legate alla mancanza di una governance formalmente costituita, tra cui la forte stagionalità dei flussi, la concentrazione sulla fascia costiera e la frammentazione dell’offerta turistica.”

Conclude Anna – “Si tratta dunque di un contesto ricco di potenziale ma in cui c’è bisogno ancora di lavorare al fine di definire un’ “architettura” che consenta di pianificare, gestire e coordinare i numerosi attori sul territorio.” Alla neo-dottoressa Anna Caiazzo ed alla sua famiglia gli auguri dell’intera redazione, onorati nell’essere stati un suo strumento di ricerca, consapevoli che anche queste importanti pubblicazioni,  possano essere un volano per una forte quanto pronta ripresa del comparto turistico nel Parco Nazionale del Cilento – Vallo di Diano – Alburni.

© Diritti Riservati

Alessandro Giordano
Alessandro Giordano
Dal Marzo 2015 racconto la nostra terra, il Cilento, mostrandola con gli occhi di chi la ama, la vive e vuole contribuire a farla apprezzare di più ai turisti e ai Cilentani stessi. La Storia, i Personaggi, la Cultura, le Tradizioni e le Contraddizioni, il patrimonio artistico, gli eventi e le iniziative in programma che ritengo più interessanti segnalare, i musei, le attrazioni e le proposte per i turisti, il cibo ed i prodotti del territorio sono i temi principali dei miei articoli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Spiaggia comoda, con lo spazio necessario fra gli ombrelloni per consentire il gioco libero e indisturbato. Mare calmo, pulito e accogliente, in cui l'acqua non diventi subito troppo alta, per poter fare il bagno in sicurezza.
Nella suggestiva cornice del Parco Nazionale del Cilento, si è appena conclusa con grande successo la seconda edizione del "Workshop di pittura con artisti vietnamiti"
Freno tirato sull’uso degli autovelox per i Comuni, e ancora di più nelle “Città a 30” all’ora. Dopo il caos degli esposti per gli autovelox non omologati, e ancora prima, la protesta dei fleximan in tutto lo Stivale

Articoli correlati

Dallo stesso Autore