Home Editoriali Il cuore del Cilento. Tutti in “fila” per Chicco
Editoriali - 25 Settembre 2019

Il cuore del Cilento. Tutti in “fila” per Chicco

Quando hanno conosciuto la storia del bambino, i Cilentani ed altri al di fuori dei confini territoriali, non ci hanno pensato due volte. Quel piccolo sconosciuto, da subito è diventato uno di “famiglia”. In molti lo hanno virtualmente adottato e gli hanno dato, tutti insieme, la forza per lottare. Il bambino di 5anni è un piccolo guerriero che arriva da un piccolo borgo Cilentano e che da alcuni anni combatte con una brutta malattia. Per curarla, lui e la sua famiglia, sono stati costretti a trasferirsi a Genova e a farsi aiutare dai medici del Gaslini.

Una battaglia che il piccolo paziente però, da qualche tempo, non combatte più da solo. Al suo fianco, infatti, ci sono decine e decine di abitanti e di commercianti, soprattutto del Cilento, una terra così piccola, ma che ha un cuore davvero grande. Enorme. Un cuore che ha abbracciato lui e la sua famiglia.

Semplici cittadini, commercianti, artisti, persone da tutta Italia, hanno voluto lasciare un contributo, ognuno ha cercato di fare la propria parte . È nato tutto spontaneamente, ci siamo affezionati a questo bambino e siamo felici che in tanti abbiano voluto contribuire; grazie a questa generosità sono stati raccolti fondi che lo sosterranno per una sua eventuale trasferta all’estero. Questa grande onda sta aiutando il bambino a lottare.  Si tende a pensare, senza una reale ragione, che una grave malattia non possa appartenere al mondo dell’infanzia: è naturale che i bambini diventino grandi e, quindi, possano fantasticare sulla loro vita da adulti.

Ma non è così. Fin da piccoli, tanti bambini sono costretti a relazionarsi con medici e malati, a trascorrere molto del loro tempo in ospedali e ambulatori. Se i genitori che stanno al fianco di questi bambini, però, riescono a non perdere la fiducia nella solidarietà di persone sconosciute, a credere che per un amore assolutamente disinteressato c’è qualcuno disposto a donare una parte di sé, questi genitori possono portare i loro figli ad affrontare la malattia con un senso assolutamente positivo. C’è bisogno, oggi più che mai, di far crescere in noi e nei giovani che sono il nostro futuro, il senso del donare, una coscienza solidale. Chicco, come tutti i bambini, gioca, fantastica, sogna chi potrebbe diventare e che cosa potrebbe fare da grande, racconta i suoi progetti di adulto alla madre, una presenza silenziosa ma che si percepisce talmente rassicurante da riuscire a far vivere al bambino la propria malattia in modo positivo.

E questa certezza, come s’intuisce, è ciò che comunica al figlio. Perché quando il piccolo prima di addormentarsi le dice: “Mamma, io da grande voglio vivere…” lo fa rivolgendole un sorriso aperto e sereno. E ciascuno di noi, nella sua unicità, può ridare i sogni e la speranza a chi ha trovato sulla sua strada la malattia. Il destino, a volte, si può cambiare. Grazie al cuore.

Per Donare Clicca QUI
Per aggiornarti sugli eventi “FORZACHICCO” Clicca QUI

Tutti per Chicco Concerto del 22 settembre 2019 Vallo Scalo SA #forzachicco

Tutti per Chicco Concerto del 22 settembre 2019 Vallo Scalo SA #forzachicco

Posted by Forza Chicco on Tuesday, 24 September 2019

Tutti per Chicco Concerto del 22 settembre 2019 Vallo Scalo SA #forzachicco – Video di Marco Bianco

Commenta

Potrebbe Interessarti 

Check Also

Cilento interno, iniziava il dibattito.

L’importante e che se ne parli o che almeno abbiamo inizio i tavoli di concertazione per p…