20.6 C
Sessa Cilento
martedì, 28 Maggio 2024
Prima PaginaIl PuntoPosidonia spiaggiata per produrre energia. La sfida di Pollica

Posidonia spiaggiata per produrre energia. La sfida di Pollica

Nascerà a Pollica, nel Parco Nazionale del Cilento, il primo impianto Europeo di energia rinnovabile alimentato dalla posidonia, pianta marina endemica del Mediterraneo. La pianta sottomarina spiaggiata, in eccesso sul litorale delle frazioni costiere di Acciaroli e Pioppi sarà utilizzata per produrre biometano.

Erroneamente definite alghe, le praterie di posidonia che non piacciono ai bagnanti perché talvolta appiccicose e maleodoranti,  possono rivelarsi una miniera d’oro per l’approvvigionamento energetico. La centrale produrrà biometano green al 100%, coprendo il fabbisogno energetico di 500 famiglie. Fino a poco tempo fa la posidonia spiaggiata era classificata come rifiuto speciale, e successivamente come solido urbano, anziché essere considerata sostanza naturale. Per molto tempo, si è imposto alle comunità costiere di “stoccare” in alcuni punti del litorale imponenti quantità di posidonia spiaggiata, quantità alimentate sempre più da un anno all’altro.

Un biodigestore, quello di Pollica, da 7 mila tonnellate di posidonia all’anno. Si tratta del primo impianto in Europa e (forse) nel mondo, capace di produrre energia rinnovabile.

Il progetto, come riporta l’ANSA,  è stato presentato a ‘Slow Fish 2023’ a Genova dal sindaco di Pollica Stefano Pisani e dall’amministratore delegato dell’azienda Miras Energia Silvio Petrone, che si è aggiudicata il project financing. La costruzione dello stabilimento inizierà entro la fine del 2023 e dovrebbe concludersi a metà del 2024.

© Diritti Riservati

Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Freno tirato sull’uso degli autovelox per i Comuni, e ancora di più nelle “Città a 30” all’ora. Dopo il caos degli esposti per gli autovelox non omologati, e ancora prima, la protesta dei fleximan in tutto lo Stivale
Soprannominato "L'influencer di Dio", Carlo Acutis era noto per la sua abilità con i computer e per la diffusione online degli insegnamenti cattolici romani. Carlo è nato a Londra nel 1991, prima che i suoi genitori italiani Andrea Acutis e Antonia Salzano.....
Come noto, la caldera dei Campi Flegrei si estende anche nell’area marina nel Golfo di Pozzuoli dove è già presente la rete di monitoraggio geofisico multiparametrico “Medusa”.

Articoli correlati

Dallo stesso Autore