3.9 C
Sessa Cilento
martedì 7 Febbraio 2023
MagazineAttualitàChi era Mauro Inverso. Il ricordo del professor Giacomo Di Matteo

Chi era Mauro Inverso. Il ricordo del professor Giacomo Di Matteo

Il 9 febbraio 1662 nasceva a Piano Vetrale Paolo De Matteis, uno dei più grandi Pittori del Seicento Napoletano. Dopo 360 anni, nello stesso giorno, è venuto a mancare un suo valente “concittadino”, Mauro Inverso. Chi era? Ecco il ricordo del prof. Giacomo Di Matteo. “Era una persona perbene. Colto, affabile, altruista; ha dedicato il suo tempo impegnandosi nella Politica ad Agropoli e a Orria, come primo cittadino; nella Cultura come Professore nel Liceo “A. Gatto” di Agropoli; nel Cilento per aver promosso, contestualmente al professor Antonio Infante, scrittore e storico del De Matteis, la valorizzazione della grandezza del Pittore cilentano, famoso in tutto il mondo, promuovendo la nascita della PRO LOCO. “

“Le mie origini sono legate a Piano Vetrale, poiché mio padre apparteneva alla famiglia del Pittore. Ho avuto modo di conoscere l’ingegnere Inverso, frequentando il “paese dei murales”. Più volte ho avuto il piacere di incontrarlo e di dialogare delle attività che, per merito suo e/o di altri amministratori del Comune, hanno reso famoso non solo nel Cilento il borgo di Piano Vetrale. Nel 2017 era Sindaco del Comune di Orria ed io ricordo con ammirazione lo storico incontro nella Sala Consiliare con la delegazione di Guardia Sanframondi, composta dal Sindaco dott. Panza, dall’Assessore al Turismo Dott.ssa Di Lonardo e dallo scrittore Dott. Ciarlo. Erano presenti anche gli eredi della chiesa della Concezione al Chiatamone, di Napoli, nella quale riposano le spoglie mortali del De Matteis.”

“In quella occasione si propose il “gemellaggio” tra le due cittadine, legate entrambi proprio dal grande Pittore. Ricordo bene la passione e la convinzione del Sindaco Inverso che quel “primo passo” avrebbe valorizzato ancor di più, in seguito, il borgo di Piano Vetrale. Alla fine dello stesso anno, il 15 dicembre, i due Sindaci, presente una folta schiera di orriesi e di guardiesi nella stupenda chiesa di san Sebastiano firmarono, con orgoglio e stima reciproca, un documento di GEMELLAGGIO per un reciproco scambio di attività culturali, economiche e turistiche.”

“Successivamente una numerosa schiera di piano-vetralesi, guidata dall’ingegnere Inverso e dal dott. Nicola Capo, si recarono a Napoli per vedere la tomba del De Matteis e numerosi suoi dipinti, guidati dall’attuale proprietario. Era sempre una festa e un privilegio parlare con lui; ma il destino è più forte di noi. Abbraccio, commosso, i suoi Cari. Lo ricorderemo con grande stima. Buon viaggio verso l’Eternità.” (Giacomo Di Matteo)

Comunicato Stampa
Comunicato Stampahttps://www.cilentoreporter.it/
Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CilentoReporter.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Post correlati

Dello stesso Autore

Devi Leggere

Dopo 2 anni di stop, si rinnova il carnevale di Agropoli

Si rinnova, dopo due anni di stop causa pandemia, l’appuntamento con il Carnevale di Agropoli. Un anno importante il 2023 in quanto la manifestazione,...

Meteo: Nel fine settimana irruzione di aria fredda

Prima di parlare del freddo in arrivo, è bene sottolineare la vera anomalia, il caldo di ieri. Complice il fenomeno del föhn, le temperature massime al...

Agropoli e Trentinara unite da un unico comune denominatore: l’amore.

Le due comunità cilentane si uniscono per dar vita all’iniziativa “I Borghi dell’Amore” cinque giorni di eventi dal 10 al 14 febbraio 2023 per celebrare San Valentino. Questo...

Riattivata la linea FS Battipaglia Potenza

Dalle 14 di oggi (01/02/2023) torneranno a circolare i treni tra le stazioni di Romagnano e Buccino, sulla linea Battipaglia – Potenza. La circolazione su...

Perdifumo: bimbo di 5 mesi muore. La denuncia dei genitori

Era stato visitato poche ore prima in ospedale per problemi respiratori, ma poi rimandato a casa. Ma nel giro di 24 ore, dopo una...