8.9 C
Sessa Cilento
lunedì 5 Dicembre 2022
HomeMagazineScienza e AmbienteCoronavirus, temperature più alte ne ridurranno l'espansione?

Coronavirus, temperature più alte ne ridurranno l’espansione?

Circolano diverse notizie al riguardo: la domanda è se il caldo dei prossimi mesi, con il ritorno della primavera, possa limitare l’espansione del virus. La risposta come vedremo è che non si sa, anche se alcuni virus sono soggetti a stagionalità.

In questi giorni la preoccupazione per l’espansione del coronavirus Covid-19 in Italia e nel mondo è grande ed i mass media pubblicano continuamente notizie aggiornando il numero di contagiati, mentre vengono prese misure eccezionali come la chiusura delle scuole, delle università e dei musei.

Come redazione meteo, la domanda che possiamo farci è se esistano relazioni fra l’espansione del coronavirus e le temperature. Ci avviciniamo infatti alla primavera, che inizierà ufficialmente il 20 marzo con l’equinozio.

La notizia sui media americani per delle dichiarazioni di Trump

Nei giorni scorsi i media americani hanno sottolineato come il presidente statunitense Trump (non certo un esperto in materia…), abbia scritto un tweet riguardante un possibile miglioramento della situazione in Cina grazie all’aumento delle temperature che è immaginabile aspettarsi con l’arrivo della stagione primaverile.

I media hanno subito pubblicato approfondimenti cercando di capire se queste affermazioni fossero veritiere.

Secondo quanto si legge in un articolo pubblicato sul National Geographic, alcuni tipi di coronavirus ed anche alcuni virus influenzali tendono ad espandersi meno nei mesi caldi. C’è quindi una base di verità sul fatto che le temperature più alte possano frenare l’espansione di alcuni virus.

Covid-19: non si sa ancora se le temperature ne influenzano l’espansione

Tuttavia, non c’è nessuno scienziato e nessun articolo scientifico che si azzardi a dire che il Covid-19, il virus che tante preoccupazioni sta portando nel mondo in questi giorni, sia influenzato dalla stagionalità. Del resto, si sa ancora troppo poco di questo virus (è uno dei motivi per cui desta tanto allarme, nonostante stia causando molte meno vittime di altri virus più noti). In sostanza, dicono gli esperti che stanno studiando il coronavirus, è troppo presto per sapere.

Se da una parte alcuni studi mostrano che alcuni tipi di virus si espandono più facilmente in condizioni di freddo e aria secca, dall’altra parte si tratta di studi limitati ad alcuni tipi di virus, e non possiamo trarre quindi conclusioni.

di Leonardo Pasqualini della  Redazione de: Il Meteo.net

Redazione Meteo
Redazione Meteohttps://www.ilmeteo.net/
Redazione de IlMeteo.net. Da più di 20 anni ci dedichiamo alla meteorologia. In questi anni siamo migliorati e siamo cresciuti molto. Oggi le nostre previsioni meteo vengono offerte in tutto il mondo. Non c’è dubbio sul fatto che Meteored sia diventato uno dei progetti di informazione meteorologica pionieri a livello mondiale. Lo dimostrano i professionisti, gli appassionati di meteorologia e tutte le persone che si affidano a noi ogni giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli correlati

Continue to the category

Devi leggere

Caprioli. L’accademia Nazionale Eleatica prosegue il percorso dedicato alla grande musica

Il mese di dicembre si aprirà con un evento unico in Italia: LUCIENNE RENAUDIN VARY, giovanissima trombettista francese, già una leggenda della musica internazionale,...

A Natale consuma campano. Ecco l’iniziativa di sensibilizzazione

Ai nastri di partenza la quindicesima edizione dell'iniziativa denominata "A Natale Consuma Campano" che, attraverso un comitato, si prefigge di sensibilizzare la cittadinanza al...
Contattaci su WhatsaApp

L’Ue detta regole sulla pizza napoletana: ecco quali resteranno fuori dai menù

L’Unione europea tutelerà la Pizza Napoletana Stg, mettendo al bando tutte le imitazioni del prodotto che non rispettano un disciplinare ad hoc. È stato...

Il mese di Dicembre porta piogge. Per il freddo ci sarà da aspettare.

Con l’arrivo di dicembre entra di scena l’inverno meteorologico, la stagione più amata da tutti gli appassionati meteo di freddo e neve. Prima di iniziare...

Campania: le novità del cambio orario invernale del gruppo FS

Oltre 9mila collegamenti al giorno in treno e circa 23mila corse in bus tra Italia ed Europa. Il Polo Passeggeri del Gruppo FS composto...

Dallo stesso Autore