24.5 C
Sessa Cilento
sabato, 18 Maggio 2024
Prima PaginaMeteo CilentoCaldo e afa a inizio settimana: boom di accessi nei Pronto Soccorso....

Caldo e afa a inizio settimana: boom di accessi nei Pronto Soccorso. Le previsioni

Il termometro segnerà temperature sempre più bollenti. L’Aeronautica militare segnala che, nella giornata di lunedì 24 luglio, le temperature saliranno ancora, fuorché al Settentrione, dove, invece, sono attesi rovesci e temporali. Martedì, al Nord ancora piogge, ma in esaurimento a partire dalla sera. Sulle Marche, invece, potrebbe piovere ancora. Le temperature minime saranno in rialzo su Emilia-Romagna, regioni centromeridionali peninsulari, Sardegna orientale e su gran parte della Sicilia; stazionarie o in lieve flessione sul resto del nord. Le temperature massime aumentano su rilievi e aree pedemontane del Piemonte, Salento, Basilicata, Calabria Ionica e Sicilia orientale. Altrove la colonnina di mercurio dovrebbe abbassarsi un po’.

A partire da mercoledì 26 luglio le temperature dovrebbero iniziare a stabilizzarsi sulla media del periodo.  “L’alta pressione di origine africana risulta in leggero arretramento– spiega l’Aeronautica militare-, favorendo lo scorrimento di correnti umide occidentali al Nord e su buona parte del Centro. Questo si traduce in precipitazioni con quantitativi nella norma per il periodo al settentrione, con un segnale sotto media sulle regioni centromeridionali, più deciso al Sud e Isole Maggiori. 

Le temperature continuano a rimanere superiori rispetto al periodo di riferimento al Centro-Sud, specie regioni meridionali, mentre i valori saranno sotto la media del periodo al Nord Italia”. Dal 31 luglio “possibili giornate di instabilità ma con quantitativi nel complesso in linea per il periodo al Centro-Nord, mentre i valori si manterranno lievemente al di sotto della media al Sud. Temperature che risultano in linea rispetto alla media climatologica su parte del Centro peninsulare ed al Sud, al di sotto dei valori tipici invece sul resto della penisola e sulla Sardegna”.

Gli ospedali stanno potenziando la risposta all’emergenza caldo per far fronte all’aumento del numero di pazienti che cercano assistenza presso i pronto soccorso. “Stiamo registrando un aumento medio di accessi del 30% e le aziende sanitarie e ospedaliere stanno modulando la capacità di accoglienza, con posti letto aggiuntivi nelle medicine interne o ambulatori dedicati ai codici minori per alleggerire il carico di accessi nei pronto soccorso”, spiega il presidente della Fiaso, Giovanni Migliore. L’attuale situazione climatica, caratterizzata da temperature elevate e ondate di calore prolungate, ha posto notevoli sfide al sistema sanitario, ma grazie alla collaborazione delle aziende sanitarie e ospedaliere, si sta rispondendo con tempestività ed efficienza all’aumento della domanda di cure mediche.

Non deve mancare in questo momento il supporto dei medici di medicina generale e dei servizi territoriali o nei pronto soccorso la situazione diventerà critica – aggiunge Migliore – È bene ricordare ai cittadini di adottare precauzioni adeguate per proteggersi dalle alte temperature e utilizzare i Pronto Soccorso solo in caso di effettiva necessità. Le aziende sanitarie hanno promosso campagne di sensibilizzazione, attivato numeri verdi e servizi di assistenza domiciliare, incoraggiando la popolazione a prendere misure preventive per evitare i problemi di salute legati alle alte temperature”.

© Diritti Riservati

Agenzia DiRE
Agenzia DiREhttp://www.dire.it
Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno, non è pertanto un articolo prodotto dalla nostra redazione ma è a cura di "Agenzia Dire"

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

La situazione su scala europea vede una anomala fascia di anticicloni fra l’Atlantico, la Scandinavia e la Russia. Questa situazione lascia spazio a un campo mediamente depressionario fra l’Europa centro occidentale e l’Italia
Vanina Lappa, regista italo-francese, dopo Sopra il fiume (2016) che vince il Filmmaker Festival di Milano, ha deciso di immergersi, nell’approfondimento delle antiche culture e tradizioni radicate nel nostro prezioso patrimonio ed in particolare quello del Cilento.
Il Marsili, il  vulcano sottomarino situato nel Mar Tirreno, è  il più grande vulcano d’Europa e del Mediterraneo: qual è il suo stato di attività? È vero che è attivo? Esiste un pericolo tsunami?

Articoli correlati

Dallo stesso Autore