sabato 27 Novembre 2021
8.8 C
Sessa Cilento
sabato 27 Novembre 2021
Prima PaginaMeteo CilentoInverno grande assente. Perchè il freddo non raggiunge i nostri territori?

Inverno grande assente. Perchè il freddo non raggiunge i nostri territori?

Tempo di lettura 3Minuti

- Pubblicità -

Non sarà certo un po’ di aria fredda, in discesa dal nord Atlantico, a cambiare le carte in tavola. Finora l’inverno è stato il grande assente, non soltanto in Italia, ma anche sul resto delle medie latitudini, soprattutto in Europa.

Perché l’inverno continua a latitare sul continente?

La latitanza della stagione invernale nel vecchio continente è da ascrivere ad una serie di fattori, fra cui la presenza di un vortice polare troposferico molto freddo e compatto, che ha mantenuto il flusso perturbato piuttosto intenso, capace di scorrere a gran velocità sull’area atlantica, intorno al 45’-50’ parallelo nord, con ondulazioni (“onde di Rossby”) a tratti marcate.

Tali ondulazioni vengono prontamente tagliate dai poderosi “Jet Streaks” (i massimi di velocità del “getto polare”, veri e propri fiumi d’aria che scorrono ad altissima velocità nell’alta troposfera) che si attivano fra il Pacifico settentrionale, il nord America e l’Atlantico settentrionale, a seguito dell’inasprimento del “gradiente di geopotenziale” e del “gradiente termico” tra le latitudini artiche e l’area temperata.

Un vortice polare molto freddo e compatto cosa comporta?

In particolare sull’Asia orientale, cosi come sul Canada centro-orientale, a causa della bilobazione del vortice polare in due grandi “lobi” secondari (con elevata vorticità positiva in quota) posizionati fra la Siberia orientale e l’Arcipelago Artico canadese, si sono instaurate delle vaste aree con valori di geopotenziali in quota estremamente bassi, quasi a fondoscala, in grado di produrre dei formidabili “gradienti di geopotenziale” che hanno alimentato ulteriormente il ramo principale del “getto polare”, imprimendogli forza e velocità lungo l’intero emisfero.

Questo forte “gradiente di geopotenziale” in quota, che si è venuto ad innescare fra i territori della Siberia orientale e la Cina centrale, ha prodotto possenti “Jet Streaks” che dal Pacifico occidentale, con massimi di velocità di oltre i 300-340 km/h alla quota di 250 hPa, si sono estesi molto velocemente sopra i cieli del Canada e degli USA settentrionali, prima di versarsi sull’Atlantico occidentale, inibendo le spinte meridiane dell’anticiclone delle Azzorre.

Leggi anche:   L'Aifa riconosce il "Tocilizumab" come un "arma" contro il covid. Lo studio del IRCCS Pascale

La presenza di un “getto polare” molto forte, rinvigorito da questi “gradienti di geopotenziale” attivi fra l’Asia orientale ed il nord America, con intensi “Jet Streaks” che si sono distribuiti fra il Pacifico settentrionale e l’Atlantico orientale, fino alle porte dell’Europa occidentale, hanno totalmente inibito lo sviluppo di onde troposferiche vigorose e ben strutturate, capaci di ergersi fino alle latitudini artiche e intaccare dall’interno la figura del vortice polare troposferico, favorendone una sua instabilizzazione o uno “split” completo di quest’ultimo.

Dove si trova il freddo?

In tale contesto di elevata zonalità le masse d’aria molto gelide, d’estrazione artica, rimangono confinate nell’area artica, fra l’altopiano della Siberia orientale (Jacuzia), dove è rimasto attivo un invasivo “lobo siberiano” del vortice polare, e l’area canadese, dove il “lobo canadese” è rimasto piuttosto attivo, presentando un profondo minimo di geopotenziale alla quota di 500 hPa, responsabile del netto rinvigorimento del ramo principale del “getto polare” che tuttora esce a gran velocità dal continente nord americano, con frequenti “Jet Streaks” che attraversano molto rapidamente l’Atlantico, dipanandosi sopra i cieli dell’Europa occidentale.

La persistenza di questa anomalia di geopotenziali estremamente bassi, tuttora preesistente sull’area canadese, continuerà a tenere attivo il flusso perturbato principale sull’Atlantico settentrionale, il quale scorrerà assumendo una marcata componente zonale che penetrerà fin sull’Europa centro-orientale, dove le umide e miti correnti oceaniche riusciranno a penetrare fino al bassopiano Sarmatico, alla regione degli Urali, per raggiungere il cuore della Siberia centro-occidentale, determinando forti anomalie termiche positive anche lì dove i termometri dovrebbero rimanere ancorati sotto la soglia dello zero termico.

A cura della Redazione de: il Meteo.net

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

© Riproduzione Riservata

Redazione Meteohttps://www.ilmeteo.net/
Redazione de IlMeteo.net. Da più di 20 anni ci dedichiamo alla meteorologia. In questi anni siamo migliorati e siamo cresciuti molto. Oggi le nostre previsioni meteo vengono offerte in tutto il mondo. Non c’è dubbio sul fatto che Meteored sia diventato uno dei progetti di informazione meteorologica pionieri a livello mondiale. Lo dimostrano i professionisti, gli appassionati di meteorologia e tutte le persone che si affidano a noi ogni giorno.
spot_img

Devi leggere

I Marunnari del Monte Cervati. Riconoscimento come elementi Culturali immateriali

Riportiamo l'articolo, redatto dal giornalista Lorenzo Peluso (qui l'originale),  del riconoscimento come Elemento Immateriale della Campania de i “Marunnari del Monte Cervati” -   “Un...
Pubblicità

Altre Notizie

Time Line

L’associazione BookCrossing “Camerota” allestisce un’installazione temporanea contro la violenza di genere

0
Fino al 28 novembre 2021, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, l’ associazione BookCrossing "Camerota" sarà presente a Marina di Camerota,...

Guida Michelin 2022. Tanta Campania e un pizzico di Cilento

0
L’insegna dell’inventiva e della qualità, la gastronomia italiana è sempre pronta a rinnovarsi, tra idee originali, grandi firme e – talvolta – anche un...

Molteplici le iniziative nel Cilento, per ribadire il No alla violenza...

0
In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulla donna, ancora una volta si è manifestata,  nel nostro Cilento, una diffusa consapevolezza dell’importanza ...

Stop violenza sulle donne. Un piccolo angolo a San Giovanni Cilento

0
Uno spazio decorato sul quale fa bella mostra di se una panchina rossa, simbolo del posto occupato nel mondo da una donna che non c’è...

Il Vangelo secondo Diego, teologi e giornalisti in campo. Presentazione a...

0
Si presenta venerdì 26 novembre 2021 (ore 17:00) presso la Fondazione “Mezzogiorno Europa” a Palazzo Reale di Napoli , Il Vangelo secondo Diego, volume edito dalla Colonnese,...

Giovedì 25 Novembre: Almanacco, Accadde Oggi, Santo del giorno

0
Il Santo di Oggi: Santa Caterina di Alessandria Santa Caterina, secondo la tradizione vergine e martire ad Alessandria, ricolma di acuto ingegno, sapienza e forza d’animo....