8.4 C
Sessa Cilento
domenica, 3 Marzo 2024
Prima PaginaMeteo CilentoIl maltempo sta coinvolgendo quasi tutte le regioni. Ma come sarà il...

Il maltempo sta coinvolgendo quasi tutte le regioni. Ma come sarà il fine settimana?

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo di livello Giallo per piogge e temporali valido dalle 6 di domani mattina, giovedì 18 gennaio, alle 6 di dopodomani, venerdì 19 gennaio. Si prevedono precipitazioni repentine, anche a carattere di rovescio o temporale. I fenomeni potranno essere improvvisi, intensi e a rapidità di evoluzione. Saranno possibili anche fulmini, grandine e raffiche di vento. L’allerta riguarda tutta la Campania ad esclusione delle zone 4 (Alta Irpinia e Sannio) e 7 (Tanagro). Attenzione al rischio idrogeologico: tra le principali conseguenze dell’impatto al suolo delle precipitazioni si segnalano allagamenti, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, scorrimento delle acque nelle sedi stradali, ruscellamenti con trasporto di materiale, caduta massi e frane. In considerazione della possibile grandine e della presenza di raffiche di vento si raccomanda la massima attenzione ad assicurare la corretta tenuta del verde pubblico nonché delle strutture mobili e temporanee. Previsto un cambiamento delle condizioni del tempo per le prossime ore, un peggioramento per giovedì 18, dove è previsto il transito di una prima perturbazione atlantica che potrà essere anche piuttosto intensa e coinvolgere soprattutto il centro nord. Nel corso della giornata sono previste in estensione sulla Toscana, Lazio, Umbria e settori occidentali di Marche, Abruzzo e Molise, ed in intensificazione, con la possibilità di qualche temporale. Altra neve attesa sull’arco alpino fino a quote collinari, mentre in Appennino è attesa a quote di montagna, dai 1800 metri.

Anche i venti tenderanno a divenire forti, sud-occidentali su Sardegna, Sicilia, Liguria, Appennino Settentrionale, Romagna, Marche, e coste di Toscana e Lazio, con conseguente agitazione del moto ondoso dapprima dei bacini occidentali e poi alla sera anche di Ionio e Adriatico meridionale. Giovedì 18 la perturbazione avrà già proseguito oltre il nostro territorio, ma l’atmosfera sarà ancora instabile e dalla Toscana alla Calabria saranno possibili ancora rovesci o temporali a carattere sparso e alternati anche ad ampie schiarite, qualche addensamento nuvoloso ancora sulle Alpi con quota neve però in rialzo, e infine sarà più asciutto e soleggiato sul resto della penisola. Nel frattempo si starà però isolando un nuovo minimo di pressione sulla Penisola Iberica, che velocemente si sposterà verso est e porterà una nuova fase piovosa tra venerdì 19 e sabato 20, stavolta coinvolgendo principalmente il centro sud. Dunque venerdì 19 in parte avremo rovesci o temporali sparsi tra Triveneto ed Emilia Romagna dovuti all’afflusso di aria fredda che segue il transito della prima perturbazione, e in parte piogge anche diffuse tra Sardegna e regioni centrali per l’arrivo della seconda.

I primi sono previsti in esaurimento entro sera, con la giornata di sabato 20 che sarà soleggiata su tutto il nord Italia, mentre le seconde insisteranno su zone interne del Lazio, Abruzzo Molise Campania Basilicata Puglia Calabria tirrenica e Sicilia settentrionale. Infine domenica 21 la tendenza vede un deciso miglioramento con sole prevalente su tutte le regioni, sarà una bella giornata di sole dunque per buona parte d’Italia, fatto salvo qualche fenomeno residuo ancora sulla Sicilia orientale, ma chiaramente da confermare vista la distanza temporale. I venti si saranno disposti da nord e nord est, forti, di bora sull’alto Adriatico e di tramontana sull’alto Tirreno nella giornata di sabato e poi forti da nord est sul basso Adriatico domenica. Le temperature si manterranno simili ai giorni precedenti durante la settimana, al più in lieve calo nei valori massimi al centro sud o in lieve aumento nei valori minimi al nord.

Minime al nord diffusamente intorno agli 0°C, tra gli 8 ed i 12°C su coste e pianure del centro sud. Massime in Pianura Padana non sopra agli 8°C, fino a 12°C sulle coste di Liguria, Romagna Veneto e Friuli Venezia Giulia. Su coste e pianure del centro e Sardegna previsti valori diurni fino ai 15/16°C , e fino a 18/19°C al sud. Sembra infine che i venti da nord in ingresso nel fine settimana accompagneranno un calo sensibile delle temperature, con il ritorno di intense gelate notturne tra Pianura Padana e zone interne del centro, e valori diurni che domenica 21 difficilmente supereranno i 12/13°C da nord a sud.

© Diritti Riservati

Redazione Meteo
Redazione Meteohttps://www.ilmeteo.net/
Redazione de IlMeteo.net. Da più di 20 anni ci dedichiamo alla meteorologia. In questi anni siamo migliorati e siamo cresciuti molto. Oggi le nostre previsioni meteo vengono offerte in tutto il mondo. Non c’è dubbio sul fatto che Meteored sia diventato uno dei progetti di informazione meteorologica pionieri a livello mondiale. Lo dimostrano i professionisti, gli appassionati di meteorologia e tutte le persone che si affidano a noi ogni giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli

Botta e risposta tra Orazio Schillaci e Vincenzo De Luca. A scatenare la scintilla sono stati i manifesti della Regione Campania in cui la premier Meloni veniva presa di mira e si attribuiva al Governo la chiusura dei pronto soccorso, giudicati dal ministro della Salute “falsa propaganda
Altri 3mila metri quadri di area museale aperti al pubblico. Con la benedizione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La Reggia di Caserta
Una maxi-treccia tricolore in onore del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che oggi ha inaugurato la nuova ala ovest della Reggia di Caserta.

Articoli correlati

In questo ultimo fine settimana del mese di febbraio una perturbazione sta portando pioggia e neve sull'Italia. Preferiamo non parlare di 'maltempo', perché specie in alcune aree, come la Sicilia (ma anche la fascia adriatica, ed altre aree del Sud), il deficit di precipitazioni nelle ultime settimane era allarmante e si sta aggravando la fase di siccità.
Abbiamo trascorso un altro weekend dal tempo prevalentemente stabile e soleggiato su gran parte d’Italia, a causa della persistenza di un solido campo di alta pressione che domina sull’area del Mediterraneo.
Ormai manca davvero poco alla fine dell’inverno meteorologico. La stagione finora è stata molto deludente, soprattutto per la mancanza di ondate di freddo ed eventi nevosi, fino a bassissima quota.

Dallo stesso Autore

In questo ultimo fine settimana del mese di febbraio una perturbazione sta portando pioggia e neve sull'Italia. Preferiamo non parlare di 'maltempo', perché specie in alcune aree, come la Sicilia (ma anche la fascia adriatica, ed altre aree del Sud), il deficit di precipitazioni nelle ultime settimane era allarmante e si sta aggravando la fase di siccità.
Abbiamo trascorso un altro weekend dal tempo prevalentemente stabile e soleggiato su gran parte d’Italia, a causa della persistenza di un solido campo di alta pressione che domina sull’area del Mediterraneo.
Dopo gli ultimi cenni d’instabilità al meridione, a partire dalla giornata di domani (14 Febbraio) il tempo andrà stabilizzarsi su buona parte del territorio nazionale, per il ritorno dell’anticiclone di natura subtropicale, che assicurerà condizioni atmosferiche quasi primaverili.