11.7 C
Sessa Cilento
lunedì, 26 Febbraio 2024
Prima PaginaNotizie LocaliPollica si candida "Città creativa Unesco per la gastronomia"

Pollica si candida “Città creativa Unesco per la gastronomia”

La corsa è partita! È stata presentata ieri (10 marzo 2023)  la candidatura di ‘Pollica e le Terre della Dieta Mediterranea’ come Città Creativa Unesco per la Gastronomia. Stavolta a candidarsi non una sola città, ma una comunità diffusa e coesa negli intenti, da Pollica al Parco nazionale del Cilento, Valle di Diano e Alburni. Comunità di luoghi e persone che, nei secoli, hanno saputo custodire e voluto tramandare patrimoni materiali e immateriali, riserve della biosfera e aree marine, siti archeologici di Paestum e Velia, la transumanza, l’arte del muretto a secco e la Dieta Mediterranea. 

L’annuncio è arrivato a Roma, in occasione della presentazione del numero speciale de “I Piaceri del Gusto”, allegato al quotidiano “La Repubblica”,  dedicato interamente alla Dieta Mediterranea, un’edizione speciale che racconta con testimonianze, progetti, interviste, la strada che ha portato Pollica a essere riconosciuta la Capitale di quello che è noto nel mondo per essere uno stile di vita che unisce una corretta alimentazione con ingredienti locali all’ambiente.

A fare gli onori di casa, il direttore di Repubblica e direttore editoriale del Gruppo Gedi, Maurizio Molinari e il direttore de Il Gusto, Luca Ferrua.

“Per rafforzare la progettualità coinvolgendo in modo proattivo tutti i comuni delle ‘Terre della Dieta Mediterranea’ abbiamo ritenuto ci fossero tutti gli elementi per candidare il nostro territorio a diventare “Città creativa dell’Unesco” – ha dichiarato il Sindaco di Pollica Stefano Pisani – “Nel nostro caso, come successo per Bergamo e le Valli Orobiche, dovremmo presentare una candidatura di territorio capace di mettere in risalto l’unicità, la biodiversità e la ricchezza dei saperi tradizionali che ogni comune del nostro territorio ha contribuito a preservare e tramandare”. Un impegno che si diffonde dalle istituzioni ai singoli, alle persone che con il loro sapere e saper fare hanno perpetrato abitudini diventate arte, dai coltivatori ai pescatori, passando per gli scienziati e le nonne, tutti custodi di conoscenze che hanno reso emblematico il territorio che ha visto nascere, e teorizzare la Dieta Mediterranea grazie agli studi di Ancel Keys.

Una volontà che non si ferma alla carta, ma diventa programmazione di attività, appuntamenti e impegni volti alla diffusione e condivisione di queste conoscenze, a partire dalle scuole. “La Dieta Mediterranea riguarda, anche e soprattutto, le storie delle persone che realizzano  questo stile di vita e questo modello – ha sintetizzato il primo cittadino – Le cuoche e i cuochi, le nonne, le comunità, colori che sono il volto e le mani della cultura da tramandare al futuro, ai giovani e alle storie che verranno. Per questo ci siamo candidati a Città creativa, vogliamo raccontare come preservare la creatività”. Presenti , oltre al Sindaco Pisani, anche i primi cittadini di: San Giovanni a Piro, Montecorice, San Mauro Cilento, Castellabate e Bellosguardo .

© Diritti Riservati

Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli

Il Consorzio di Tutela della mozzarella di bufala campana Dop punta sull’export e moltiplica le iniziative di promozione all’estero. Dalla Francia al Giappone, la Bufala Campana guarda sempre più ai mercati stranieri,
In questo ultimo fine settimana del mese di febbraio una perturbazione sta portando pioggia e neve sull'Italia. Preferiamo non parlare di 'maltempo', perché specie in alcune aree, come la Sicilia (ma anche la fascia adriatica, ed altre aree del Sud), il deficit di precipitazioni nelle ultime settimane era allarmante e si sta aggravando la fase di siccità.
La cittadina più anziana di Sessa Cilento si è spenta oggi (20 Febbraio)  all’età di 103 anni. Si chiamava Teresina La Greca , residente nell’antico piccolo borgo di Valle Cilento.

Articoli correlati

La cittadina più anziana di Sessa Cilento si è spenta oggi (20 Febbraio)  all’età di 103 anni. Si chiamava Teresina La Greca , residente nell’antico piccolo borgo di Valle Cilento.
L'associazione dei consumatori ha inviato una istanza-diffida chiedendo chiarimenti, per quanto di competenza, alla Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino, all’ Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale,.....
Il disegno di legge sull’autonomia differenziata il 23 gennaio scorso è stato approvato dall’aula del Senato, adesso è passato all’esame della Camera.

Dallo stesso Autore

Il Consorzio di Tutela della mozzarella di bufala campana Dop punta sull’export e moltiplica le iniziative di promozione all’estero. Dalla Francia al Giappone, la Bufala Campana guarda sempre più ai mercati stranieri,
La cittadina più anziana di Sessa Cilento si è spenta oggi (20 Febbraio)  all’età di 103 anni. Si chiamava Teresina La Greca , residente nell’antico piccolo borgo di Valle Cilento.
E’ scomparso Stefano Sgueglia l’imprenditore che con la sua famiglia ha restaurato il Castello di Limatola (Benevento) e il Castello di Rocca Cilento