4.5 C
Sessa Cilento
giovedì, 18 Aprile 2024
Prima PaginaMeteo CilentoMeteo: anticiclone e freddo. Cosa accadrà nei prossimi giorni?

Meteo: anticiclone e freddo. Cosa accadrà nei prossimi giorni?

Questo inizio di primavera meteorologica continua ad avere caratteristiche invernali. Nei giorni scorsi abbiamo assistito a diversi episodi nevosi nelle regioni centrali adriatiche e meridionali con fiocchi fino a bassa quota. Fino a venerdì non sono attese nuove precipitazioni significative in tutta l’Italia ma per il weekend si va profilando un peggioramento del tempo sulle isole maggiori e un nuovo ingresso di correnti fredde orientali a partire dalle regioni adriatiche e ioniche.

Insomma l’inverno non vuole ancora cedere il passo alla primavera anche se più che altro dal punto di vista termico: la configurazione atmosferica in atto convoglia aria molto fredda e umida verso l’est Europa, la Turchia ed il Mediterraneo orientale mentre l’Italia si trova in gran parte protetta all’interno del promontorio anticiclonico anche se a tratti interessata dalle masse fredde.

Cosa accadrà nei prossimi giorni

Al momento abbiamo a che fare con un’ondulazione di Rossby definita da un cavo d’onda atlantico che lambisce le isole Azzorre, da un vasto promontorio di alta pressione esteso dall’Algeria al Mar Baltico e dal conseguente cavo d’onda più a oriente disposto tra la Russia interna ed il Mediterraneo orientale (modello ECMWF). Nel week-end una depressione tenderà a formarsi in prossimità delle isole Baleari determinando un peggioramento del tempo sulle nostre isole maggiori. Con questo tipo di circolazione non aspettiamoci però l’arrivo di sistemi perturbati atlantici ben strutturati e consideriamo la possibilità di ricevere ancora, a fasi alterne, folate di aria fredda dalle zone orientali.

Venerdì si avvicina la depressione da ovest anche se non riuscirà a sfondare le difese anticicloniche. Parziale aumento di nuvolosità irregolare su tutta l’Italia, soprattutto quella di tipo medio-basso, localmente più consistente sulle regioni centrali tirreniche e sulla Sicilia orientale dove in serata o nottata non si escludono locali deboli piogge.

Con il temporaneo cedimento della pressione previsto sul Mediterraneo occidentale l’area tra il Golfo del Leone e la Sicilia dovrebbe diventare zona di contrasto con maggiore disponibilità di umidità. Sabato si assisterà così ad un aumento della nuvolosità con possibilità di piogge deboli o moderate in genere.  Domenica, cielo da irregolarmente nuvoloso a poco nuvoloso su tutte le altre regioni. 

© Diritti Riservati

Redazione Meteo
Redazione Meteohttps://www.ilmeteo.net/
Redazione de IlMeteo.net. Da più di 20 anni ci dedichiamo alla meteorologia. In questi anni siamo migliorati e siamo cresciuti molto. Oggi le nostre previsioni meteo vengono offerte in tutto il mondo. Non c’è dubbio sul fatto che Meteored sia diventato uno dei progetti di informazione meteorologica pionieri a livello mondiale. Lo dimostrano i professionisti, gli appassionati di meteorologia e tutte le persone che si affidano a noi ogni giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli

Il "Cilento Battente" promette di essere un'esperienza straordinaria, che unisce la musica tradizionale alla bellezza dei luoghi storici del Cilento. Suonatori di chitarra battente provenienti da diverse regioni del Sud Italia
Prodotto principe ed elemento cardine della dieta mediterranea, l’olio extravergine di oliva non è soltanto un condimento riconosciuto per i suoi numerosi effetti benefici sulla salute, ma rappresenta un vero e proprio patrimonio culturale e gastronomico, simbolo della tradizione e della maestria artigianale italiana.
Venti/venticinque smartphone di ultima generazione, sei-sette coltelli “a molletta” di 13/16 centimetri, sostanza stupefacente (“fumo”) ma anche scarpe e giubbini firmati e di valore.

Articoli correlati

Un promontorio dell’anticiclone delle Azzorre si estende verso l’Italia, raggiungerà il suo culmine proprio sabato e domenica. In quota l’origine dell’alta pressione è subtropicale sempre in prevalenza Azzorriana, solo in parte riceve un contributo dall’Africa.
Le virgolette nel titolo sono più che altro un atto dovuto che intende chiarire che non possiamo propriamente parlare d’estate ad aprile. I suoli ed il mare non hanno certo le temperature tipiche dell’estate e favoriscono quindi ancora fenomeni di inversione termica, c’è ancora molta neve in alta montagna
Ci avviciniamo alle festività pasquali, e possiamo arrivare con la tendenza delle nostre previsioni ad anticipare possibili scenari meteo per quei giorni.

Dallo stesso Autore

Un promontorio dell’anticiclone delle Azzorre si estende verso l’Italia, raggiungerà il suo culmine proprio sabato e domenica. In quota l’origine dell’alta pressione è subtropicale sempre in prevalenza Azzorriana, solo in parte riceve un contributo dall’Africa.
Le virgolette nel titolo sono più che altro un atto dovuto che intende chiarire che non possiamo propriamente parlare d’estate ad aprile. I suoli ed il mare non hanno certo le temperature tipiche dell’estate e favoriscono quindi ancora fenomeni di inversione termica, c’è ancora molta neve in alta montagna
Ci avviciniamo alle festività pasquali, e possiamo arrivare con la tendenza delle nostre previsioni ad anticipare possibili scenari meteo per quei giorni.