8.4 C
Sessa Cilento
venerdì, 19 Aprile 2024
Prima PaginaCilento NotizieElettromagnetismo dal Monte della Stella. I comuni a valle sono al di...

Elettromagnetismo dal Monte della Stella. I comuni a valle sono al di sotto soglia

Il valore di attenzione, a valle del Monte della Stella, non è mai stato superato. Ma è vietato abbassare la guardia quando si parla di inquinamento elettromagnetico, questo è il monito lanciato nel convegno del 6 Ottobre 2021, dal prof. Gerardo Botti, Sindaco di Sessa Cilento, già direttore scientifico dell’Istituto Pascale.

L’importante evento, a cui ha partecipato il Prof. Antonio Giordano docente del dipartimento di Biotecnologie mediche dell’Università di Siena e direttore dello Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine della Temple University di Philadelphia, ha focalizzato l’attenzione su quella  che era stato qualche giorno prima la decisione del Sindaco Botti nell’interdire il Sagrato della Cappella del Monte della Stella, per superamento dei limiti imposti dalla legge,  dei campi elettromagnetici prodotti dalle numerose antenne rice-trasmittenti presenti. Ma per fortuna, se di fortuna si può parlare, arrivano buone notizie dal monitoraggio dei campi elettromagnetici prodotti dalle stazioni radio, telefonia mobile  e Tv, per i comuni a valle del Monte della Stella. Su 91 misurazioni effettuate nel corso del periodo Agosto/Settembre 2021 da Arpa Campania, dopo un esposto alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania,  non è mai stato superato il valore di 6 volt/metro che rappresenta il massimo consentito dalla legge.

Nella totalità delle rilevazioni i valori sono risultati inferiori a 1v/m. «L’obiettivo primario del progetto — si legge nelle conclusioni della relazioni della sezione Arpa  Campania — è stato quello di monitorare il campo elettrico prodotto da Stazioni TRM (Tele-Radio Comunicazioni), attive  sulla sommità del Monte, adiacenti la Cappella e ricadenti nei territori dei Comuni di Lustra,  Stella Cilento, Omignano Cilento e Sessa Cilento. Le misurazioni del campo elettrico prodotto – si legge nel prospetto di analisi –  sono state effettuate in corrispondenza del Sagrato della Cappella, segnalando valori oltre soglia, ossia in media –  21,23 su 6V/m (Valore di Attenzione) e 28,26 su 20V/m (limite di esposizione) .

L’inquinamento elettromagnetico o elettrosmog sono motivo di forti preoccupazioni nell’opinione pubblica. Da studi è emerso che il problema dell’inquinamento elettromagnetico è di non semplice soluzione per le difficoltà di un approccio scientifico corretto, per le incertezze sperimentali sugli effetti biologici e sanitari, per la scarsità e le difficoltà del confronto tra le indagini epidemiologiche esistenti.

Vivendo immersi in un invisibile, inodore, intoccabile ambiente elettromagnetico in parte naturale (emissioni del sole, magnetismo terrestre, scariche atmosferiche) ed in parte artificiale, sempre crescente (tralicci, antenne, ripetitori, apparecchi domestici, telefoni cellulari) è necessario intensificare le ricerche sulla tipologia e l’entità dei rischi e dimostrare l’esistenza di un pericolo rilevante per la salute umana.

© Diritti Riservati

Alessandro Giordano
Alessandro Giordano
Dal Marzo 2015 racconto la nostra terra, il Cilento, mostrandola con gli occhi di chi la ama, la vive e vuole contribuire a farla apprezzare di più ai turisti e ai Cilentani stessi. La Storia, i Personaggi, la Cultura, le Tradizioni e le Contraddizioni, il patrimonio artistico, gli eventi e le iniziative in programma che ritengo più interessanti segnalare, i musei, le attrazioni e le proposte per i turisti, il cibo ed i prodotti del territorio sono i temi principali dei miei articoli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli

L'ultima gara esperita presso Palazzo S. Lucia, è andata deserta mettendo a rischio il servizio che, come già accaduto lo scorso anno, potrebbe non essere attivo per l’intera stagione estiva.
Si terrà martedì 21 maggio 2024 alle ore 17,00 presso l’Aula Consiliare del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, in Via F. Palumbo, a Vallo della Lucania (SA), la cerimonia di premiazione del Premio Artistico - Letterario
I Campi Flegrei sono la più grande caldera urbanizzata attiva nel cuore del continente europeo. A partire dal 2005 è interessata dal fenomeno bradisismico che ..... 

Articoli correlati

L'ultima gara esperita presso Palazzo S. Lucia, è andata deserta mettendo a rischio il servizio che, come già accaduto lo scorso anno, potrebbe non essere attivo per l’intera stagione estiva.
Prodotto principe ed elemento cardine della dieta mediterranea, l’olio extravergine di oliva non è soltanto un condimento riconosciuto per i suoi numerosi effetti benefici sulla salute, ma rappresenta un vero e proprio patrimonio culturale e gastronomico, simbolo della tradizione e della maestria artigianale italiana.
In occasione della prima Giornata Nazionale del Made in Italy, il Ministero della Salute promuove e organizza iniziative dedicate alla Dieta Mediterranea e alla sua importanza nella promozione degli stili di vita sani.

Dallo stesso Autore

Sono stato (è sempre lo sarò) un appassionato del "Maurizio Costanzo Show"; ogni sera restavo incollato allo schermo TV fino alla sua chiusura, intoro all' 1/1 e 30 di notte. Erano gli anni Ottanta, durante una puntata accadde una cosa incredibile che segnò l’esplosione mediatica di Vittorio Sgarbi.
I bambini la aspettano con trepidante attesa. Questa notte, infatti, la Befana lascerà tanti dolciumi a quanti sono stati bravi, mentre chi si è comportato male dovrà accontentarsi di un pezzetto di carbone.
La filiera della mozzarella di bufala campana Dop fa bene all’ambiente ed è sempre più green e sostenibile. Lo rivela un nuovo studio scientifico, realizzato dal professor Luigi Zicarelli e da Roberto De Vivo, Roberto Napolano e Fabio Zicarelli.