5.8 C
Sessa Cilento
mercoledì, 21 Febbraio 2024
Prima PaginaNotizie LocaliI piccoli pescatori del Cilento che praticano l’antica pesca artigianale sono a...

I piccoli pescatori del Cilento che praticano l’antica pesca artigianale sono a rischio estinzione

E’ il grido d’allarme di Bartolomeo Lanzara presidente del Codacons Cilento al Presidente del Parco Nazionale Tommaso Pellegrino. « Da anni i pescatori cilentani denunciano una serie di problemi senza ottenere adeguate risposte  –  spiega Bartolomeo Lanzara, presidente del Codacons Cilento – Da Agropoli a Sapri la situazione della piccola pesca è allarmante. I problemi riguardano la pesca del tonno rosso, la pesca alle alici con la menaica, la pesca con il sistema volante e altri problemi poco conosciuti che il Codacons sta analizzando.

Lo stato della pesca artigianale negli ultimi dieci anni è peggiorato. Le minacce principali sono la  pesca illegale e lo sfruttamento eccessivo delle risorse ittiche fatte con metodi industriali. A dirlo sono i pescatori stessi che sono stati ascoltati da noi per capire le loro ragioni e avviare una difesa per la tutela dei loro interessi. Perché bisogna garantire il reddito delle famiglie dei piccoli pescatori e proteggere gli stock ittici»

« Un aspetto importante riguarda le aree marine protette che vengono considerate dai pescatori di grande utilità per la protezione della biodiversità e delle popolazioni ittiche però i controlli di sorveglianza devono essere più incisivi per scongiurare la pesca illegale – sottolinea Lanzara – E’ necessario il coinvolgimento dei piccoli pescatori nei processi decisionali della pesca nelle acque del Cilento e Golfo di Policastro. E’ opinione diffusa che laddove vengono coinvolti i pescatori nei processi decisionali eventuali misure di chiusure temporali e iniziative varie sono ben accettate e rispettate dai pescatori. Al contrario quando non vengono coinvolti il rispetto delle misure gestionali prese molto spesso viene contestato »

« Per i motivi esposti l’Ente Parco deve intervenire, in tempi brevi, al fianco della piccola pesca artigianale sostenendo le ragioni dei pescatori nei tavoli nazionali ed europei – afferma Lanzara – E’ necessario un intervento deciso dedicato alle problematiche riguardanti il futuro della pesca nell’area protetta. Insomma, bisogna fare squadra per affrontare i problemi del settore. »

© Diritti Riservati

Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

Ultimi Articoli

Abbiamo trascorso un altro weekend dal tempo prevalentemente stabile e soleggiato su gran parte d’Italia, a causa della persistenza di un solido campo di alta pressione che domina sull’area del Mediterraneo.
Centinaia tra sindaci e amministratori della Campania in piazza per dire no all’autonomia differenziata, “una legge truffa che distrugge l’unità d’Italia”
L'associazione dei consumatori ha inviato una istanza-diffida chiedendo chiarimenti, per quanto di competenza, alla Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino, all’ Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale,.....

Articoli correlati

L'associazione dei consumatori ha inviato una istanza-diffida chiedendo chiarimenti, per quanto di competenza, alla Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino, all’ Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale,.....
Il disegno di legge sull’autonomia differenziata il 23 gennaio scorso è stato approvato dall’aula del Senato, adesso è passato all’esame della Camera.
E’ scomparso Stefano Sgueglia l’imprenditore che con la sua famiglia ha restaurato il Castello di Limatola (Benevento) e il Castello di Rocca Cilento

Dallo stesso Autore

E’ scomparso Stefano Sgueglia l’imprenditore che con la sua famiglia ha restaurato il Castello di Limatola (Benevento) e il Castello di Rocca Cilento
A partire da martedì 13 febbraio 6 nuove corse collegheranno le stazioni di Nocera Inferiore e Salerno, potenziando così l’offerta del trasporto regionale sulla linea storica Salerno – Napoli.
Da Venezia a Termini Imerese, passando per Perugia e Putignano. Le principali mete del Carnevale 2024 sono più vicine con i treni e i bus del Polo Passeggeri del Gruppo FS. Trenitalia, Ferrovie del Sud-Est e Busitalia, infatti, hanno incrementato collegamenti e frequenza nei giorni clou dei festeggiamenti per sostenere una mobilità sempre più completa, efficiente e sostenibile.