giovedì 28 Ottobre 2021
12.4 C
Sessa Cilento
giovedì 28 Ottobre 2021
Prima PaginaNotizieNotizie ItaliaCoronavirus, il calendario dei divieti fino al 15 gennaio: zone, date e regole decise dal governo

Coronavirus, il calendario dei divieti fino al 15 gennaio: zone, date e regole decise dal governo

-Pubblictà-

Zona rossa 5 e 6 gennaio, zona gialla 7 e 8 gennaio, zona arancione nel week end e poi ancora gialla. Cosa si può fare e cosa no in Campania.

Le restrizioni per il contenimento della pandemia da Coronavirus non si fermano con la fine delle vacanze di Natale. Dopo il 6 gennaio, ultimo giorno di zona rossa, il Governo ha stabilito dei nuovi divieti. Lo ha fatto in un nuovo decreto legge, approvato nella serata del 4 gennaio dal consiglio dei ministri e firmato ieri, 5 Gennaio, dal Presidente Mattarella. Nei fatti si tratta di un provvedimento ponte che ha lo scopo di monitorare l’impatto delle vacanze natalizie sulla curva dei contagi. A metà gennaio dovrebbe arrivare un nuovo decreto in cui verranno fissati criteri per riaperture e per il mantenimento del meccanismo delle tre fasce.

Cosa ha deciso il governo Conte?



Il decreto stabilisce nuove restrizioni dal 7 al 15 gennaio e cambia i parametri che portano le regioni in zona gialla, arancione e rossa. Nel decreto si stabilisce che il week end del 9-10 sia “arancione” per tutta Italia mentre negli altri giorni entrerà in vigore una fascia “gialla rafforzata” con lo stop agli spostamenti tra le regioni (anche quelle “gialle”). Dopo il 10 però ogni singola regione avrà l’assegnazione di una propria zona. Vediamo giorno per giorno il calendario dei divieti.

6 gennaio 2021: zona rossa

Sono gli ultimi due giorni di zona rossa previsti dal decreto natale del 18 dicembre. Come accaduto nelle finestre dal 24 al 27 dicembre e dal 31 dicembre al 3 gennaio  si può uscire di casa una volta al giorno per recarsi in tutta la regione in compagnia di un’altra persona per incontrare parenti o amici, portando con sé, visto che non rientrano nel conto, i minori di anni 14 o eventuali persone non autosufficienti.

Zona Rossa: cosa si può fare e cosa no

Rimane in vigore l’obbligo della mascherina al chiuso e all’aperto e il coprifuoco dalle 22 alle 5. In questi giorni si può andare dal parrucchiere, mentre i centri estetici sono chiusi. Si possono fare attività motoria e sportiva individuale all’aperto. Si può comprare cibo da asporto fino alle 22 , ma non consumarlo vicino al locale  e ordinare cibo per la consegna a domicilio. Ricapitolando, nella zona rossa:

Gli spostamenti sono consentiti solo per ragioni lavoro, salute, necessità e tra questi rientra l’assistenza ad una persona non autosufficiente; si potrà rientrare nella propria residenza, nel domicilio o nell’abitazione in cui ci si ritrova abitualmente con il partner e anche nelle seconde case ; si potrà andare a fare la spesa e a messa oltre che in farmacia e dal tabaccaio.

Ci si potrà recare a casa di altre persone (in due, ma nel totale non sono contati gli under 14) con spostamenti all’interno della propria regione una sola volta al giorno.

Bar e ristoranti: è consentito solo il servizio a domicilio o l’asporto entro le 22. Restano aperti gli autogrill lungo le autostrade e i bar in stazioni e aeroporti.

I negozi aperti sono: supermercati, alimentari, parrucchieri, barbieri, tabaccai,  farmacie, parafarmacie, librerie, edicole, fiorai, negozi di giocattoli e abbigliamento sportivo, tabacchi e ferramenta, lavanderie e negozi per animali.

7 e 8 gennaio 2021: zona gialla


Entriamo nei giorni che prevedono le novità varate con il decreto del 4 gennaio. L’Italia, e quindi anche la Campania, entra in una zona gialla ‘rafforzata’. Il decreto approvato in Consiglio di ministri “prevede per il periodo compreso tra il 7 e il 15 gennaio 2021, il divieto, su tutto il territorio nazionale, di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, tranne che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute”. E’ quanto si legge nella nota di Palazzo Chigi diffusa dopo il Cdm. È comunque consentito, spiega palazzo Chigi, “il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma”.

9 e 10 gennaio 2021: zona arancione 

Il decreto approvato dal Consiglio dei ministri prevede, “nei giorni 9 e 10 gennaio 2021, l’applicazione, su tutto il territorio nazionale, delle misure previste per la cosiddetta ‘zona arancione’ (articolo 2 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 dicembre 2020). Saranno comunque consentiti, negli stessi giorni, gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia”.

Dall’11 al 15 gennaio cosa succede

In tutta Italia varrà la zona gialla ‘rafforzata’, ovvero con il divieto su tutto il territorio nazionale di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, tranne che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. C’è però una postilla importante in questo caso. Per l’11 gennaio in base ai criteri stabiliti a ottobre e inaspriti con il decreto di ieri, le singole regioni possono essere collocate in zona rossa, arancione o mantenute in zona gialla.

Il decreto varato ieri “conferma sino al 15 gennaio, nei territori inseriti nella cosiddetta ‘zona rossa’, la possibilità, già prevista dal decreto-legge 18 dicembre 2020, n. 172, di spostarsi, una sola volta al giorno, in un massimo di due persone, verso una sola abitazione privata della propria regione. Alla persona o alle due persone che si spostano potranno accompagnarsi i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con queste persone convivono.

Fonte:DPCM

© Riproduzione Riservata

Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

Il portale di informazione web "Cilento Reporter" da sempre con impegno e  dedizione per un'informazione libera da qualsiasi vincolo, economico e non. Stiamo continuando ad aggiornarti e a informarti in questo periodo così sconcertante. Ma abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a far sentire la nostra, la Tua voce. A volte siamo scomodi, ma notiamo che i nostri articoli sono molto seguiti. A volte siamo sinceri e schietti fino all'antipatia, ma notiamo che c'è bisogno anche di questo. A volte siamo duri, ma quando la situazione lo richiede.
Siamo sempre liberi, perché  non ci lega vincolo alcuno. Non percepiamo fondi pubblici e selezioniamo rigorosamente le pubblicità accettandole solo se provengono da realtà etiche e che hanno a cuore l'ambiente e la salute.
Per questo continuare a far sentire la nostra voce non è facile. E abbiamo bisogno di te che ci leggi, come di tutti coloro che hanno a cuore l'informazione indipendente.

spot_img

Devi leggere

Un’eccellenza da 680 milioni annui: la rucola della Piana del Sele Igp

Ha un giro d’affari di 680 milioni di euro all’anno e una produzione media pari a 400mila tonnellate, il 73% circa del totale nazionale;...
Pubblicità

Notizie Correlate

Altre Notizie

Dello stesso autore

Un’eccellenza da 680 milioni annui: la rucola della Piana del Sele...

0
Ha un giro d’affari di 680 milioni di euro all’anno e una produzione media pari a 400mila tonnellate, il 73% circa del totale nazionale;...

Consac: mancato invio delle bollette, ecco come fare per richiederle

0
E’ da qualche tempo che le bollette per il consumo di acqua potabile gestita da Consac non vengono recapitate. Molte le segnalazioni  degli amministratori...

A Paestum il congresso internazionale di medicina sul post pandemia

0
Al Forum Scientifico di Paestum 2021 saranno trattati i temi più attuali della medicina interna, della immunologia clinica e delle malattie allergiche e dermatologiche...

Le grotte della Campania e il Cilento al centro delle speleologie...

0
Centinaia di speleologi da tutta Italia e da diversi Paesi europei si preparano a sbarcare a Marina di Camerota, che dal 29 ottobre al...

Video-racconto sul monitoraggio della qualità dell’aria sui monti Alburni

0
E' di Arpa Campania il nuovo video-racconto della serie dedicata alle stazioni di monitoraggio della qualità dell’aria. Questa volta i tecnici Arpac sono a...

Nuovo ciclone all’estremo Sud, possibile medicane? Le previsioni per Ognissanti

0
Il ciclone responsabile del maltempo si è spostato verso la Grecia determinando un temporaneo miglioramento in particolare su Calabria e Sicilia. Cerchiamo di capire...