8.8 C
Sessa Cilento
domenica, 25 Febbraio 2024
Prima PaginaMeteo CilentoMeteo Cilento: l’estate non decolla, week-end ancora incerto

Meteo Cilento: l’estate non decolla, week-end ancora incerto

Giugno per le convenzioni della Meteorologia è considerato il primo mese dell’estate. La prima decade ha mostrato soprattutto il volto primaverile di questo mese che spesso, negli ultimi vent’anni, è stato protagonista delle prime fiammate calde. Sia chiaro, nulla di particolarmente anomalo, se vogliamo questo giugno sembra uscito dagli anni settanta. Vedrete che alla fine non si discosterà molto dalla media per quanto riguarda le temperature, semplicemente non siamo più molto abituati a vederlo così volubile e orfano degli anticicloni africani.

D’altro canto, il tempo non potrebbe andare diversamente con il tipo di circolazione in corso.

Trovarsi con un anticiclone in quota che si trastulla tra la Scandinavia e le Russia non può che avere come contraltare una fascia centroeuropea, ed in parte mediterranea, caratterizzata da campi di pressione poco strutturati e a volte proprio depressionari. Ecco quindi che se non evolverà lo schema saremo alternativamente interessati da fronti veri e propri o da condizioni di variabilità incline all’instabilità.

A volte, come nel caso dei prossimi due giorni, temporanei e timidi promontori anticiclonici regalano pause con maggior soleggiamento, non sempre su tutto il territorio nazionale.

Evoluzione atmosferica

Tra giovedì e venerdì si avrà una generale attenuazione dell’instabilità su gran parte delle regioni italiane, non proprio tutte. Questo sarà dovuto all’instaurarsi di una “sella” anticiclonica sui mari italiani compresa tra una depressione presente tra la Manica ed il Golfo di Biscaglia e una più blanda attiva tra i Balcani e la Turchia (modello ECMWF).
Domenica ricompariranno nuove smagliature nel tessuto anticiclonico e con esse la propensione a moderata instabilità a nordest e sulle regioni centrali.

Meteo prossimi giorni

Giovedì ancora parecchio instabile con tempo variabile e a tratti nuvoloso su quasi tutte le regioni. Saranno possibili piogge sparse e rovesci temporaleschi, soprattutto sulle regioni centrosettentrionali. Qualche temporale forte potrebbe verificarsi sulle regioni centrali tirreniche. Venerdì più soleggiato con cielo tra poco nuvoloso ed irregolarmente nuvoloso. Temperature massime sui 24/27 gradi al nord, fino a 27/30 sulle isole maggiori.

Il tempo del week-end

Sabato graduale aumento della nuvolosità sulle regioni centrali del versante tirrenico con associate piogge sparse e rovesci temporaleschi. Saranno gli effetti di un richiamo più umido associato alla depressione centrata sulla Bretagna. Tempo migliore sulle altre regioni con cielo tra poco nuvoloso e parzialmente nuvoloso. La risalita di aria più calda favorirà un aumento di un paio di gradi delle temperature massime, soprattutto al sud con valori superiori ai 30 gradi in Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Domenica miglioramento a nordovest. Locali rovesci potranno avere luogo anche sulle regioni centromeridionali nelle ore pomeridiane, in particolare sull’Appennino e lungo il litorale tirrenico da Roma alla Calabria. Temperature senza variazioni di rilievo.

Tendenza successiva: tempo ancora volubile.

Analizzando le carte si nota come i tentativi di sviluppo di un promontorio anticiclonico africano nei primi giorni della prossima settimana sul Mediterraneo centroccidentale siano destinati ad essere sistematicamente vanificati da saccature depressionarie attive tra nord e centro Europa. Sia lunedì che martedì prossimi dovrebbero quindi ancora riservare condizioni di variabilità con tendenza a rovesci e temporali tra il pomeriggio e la sera, lunedì più probabili al sud.

Da mercoledì sembrano poter godere di tempo più soleggiato e stabile le regioni meridionali mentre il centronord potrebbe ancora essere bersaglio di contributi umidi ed instabilità ad intermittenza.

A cura della redazione de: ilmeteo.net

© Diritti Riservati

Redazione Meteo
Redazione Meteohttps://www.ilmeteo.net/
Redazione de IlMeteo.net. Da più di 20 anni ci dedichiamo alla meteorologia. In questi anni siamo migliorati e siamo cresciuti molto. Oggi le nostre previsioni meteo vengono offerte in tutto il mondo. Non c’è dubbio sul fatto che Meteored sia diventato uno dei progetti di informazione meteorologica pionieri a livello mondiale. Lo dimostrano i professionisti, gli appassionati di meteorologia e tutte le persone che si affidano a noi ogni giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli

Il Consorzio di Tutela della mozzarella di bufala campana Dop punta sull’export e moltiplica le iniziative di promozione all’estero. Dalla Francia al Giappone, la Bufala Campana guarda sempre più ai mercati stranieri,
In questo ultimo fine settimana del mese di febbraio una perturbazione sta portando pioggia e neve sull'Italia. Preferiamo non parlare di 'maltempo', perché specie in alcune aree, come la Sicilia (ma anche la fascia adriatica, ed altre aree del Sud), il deficit di precipitazioni nelle ultime settimane era allarmante e si sta aggravando la fase di siccità.
La cittadina più anziana di Sessa Cilento si è spenta oggi (20 Febbraio)  all’età di 103 anni. Si chiamava Teresina La Greca , residente nell’antico piccolo borgo di Valle Cilento.

Articoli correlati

In questo ultimo fine settimana del mese di febbraio una perturbazione sta portando pioggia e neve sull'Italia. Preferiamo non parlare di 'maltempo', perché specie in alcune aree, come la Sicilia (ma anche la fascia adriatica, ed altre aree del Sud), il deficit di precipitazioni nelle ultime settimane era allarmante e si sta aggravando la fase di siccità.
Abbiamo trascorso un altro weekend dal tempo prevalentemente stabile e soleggiato su gran parte d’Italia, a causa della persistenza di un solido campo di alta pressione che domina sull’area del Mediterraneo.
Ormai manca davvero poco alla fine dell’inverno meteorologico. La stagione finora è stata molto deludente, soprattutto per la mancanza di ondate di freddo ed eventi nevosi, fino a bassissima quota.

Dallo stesso Autore

In questo ultimo fine settimana del mese di febbraio una perturbazione sta portando pioggia e neve sull'Italia. Preferiamo non parlare di 'maltempo', perché specie in alcune aree, come la Sicilia (ma anche la fascia adriatica, ed altre aree del Sud), il deficit di precipitazioni nelle ultime settimane era allarmante e si sta aggravando la fase di siccità.
Abbiamo trascorso un altro weekend dal tempo prevalentemente stabile e soleggiato su gran parte d’Italia, a causa della persistenza di un solido campo di alta pressione che domina sull’area del Mediterraneo.
Dopo gli ultimi cenni d’instabilità al meridione, a partire dalla giornata di domani (14 Febbraio) il tempo andrà stabilizzarsi su buona parte del territorio nazionale, per il ritorno dell’anticiclone di natura subtropicale, che assicurerà condizioni atmosferiche quasi primaverili.