18.9 C
Sessa Cilento
mercoledì, 12 Giugno 2024
Prima PaginaMeteo CilentoIl meteo di fine anno. L'alta pressione non molla il Sud-Italia

Il meteo di fine anno. L’alta pressione non molla il Sud-Italia

Anche il 2022 sta terminando e lo sta facendo mantenendo la tendenza di buona parte dell’anno e soprattutto dei giorni scorsi. Infatti l’Italia continua ad essere interessata da una vasta zona di alta pressione che ci ha portato un Natale all’insegna del bel tempo, senza precipitazioni, con tanto sole e con temperature decisamente troppo elevate, localmente oltre 5 gradi al di sopra della media stagionale.

Nei prossimi giorni però il campo di alta pressione registrerà un leggero indebolimento che porterà ad un aumento della variabilità atmosferica al centro-nord. Tra le conseguenze di questa lieve flessione quelle più evidenti saranno: il generale aumento della nuvolosità, perlopiù di tipo basso e stratificato, poco consistente, che quindi difficilmente porterà fenomeni degni di nota, a parte qualche locale precipitazione al nord; e il diffuso calo delle temperature, in special modo per quanto riguarda i valori massimi.

Queste diminuzioni faranno sì che al nord si tornino a registrare valori prevalentemente in linea con quelli tipici per la fine di dicembre, con temperature minime che localmente si riporteranno al di sotto dello zero e temperature massime tendenzialmente comprese tra i 5 e i 10 gradi. Invece al centro-sud continueremo ad avere comunque temperature perlopiù al di sopra della media stagionale. Durante la notte lungo l’Appennino si torneranno a registrare temperature negative, mentre durante le ore centrali della giornata ci aspettiamo valori compresi perlopiù tra i 10 e i 15 gradi. Sulle due isole maggiori i cali termici saranno inferiori e infatti qui continueremo ad avere temperature massime prevalentemente al di sopra dei 15 gradi, con picchi intorno ai 20 gradi.

Questo leggerissimo peggioramento nelle condizioni meteorologiche durerà molto poco, infatti ci interesserà perlopiù tra la giornata di domani, 28 dicembre, e il 30 dicembre. Successivamente è atteso un nuovo rinforzo del promontorio di alta pressione, sempre di origine nord-africana, che ci proteggerà dall’arrivo di eventuali perturbazioni portando tempo stabile, asciutto e soleggiato, con nuovi rialzi termici. Seguendo questa tendenza meteorologica quindi ci aspettiamo che l’ultimo giorno dell’anno sia accompagnato dal bel tempo. Ci attende una giornata caratterizzata da cielo in prevalenza sereno o al limite poco nuvoloso e senza precipitazioni degne di nota associate.

Come anticipato le temperature torneranno ad aumentare, non ai livelli dei giorni scorsi, ma ci riporteremo diffusamente al di sopra delle medie anche al nord. La giornata assolata porterà temperature indicativamente comprese tra i 10 e i 20 gradi al centro-sud e sulle due isole maggiori e tendenzialmente tra i 5 e i 10 gradi al nord.

Infine, anche il primo giorno del 2023 sarà caratterizzato da condizioni meteorologiche di generale stabilità atmosferica, con tempo tendenzialmente asciutto e soleggiato e con temperature miti e gradevoli. Questa ovviamente è una tendenza meteorologica che andrà verificata nei prossimi giorni con l’uscita dei nuovi aggiornamenti nei modelli matematici per poter elaborare una previsione puntuale e attendibile. [M.E.]

© Diritti Riservati

Redazione Meteo
Redazione Meteohttps://www.ilmeteo.net/
Redazione de IlMeteo.net. Da più di 20 anni ci dedichiamo alla meteorologia. In questi anni siamo migliorati e siamo cresciuti molto. Oggi le nostre previsioni meteo vengono offerte in tutto il mondo. Non c’è dubbio sul fatto che Meteored sia diventato uno dei progetti di informazione meteorologica pionieri a livello mondiale. Lo dimostrano i professionisti, gli appassionati di meteorologia e tutte le persone che si affidano a noi ogni giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Continua incessante il monitoraggio  di tutto  il litorale alla ricerca di tracce e nidi, di tartarughe. L’obiettivo principale di conservare e proteggere la tartaruga marina Caretta Caretta dalle minacce
Venerdì 21 giugno 2024, alle ore 17:00, presso la Sala Torre – Palazzo Sant’Agostino della Provincia di Salerno, si terrà al conferenza stampa della Seconda Edizione del Premio Internazionale “Cilento In Opera Festival”
Da venerdì 14 giugno tornano le serate estive al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa con la riapertura delle “Terrazze Pietrarsa”.

Articoli correlati

Dallo stesso Autore