11.7 C
Sessa Cilento
domenica 27 Novembre 2022
HomeNotizie Locali25 Aprile 2022. Pisciotta onora Giuseppe Veneroso, Partigiano della Libertà

25 Aprile 2022. Pisciotta onora Giuseppe Veneroso, Partigiano della Libertà

Il parco giochi bambini  è il luogo ideale per  legare il nome di un combattente per la giustizia, ai momenti spontanei della puerizia e perciò a quella libertà, a cui tanti uomini hanno dedicato la propria vita. Giuseppe Veneroso (Pisciotta 1921-Prato 2009), appartiene a pieno titolo alla schiera di quegli italiani eletti che con il loro operato tanto  hanno contribuìto al trionfo dei valori fondanti della Repubblica Italiana ed al recupero dei  sentimenti più nobili, quale la solidarietà tra gli uomini.

L’operato di Giuseppe Veneroso-persona affidabile-procede con l’azione di Giovanni Palatucci, riconosciuta con l’attribuzione di “Giusto tra le Nazioni”, sancita dallo Stato di Israele nel 1990. ”.  Peppo Veneroso , insignito di molteplici onorificenze, tra cui la Medaglia d’oro al Merito di servizio, il Sigillo d’Argento del Comune di Prato, oltre il prestigioso riconscimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri di Partigiano Combattente, nella Guardia di Finanza, per essersi distinto in azioni di guerra, ottiene finalmente anche a Pisciotta, suo paese natìo, il tributo di gratitudine dei suoi compaesani.

>LEGGI QUI LA STORIA DI GIUSEPPE VENEROSO

La richiesta di intitolazione  – avanzata dal Comitato “Peppo Veneroso-Partigiano della Libertà” , ( promosso da Cilento Cultura in Movimento e ANPI-Associazione Nazionale Partigiani d’Italia-Salerno, in collaborazione con – Tullio Foà-Comunità Ebraica ,Napoli – Angelo Picariello, giornalista e scrittore -Museo della Memoria – Centro Studi Giovanni Palatucci, Campagna- Ass.ne Naz.le Carabinieri, Caprioli -Ass.ne Naz.le Combattenti e Reduci, Pisciotta) – è stata favorevolmente accolta dalla Amministrazione Comunale e dal sindaco on. Ettore Liguori.

Dalle macerie della guerra, gli italiani diedero vita alla ricostruzione- economica, sociale e civica i cui valori sfociarono nel 1948 nella Costituzione Italiana, documento fondativo della Repubblica Italiana. Una pagina della storia, dunque, che tocca da vicino noi tutti!

Con Peppo, la Storia con la S maiuscola, apparentemente così distante da noi, fa capolino a Pisciotta, a dimostrazione di come una persona comune, uno di noi, abbia potuto, con la sua azione, dare un contributo-unitamente ai suoi compagni d’armi ed a tanto popolo-alla democrazia e alla libertà, diritti imprescindibili dell’uomo. Valori di cui oggi si avverte ancora di più l’importanza vitale, senza i quali non può esserci Pace!

Comunicato Stampa
Comunicato Stampahttps://www.cilentoreporter.it/
Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CilentoReporter.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli correlati

Continue to the category

Devi leggere

Codacons Cilento: “per rilanciare il territorio serve una nomina al Parco qualificata e competente”

In questi giorni sui mass media e in via ufficiosa rimbalzano i nomi dei “papabili” alla nomina ministeriale per la scelta del nuovo presidente...

Meteo: nel week-end ancora maltempo. Campania divisa in due

Dopo una breve tregua dopo il ciclone Poppea, che ha causato allagamenti, alberi caduti e due vittime in Campania, nel week end è attesa sull’Italia una nuova ondata di...
Contattaci su WhatsaApp

Meteo forti temporali: la Campania passa da allerta gialla ad arancione

Peggiora il maltempo sulla Campania tanto che la Protezione civile regionale ha emanato un nuovo avviso

Addio a “nonna Rosetta”. Ha reso popolari le tradizioni del sud Italia

Addio nonna. "Ti chiamiamo nonna, perché per tutti noi sei stata veramente una nonna, oltre che la nostra migliore amica”. Così sul profilo Instagram...

Agricola: spesa e territorio. Ogni sabato l’opportunità per conoscere il Vallo di Diano

Comprare direttamente dai produttori comporta molteplici vantaggi, tra cui portare in tavola prodotti più freschi, più salubri e fare un gesto che sostiene concretamente il proprio territorio e la sua...

Dallo stesso Autore