9.5 C
Sessa Cilento
domenica 27 Novembre 2022
HomeNotizie LocaliRai1, con "Linea verde", continua il suo viaggio nel Cilento

Rai1, con “Linea verde”, continua il suo viaggio nel Cilento

Nella puntata di domenica 16 gennaio alle ore 12.20 su Rai1, continua il viaggio di “Linea Verde” nel territorio del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, spingendosi dalle vestigia di Paestum fino ai confini della Basilicata, nella zona di Sapri e Scario. Un viaggio dedicato a tutti quei sapori e a quelle tradizioni che hanno contribuito alla formazione della dieta mediterranea, “patrimonio immateriale dell’umanità”, che proprio qui nel Cilento ha una delle sue case.

Il Cilento è infatti uno dei territori italiani con più centenari e da decenni attira l’attenzione di studiosi di tutto il mondo, che cercano di comprendere i legami tra stile di vita, cibo, e longevità. Beppe Convertini e Peppone racconteranno le storie di pescatori, agricoltori, cuochi, artigiani che hanno scelto di vivere nel Cilento che, con le sue meraviglie naturalistiche, è una zona splendida da scoprire non solo in estate, ma in tutte le stagioni. E l’olio d’oliva sarà l’elemento cardine per continuare a ragionare di salute e longevità in una terra di centenari: si parteciperà a una raccolta tardiva nella zona di Perdifumo e si seguirà dal frantoio alla tavola — la produzione dell’olio extravergine d’oliva del Cilento Dop.

Sessa Cilento, sarà protagonista con l’artigiano-bottaio Mario Grambone (nella foto di copertina), invece la tappa di Sapri sarà particolarmente preziosa per ragionare sul contributo benefico del mare alla nostra tavola insieme a pescatori che, con il loro lavoro, perpetuano un’antica tradizione. Ancora a Sapri si incontreranno una famiglia di fornai che prepara ancora “u pane ri pescatori”, “il pane dei pescatori”, e un gelataio molto particolare, che nelle sue ricette utilizza tutti gli ingredienti del suo territorio, anche i più insoliti. Ampia pagina culinaria, da Agnone Cilento a Piaggine, fino a Piano Vetrate per comprendere come gusto e benessere vadano spesso a braccetto nella cucina cilentana, con un finale dedicato alla squisita pizza “ammaccata”.

Alessandro Giordano
Alessandro Giordano
Dal Marzo 2015 racconto la nostra terra, il Cilento, mostrandola con gli occhi di chi la ama, la vive e vuole contribuire a farla apprezzare di più ai turisti e ai Cilentani stessi. La Storia, i Personaggi, la Cultura, le Tradizioni e le Contraddizioni, il patrimonio artistico, gli eventi e le iniziative in programma che ritengo più interessanti segnalare, i musei, le attrazioni e le proposte per i turisti, il cibo ed i prodotti del territorio sono i temi principali dei miei articoli.

1 commento

  1. Come sempre straordinaria la mia terra
    Anche se da più di 40 anni sono espatriata al nord per lavoro e poi matrimonio ma ritorno sempre per il mare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli correlati

Continue to the category

Devi leggere

Codacons Cilento: “per rilanciare il territorio serve una nomina al Parco qualificata e competente”

In questi giorni sui mass media e in via ufficiosa rimbalzano i nomi dei “papabili” alla nomina ministeriale per la scelta del nuovo presidente...

Meteo: nel week-end ancora maltempo. Campania divisa in due

Dopo una breve tregua dopo il ciclone Poppea, che ha causato allagamenti, alberi caduti e due vittime in Campania, nel week end è attesa sull’Italia una nuova ondata di...
Contattaci su WhatsaApp

Meteo forti temporali: la Campania passa da allerta gialla ad arancione

Peggiora il maltempo sulla Campania tanto che la Protezione civile regionale ha emanato un nuovo avviso

Addio a “nonna Rosetta”. Ha reso popolari le tradizioni del sud Italia

Addio nonna. "Ti chiamiamo nonna, perché per tutti noi sei stata veramente una nonna, oltre che la nostra migliore amica”. Così sul profilo Instagram...

Agricola: spesa e territorio. Ogni sabato l’opportunità per conoscere il Vallo di Diano

Comprare direttamente dai produttori comporta molteplici vantaggi, tra cui portare in tavola prodotti più freschi, più salubri e fare un gesto che sostiene concretamente il proprio territorio e la sua...

Dallo stesso Autore