9.5 C
Sessa Cilento
sabato 26 Novembre 2022
HomeCampania NotizieGli Eventi del Gennaio in Musica per Castellammare di Stabia

Gli Eventi del Gennaio in Musica per Castellammare di Stabia

Si prevede un mese di Gennaio ricco di eventi a cura dall’agenzia Everlive Italia, fortemente voluti dal Sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino, l’Amministrazione tutta e in particolare l’Assessore agli Eventi Gaetano De Stefano. L’obiettivo è quello di continuare a diffondere cultura e bellezza in questo momento di estrema difficoltà causato dalla pandemia. Everlive Italia di recente si è aggiudicata il primo posto per l’organizzazione di tre promettenti progetti. La Città Metropolitana di Napoli, nell’ambito delle proprie competenze statutarie e in esecuzione della deliberazione del Consiglio Metropolitano adottata in data 25/11/2021, ha inteso innalzare la crescita culturale, economica e sociale dei cittadini dell’area metropolitana sostenendo le iniziative promosse dai Comuni sul territorio metropolitano, attraverso l’erogazione di sovvenzioni, ai sensi del vigente “Regolamento per la concessione del patrocinio e di provvidenze economiche”. Sulla base di questo, a partire da oggi mercoledì 12 Gennaio alle ore 17,30, al Supercinema Castellammare i “100 anni di Enrico Caruso” dibattito e proiezioni con la partecipazione di Fondazione CIVES – MAV.

Progetto di Enrico Caruso, la voce e il mito. Con la presenza di Gaetano Cimmino Sindaco di Castellammare di Stabia, Luigi Vicinanza Presidente Fondazione Cives – Mav, Diana Carosella Assessore alla Cultura. Modera Pierluigi Fiorenza. Una giornata voluta fortemente dall’Amministrazione e dalla Fondazione Mav, in vista sia del centenario del tenore Caruso e dell’anniversario della nascita di Raffaele Viviani, obiettivo dell’incontro è celebrare le eccellenze partenopee che tanto ci onorano. La sinergia tra il Mav e l’Assessore alla Cultura hanno posto, inoltre, come elemento fondante la rivalutazione dei Musei. Questo è solo un primo passo per l’organizzazione futura di altri eventi che vedranno lavorare il Comune di Castellammare e i Musei in perfetta sinergia. Martedì 18 Gennaio alle ore 20,30, al Supercinema Castellammare, sarà la volta dello spettacolo teatrale “Resilienza 3.0” di e con Massimiliano Gallo, all’interno del progetto Parola al Teatro. L’attore Massimiliano Gallo torna in scena dopo il successo dello scorso anno di “Resilienza 2.0”, e lo fa con il suo stile, la sua ironia, convinto che si possa raccontare questo momento tremendo attraverso una comica riflessione dei fatti, a volte poetica, sempre pungente. Il pubblico rivivrà insieme a Gallo i momenti della quarantena: le paure, la noia, l’immobilità, la voglia di evadere, le lezioni online, la palestra fatta in casa, in una condivisione problematica e a volte drammaticamente comica degli spazi vitali.

In scena con lui i compagni di sempre: Shalana Santana e Pina Giarmanà, accompagnati dal Maestro Mimmo Napolitano al pianoforte e da Davide Costagliola al contrabbasso e Giuseppe Di Colandrea al clarion. Sabato 22 Gennaio alle ore 20,00, presso la Chiesa del Gesù di Castellammare, “LuxAnimae” si esibiranno Marina Bruno, Ondanueve String Quartet con ospite Mariano Rigillo. Progetto di Musica all’Altare. Sonorità acustiche, elettronica, vocalità spiegata, influssi ritmici popolari, testi sacri, profani, atmosfere meditative, incursioni nella musica etnica e nel barocco, fino al pop contemporaneo. Musiche che provengono da mondi, stili, epoche, culture lontanissime.“LuxAnimae” vede la luce nel momento forse più difficile degli ultimi decenni per molta parte dell’umanità, ed è figlio di dubbi, riflessioni, incertezze, aspirazioni, volte a creare una linea di comunicazione con qualcosa di “superiore”, una sorta di entità che possa illuminare gli animi indicando la strada per il ritorno alla serenità individuale e globale.

L’ingresso ai tre spettacoli è gratuito fino ad esaurimento posti. È necessario esibire obbligatoriamente il Super Green Pass, ed essere muniti di Mascherina FFP2. Gli appuntamenti con gli artisti saranno al chiuso e nel pieno rispetto delle normative anti-Covid. Proprio a causa degli stringenti protocolli, non ci è stato possibile prevedere manifestazioni all’aperto per tutto il mese e fino al protrarsi di questa quarta ondata. Manifestazioni che contiamo di mettere in campo già questa primavera. Godiamoci questo Gennaio in Musica in piena sicurezza.

Per ulteriori info: 081 3900111 – info@everliveitalia.it

Comunicato Stampa
Comunicato Stampahttps://www.cilentoreporter.it/
Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CilentoReporter.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli correlati

Continue to the category

Devi leggere

Meteo forti temporali: la Campania passa da allerta gialla ad arancione

Peggiora il maltempo sulla Campania tanto che la Protezione civile regionale ha emanato un nuovo avviso

Addio a “nonna Rosetta”. Ha reso popolari le tradizioni del sud Italia

Addio nonna. "Ti chiamiamo nonna, perché per tutti noi sei stata veramente una nonna, oltre che la nostra migliore amica”. Così sul profilo Instagram...
Contattaci su WhatsaApp

Agricola: spesa e territorio. Ogni sabato l’opportunità per conoscere il Vallo di Diano

Comprare direttamente dai produttori comporta molteplici vantaggi, tra cui portare in tavola prodotti più freschi, più salubri e fare un gesto che sostiene concretamente il proprio territorio e la sua...

A Camerota un nuovo appuntamento di “Liber Fest”: Libri per un pensiero libero

Sabato 19 novembre, alle ore 18:30, presso la sede della Fondazione Meeting del Mare C.R.E.A a Camerota, Flavio Giordano presenterà il suo ultimo libro, dal titolo "Sognando...

Al museo archeologico romano di Positano un cantiere didattico dell’Istituto centrale per il restauro del Ministero della Cultura

Nel mese di novembre avrà inizio il cantiere didattico ICR per lo studio e la conservazione dei dipinti murali della domus ipogea del Museo Archeologico Romano (MAR) di Positano.

Dallo stesso Autore