7.2 C
Sessa Cilento
venerdì, 1 Marzo 2024
Prima PaginaMagazineAttualitàStop violenza sulle donne. Un piccolo angolo a San Giovanni Cilento

Stop violenza sulle donne. Un piccolo angolo a San Giovanni Cilento

Uno spazio decorato sul quale fa bella mostra di se una panchina rossa, simbolo del posto occupato nel mondo da una donna che non c’è più, portata via dalla violenza che molto spesso ha la sua origine in ambito familiare. Questo il piccolo spazio ritagliato sulla provinciale che fa da cerniera tra i piccoli borghi di Guarrazzano e San Giovanni, frazioni di Stella Cilento; spazio predominante proprio oggi, 25 Novembre, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. L’iniziativa è stata promossa, qualche anno fa, dal consigliere di maggioranza del Comune di Stella Cilento ed attivista del Movimento 5Stelle Massimo Lerro che ha voluto riunire intorno a se le migliori maestranze del luogo, i quali, volontariamente e senza lucro hanno cooperato; numerosi, invece, gli abitanti e non del borgo che hanno concorso materialmente alla nascita di questo sito. Ed è con lui che mi soffermo ad ammirare questo piccolo intaglio corredato da ceramiche della bottega artigiana di Marianna Sofia Matria, panchine in legno, fari pronti ad illuminare il sito al primo calar del sole e flora pronta al rigoglìo, tutti proventi di donazioni o manufatti ed un monumento in pietra, intagliato dal maestro Pasquale Tierno, sul quale è posizionata una scarpa da donna (sempre in pietra), altro simbolo forte di questa particolare giornata. Elemento quasi predominante di quell’angolo, un quadro, crudo ma vero della pittrice Deborah Rotella(qui la pagina facebook del luogo) a sottolineare la tragicità degli eventi.

“Nella piccola località in cui viviamo, una panchina si accende di rosso e spezza la nostra quotidianità per rievocare la memoria delle numerosissime donne, vittime di violenza che hanno perso la vita per mano di uomini – dichiara Massimo Lerro – un piccolo gesto, realizzato grazie anche al supporto dell’attuale amministrazione Comunale e con cui intendiamo sensibilizzare soprattutto le nuove generazioni perché ogni essere umano si adoperi per l’eliminazione della violenza sulle donne”. “Mi auguro che questa panchina rossa, serva a far riflettere. Sarà di sicuro il luogo dove ci si potrà riposare, e dal quale, – aggiunge – alzando lo sguardo, si potrà godere della  bellezza di questi nostri borghi” . “Questa iniziativa  è di fondamentale importanza per riaffermare, una volta di più, la nostra azione di contrasto a questo terribile fenomeno, tenendo accese le nostre sensibilità e suscitando nella cittadinanza, un ulteriore momento di riflessione su questo tema.”

Il luogo in cui è nato questo spazio – commenta Massimo Lerro – era un luogo abbandonato, come tanti ve ne sono  nel nostro Cilento, da qui la voglia di riqualificarlo con un qualcosa che non solo lo abbellisse e lo rendesse fruibile ma soprattutto ponesse l’attenzione su questi tragici eventi che attanagliano, purtroppo,  la nostra quotidianità. Questo è anche un primo passo nel percorso della partecipazione dei cittadini alla tutela dei beni comuni e ci si augura che costituisca la base di partenza per la stipula di un vero e proprio patto di collaborazione tra  semplici cittadini e le amministrazioni pubbliche che mai dovrebbero contrapporsi o venir meno alla gestione partecipata dei beni comuni.
“La bellezza può salvarci da ogni forma di violenza – continua Lerro – anche quella più terribile che si perpetra nei riguardi della donna”.

© Diritti Riservati

Alessandro Giordano
Alessandro Giordano
Dal Marzo 2015 racconto la nostra terra, il Cilento, mostrandola con gli occhi di chi la ama, la vive e vuole contribuire a farla apprezzare di più ai turisti e ai Cilentani stessi. La Storia, i Personaggi, la Cultura, le Tradizioni e le Contraddizioni, il patrimonio artistico, gli eventi e le iniziative in programma che ritengo più interessanti segnalare, i musei, le attrazioni e le proposte per i turisti, il cibo ed i prodotti del territorio sono i temi principali dei miei articoli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli

Botta e risposta tra Orazio Schillaci e Vincenzo De Luca. A scatenare la scintilla sono stati i manifesti della Regione Campania in cui la premier Meloni veniva presa di mira e si attribuiva al Governo la chiusura dei pronto soccorso, giudicati dal ministro della Salute “falsa propaganda
Altri 3mila metri quadri di area museale aperti al pubblico. Con la benedizione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La Reggia di Caserta
Una maxi-treccia tricolore in onore del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che oggi ha inaugurato la nuova ala ovest della Reggia di Caserta.

Articoli correlati

Il ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica Pichetto Fratin ha firmato il decreto di nomina del Consiglio Direttivo del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.
La cittadina più anziana di Sessa Cilento si è spenta oggi (20 Febbraio)  all’età di 103 anni. Si chiamava Teresina La Greca , residente nell’antico piccolo borgo di Valle Cilento.
L'associazione dei consumatori ha inviato una istanza-diffida chiedendo chiarimenti, per quanto di competenza, alla Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino, all’ Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale,.....

Dallo stesso Autore

I bambini la aspettano con trepidante attesa. Questa notte, infatti, la Befana lascerà tanti dolciumi a quanti sono stati bravi, mentre chi si è comportato male dovrà accontentarsi di un pezzetto di carbone.
La filiera della mozzarella di bufala campana Dop fa bene all’ambiente ed è sempre più green e sostenibile. Lo rivela un nuovo studio scientifico, realizzato dal professor Luigi Zicarelli e da Roberto De Vivo, Roberto Napolano e Fabio Zicarelli.
Le vedute acquerellate delle antiche commende di Rodio e di San Mauro la Bruca, trovate in un cabreo (cioè in un registro patrimoniale) del 1626 custodito presso la National library di Malta