giovedì 28 Ottobre 2021
12.4 C
Sessa Cilento
giovedì 28 Ottobre 2021
Prima PaginaCampania NotizieNapoliPollica e Napoli, tre eventi targati Future Food Institute in occasione del G20

Pollica e Napoli, tre eventi targati Future Food Institute in occasione del G20

-Pubblictà-

In occasione del G20 Ambiente, Clima ed Energia che si terrà a Napoli, il Future Food Institute organizza una serie di iniziative collaterali ufficiali, riconosciute da All4Climate Italy del ministero per la Transizione ecologica. Si tratta di tre eventi principali che si terranno il 22 luglio a Napoli e il 23 e il 24 luglio a Pollica, ognuno dedicato ai temi della riunione ministeriale: Ambiente, Energia e Clima.
“Il Future Food Institute, allo scopo di promuovere e valorizzare il ruolo del cibo all’interno delle tematiche del G20, specie in occasione di questa prima presidenza Italiana, sta organizzando una serie di eventi collaterali alle ministeriali per noi più strategiche. Quella di Napoli, sul tema ambiente, clima ed energia – spiega la presidente del Future Food Institute Sara Roversi – è la terza tappa di questo viaggio, che sostiene il lavoro dei policy makers e rivendica la vitale importanza del cibo per le sue tante implicazioni culturali, sociali, istituzionali ed ambientali. A Napoli e a Pollica, sede del nostro campus internazionale Paideia su ecologia integrale e dieta mediterranea, porteremo decine di esperti da tutto il mondo ed ospiteremo anche il direttore generale della Fao, nostro partner principale per il programma su cibo, clima e innovazione, che comprende la formazione di centinaia di climate shapers. Uniamo così l’attivismo della società civile, la responsabilità imprenditoriale italiana e la politica internazionale, per generare un impatto significativo e garantire la costruzione di un futuro corale e sostenibile”.

Il 22 luglio il Future Food Institute, insieme a Città della Scienza a Napoli, propone una serie di eventi per indagare le complesse relazioni tra cibo e ambiente, promuovere lo sviluppo sostenibile a livello mondiale e dimostrare l’impegno della scienza a sviluppare soluzioni che mirano alla riduzione del nostro impatto sull’ambiente e a rendere le società più resilienti ai cambiamenti climatici. Questa iniziativa si inquadra nel contesto di Food For Earth, un progetto a lungo termine organizzato dal Future Food Institute e dalla Fao, nel quadro di una collaborazione che mira ad accelerare la transizione ecologica dei sistemi agroalimentari globali, responsabilizzando e connettendo change maker, scienziati, innovatori, industrie ed istituzioni. In seguito, al Castello dei Principi Capano di Pollica, sede del centro studi Dieta MediterraneaAngelo Vassallo”, la presentazione del libro “Vi teniamo d’occhio”, di Potito Ruggiero, greenager e attivista ambientale, edito da Baldini & Castoldi e scritto a quattro mani con Federico Taddia, divulgatore bolognese, e il contributo scientifico di Elisa Palazzi.

Il 23 luglio le iniziative convergeranno sull’ultimo tema della riunione ministeriale del G20, Clima, nonché sui tre pilastri del G20 nel suo insieme: Persone, Pianeta e Prosperità. Si terrà a Pollica un incontro sul tema delle disuguaglianze e le pari opportunità in materia di salute, istruzione, occupazione e sviluppo umano. Verrà presentata in anteprima mondiale la ricerca “Nutrition for All” curata dal Future Food Institute e supportata da Dole. Si tratta di un white paper che mira a rispondere al quesito: “Come possiamo garantire l’accesso alla nutrizione (di qualità) per tutte le persone a prescindere da fattori come genere, razza, stato socioeconomico, senza compromettere i mezzi di sussistenza di (piccoli) agricoltori e il nostro pianeta?”.

Sempre nella sede del centro “Angelo Vassallo”, alle 17, verrà ospitata la tavola rotonda della rete Bites of Transfoodmation, un’iniziativa che riunisce giovani menti motivate per fare squadra e cambiare il futuro del sistema alimentare. Alle 18, invece, il panel “Food For Earth, Energy For Life” e, a seguire, la presentazione del libro “Open Diplomacy”, di Marco Alberti. Un altro evento vedrà come protagonisti i ragazzi del programma sperimentale di alternanza scuola/lavoro “Trame Mediterranee”, già in sede da due settimane per ricercare e studiare i valori che sottendono la dieta mediterranea, insieme alla rete internazionale di giovani changemakers di Bites of Transfoodmation, con gli invitati e le istituzioni che dall’evento collaterale ufficiale alle ministeriali su Ambiente, Clima ed Energia si ritrovano a Pollica per discutere del futuro dei sistemi agroalimentari del bacino del Mediterraneo. Il 24 luglio, terzo e ultimo giorno, sarà dedicato al dialogo con la comunità e le istituzioni locali sul Mediterraneo come modello di stile di vita sostenibile, nella cornice della strategia Europea Farm To Fork.

© Riproduzione Riservata

Nadia Cozzolinohttps://www.dire.it
Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno, non è pertanto un articolo prodotto dalla nostra redazione ma è a cura di "Agenzia Dire"

Il portale di informazione web "Cilento Reporter" da sempre con impegno e  dedizione per un'informazione libera da qualsiasi vincolo, economico e non. Stiamo continuando ad aggiornarti e a informarti in questo periodo così sconcertante. Ma abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a far sentire la nostra, la Tua voce. A volte siamo scomodi, ma notiamo che i nostri articoli sono molto seguiti. A volte siamo sinceri e schietti fino all'antipatia, ma notiamo che c'è bisogno anche di questo. A volte siamo duri, ma quando la situazione lo richiede.
Siamo sempre liberi, perché  non ci lega vincolo alcuno. Non percepiamo fondi pubblici e selezioniamo rigorosamente le pubblicità accettandole solo se provengono da realtà etiche e che hanno a cuore l'ambiente e la salute.
Per questo continuare a far sentire la nostra voce non è facile. E abbiamo bisogno di te che ci leggi, come di tutti coloro che hanno a cuore l'informazione indipendente.

spot_img

Devi leggere

Un’eccellenza da 680 milioni annui: la rucola della Piana del Sele Igp

Ha un giro d’affari di 680 milioni di euro all’anno e una produzione media pari a 400mila tonnellate, il 73% circa del totale nazionale;...
Pubblicità

Notizie Correlate

Altre Notizie

Dello stesso autore

Un’eccellenza da 680 milioni annui: la rucola della Piana del Sele...

0
Ha un giro d’affari di 680 milioni di euro all’anno e una produzione media pari a 400mila tonnellate, il 73% circa del totale nazionale;...

Consac: mancato invio delle bollette, ecco come fare per richiederle

0
E’ da qualche tempo che le bollette per il consumo di acqua potabile gestita da Consac non vengono recapitate. Molte le segnalazioni  degli amministratori...

A Paestum il congresso internazionale di medicina sul post pandemia

0
Al Forum Scientifico di Paestum 2021 saranno trattati i temi più attuali della medicina interna, della immunologia clinica e delle malattie allergiche e dermatologiche...

Le grotte della Campania e il Cilento al centro delle speleologie...

0
Centinaia di speleologi da tutta Italia e da diversi Paesi europei si preparano a sbarcare a Marina di Camerota, che dal 29 ottobre al...

Video-racconto sul monitoraggio della qualità dell’aria sui monti Alburni

0
E' di Arpa Campania il nuovo video-racconto della serie dedicata alle stazioni di monitoraggio della qualità dell’aria. Questa volta i tecnici Arpac sono a...

Nuovo ciclone all’estremo Sud, possibile medicane? Le previsioni per Ognissanti

0
Il ciclone responsabile del maltempo si è spostato verso la Grecia determinando un temporaneo miglioramento in particolare su Calabria e Sicilia. Cerchiamo di capire...