lunedì 2 Ottobre 2023
22.8 C
Sessa Cilento
Prima PaginaCampania NotizieVie del mare 2021. L'unione di 27 porti campani da Napoli Beverello...

Vie del mare 2021. L’unione di 27 porti campani da Napoli Beverello al Cilento

Condividi

Unire 27 porti della Campania con servizi di collegamento marittimo ad alta valenza turistica. Questo l’obiettivo delle “Vie del Mare”, il progetto che la Regione Campania rilancia in vista dell’estate 2021 e del periodo luglio-settembre 2022, anno in cui l’isola di Procida sarà Capitale italiana della Cultura. Il servizio di collegamento marittimo, che ricalca le precedenti esperienze del Metrò del Mare e dell’Archeolinea “Cilento Blu”, è oggetto di una delibera approvata dalla Giunta regionale, pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione Campania, con la quale si dà mandato alla Direzione generale per la Mobilità “di attivare le procedure per la consultazione del libero mercato di riferimento, al fine di verificare la sussistenza di un interesse economico totale o parziale da parte degli operatori di settore per la fornitura dei servizi in questione in regime di libero mercato, senza oneri economici per la Regione”.

La stessa Direzione Mobilità dovrà inoltre “verificare la disponibilità degli accosti per i porti interessati dai servizi con le autorità marittime competenti, al fine di rendere pubbliche le informazioni ed eventuali vincoli di capacità e conseguenti criteri di assegnazione, nonché di apportare eventuali rimodulazioni che si rendessero necessarie”. Il progetto intende “potenziare i collegamenti marittimi tra le diverse risorse territoriali in funzione delle esigenze dei flussi turistici e delle caratteristiche naturali ed antropiche del territorio, assicurando al contempo la valorizzazione dei beni naturali e culturali esistenti. Difatti i porti e gli approdi turistici rappresentano la porta di ingresso ‘via mare’ ideale per rilanciare e far conoscere le bellezze dei territori della Campania, decongestionando al tempo stesso le principali arterie di traffico”.

Infine, sottolinea la Regione Campania, “la rilevanza strategica del progetto è ulteriormente accresciuta dalla recente designazione dell’isola di Procida a Capitale italiana della cultura 2022 e dalla conseguente opportunità di utilizzare tale evento quale volano per l’intera economia campana”. Tre i versanti individuati nel progetto: il versante flegreo, con i porti di Napoli Beverello, Pozzuoli, Baia, Bacoli, Monte di Procida, Torregaveta, Procida, Ischia; il versante vesuviano, che comprende i porti Napoli Beverello, Portici-Granatello, Ercolano Villa Favorita, Torre Annunziata, Castellammare, Seiano, Sorrento, Positano, Amalfi; il versante cilentano che tocca le località NAPOLI Beverello, Salerno, Capri, Amalfi, Positano, Agropoli, San Marco, Acciaroli, Casal Velino, Pisciotta, Palinuro, Camerota, Sapri, Policastro. Acamir, agenzia regionale per la mobilità, ha trasmesso il piano tariffario 2021-2022 per le linee di collegamento marittimo: da Napoli si potranno raggiungere via mare Bacoli e Baia, nei Campi Flegrei, al prezzo di 5 euro, mentre il viaggio da Napoli al golfo di Policastro e al porto di Sapri, vertice meridionale della regione, costerà 18 euro.

© Diritti Riservati

Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

Ultimi Articoli

Continuano gli scavi nelle grotte del Poggio e della Cala a Marina di Camerota

Si concludono questa settimana le attività di scavo archeologico, condotte dall’Unità di Ricerca di Preistoria e Antropologia del Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente dall’Università di Siena e dal Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna, presso la Grotta del Poggio e la Grotta della Cala a Marina di Camerota.

Nasce il Raviolo dolce “U’A”: il Consorzio punta a promuovere il gusto unico della ricotta di bufala Campana Dop

Si chiama “U’a”, ricalca l’espressione di stupore del dialetto napoletano, sembra un raviolo, ma invece è il dolce-simbolo della nuova iniziativa del Consorzio di Tutela della Ricotta di Bufala Campana Dop, che punta alle collaborazioni con gli chef e alla valorizzazione del prodotto come ingrediente di eccellenza in ricette capaci di stupire i consumatori.

CODICI, convegno sull’autonomia differenziata il 7 ottobre a Vallo della Lucania

Codici, quale associazione dei consumatori tutela anche gli utenti dei servizi pubblici, attraverso azioni e iniziative che mirano a contrastare disservizi, abusi e cattiva gestione delle risorse.

Meteo: Ondata di caldo fuori stagione, torna l’anticiclone africano

L’occhio del ciclone responsabile del maltempo di questi giorni attraversa la Sicilia, proprio in queste ore piogge e temporali si abbattono sull’isola raggiungendo il versante ionico dell'isola e la Calabria, mentre al Nord splende il sole: cosa sta succedendo e cosa si prevede per i prossimi giorni.

Articoli correlati

Nasce il Raviolo dolce “U’A”: il Consorzio punta a promuovere il gusto unico della ricotta di bufala Campana Dop

Si chiama “U’a”, ricalca l’espressione di stupore del dialetto napoletano, sembra un raviolo, ma invece è il dolce-simbolo della nuova iniziativa del Consorzio di Tutela della Ricotta di Bufala Campana Dop, che punta alle collaborazioni con gli chef e alla valorizzazione del prodotto come ingrediente di eccellenza in ricette capaci di stupire i consumatori.

Migranti, De Luca: “Meloni ambigua, baci e abbracci con ungheresi e polacchi”

Credo che sia giusto coinvolgere le Nazioni unite, avremmo già dovuto farlo. Avere in Africa centri di accoglienza, nei paesi di provenienza, del grosso dei migranti, gestiti da forze delle Nazioni unite

Aiutaci a proteggere le tartarughe marine: partecipa al sondaggio e dicci come vivi la spiaggia di notte!

La luce, nelle sue diverse forme ed intensità, è un fattore determinante per la percezione dell'ambiente circostante e al tempo stesso regola molteplici processi fisiologi. Partecipa al questionario.

Dall’11 Settembre, due nuove corse di Trenitalia da Salerno e Napoli Centrale

A partire da lunedì 11 settembre due nuove corse collegheranno le stazioni di Napoli Centrale e Salerno, potenziando così l’offerta del trasporto regionale sulla linea storica Salerno – Napoli con 930 posti in più al giorno.