sabato 22 Gennaio 2022
0.6 C
Sessa Cilento

Draghi firma il Dpcm: ecco i negozi in cui non servirà il green pass

Il premier Mario Draghi ha firmato il Dpcm con...

Alta Velocità. Codici Cilento: “no al nuovo tracciato”

In Commissione Trasporti della Camera dei Deputati...
- Pubblicità -
HomeMeteo CilentoMeteo: gelo russo verso l'Italia

Meteo: gelo russo verso l’Italia

- Pubblicità -

L’aria gelida in discesa dalla Russia europea nel weekend piomberà sull’Italia, portando tanto freddo, venti intensi e persino nevicate sino ai litorali. Ecco dove potrebbe nevicare nei prossimi giorni. La vasta circolazione di aria molto fredda che ormai, da molti giorni, interessa buona parte del continente, con neve e gelo dalla Russia europea fino all’Olanda e le aree più orientali delle Isole Britanniche, continua a scendere ulteriormente di latitudine, fino ad avvicinarsi all’area carpatico danubiana e ai vicini Balcani.

Il gelo in queste ore sta diventando intenso in gran parte della Siberia, fra il bassopiano della Siberia occidentale e l’altopiano della Siberia centrale, così come sul nord della Russia. In questi giorni il polo del gelo si è spostato ad ovest della Repubblica di Jacuzia, stabilendosi fra l’altopiano della Siberia centrale e il settore più orientale del bassopiano della Siberia occidentale.


Proprio qui i termometri, grazie all’intenso irraggiamento notturno e all’afflusso in quota di un nocciolo di aria gelida (isoterme sotto i -40°C a 5100 metri) legata al “lobo siberiano”, sono sprofondati sotto il fatidico muro dei -49°C -50°C.

Proprio in questo periodo dell’anno entra nel vivo il periodo in cui statisticamente si raggiungono i grandi minimi termici annui sulle sterminate distese continentali dell’Eurasia, per effetto del minimo di soleggiamento.

- Pubblicità -

Cosa accadrà nelle prossime ore?

A partire dalle prossime ore questa massa d’aria molto gelida, attualmente posizionata sulla  Russia, comincerà a scivolare verso sud-ovest, a causa di un brusco rialzo della pressione atmosferica fra l’Europa centro-occidentale e la regione scandinava, dove si andrà a sviluppare un anticiclone disteso lungo i meridiani, con una struttura parecchio complessa, simile a una “L”.


Questo anticiclone scandinavo, appena menzionato, entro il prossimo weekend, avrà il merito di risucchiare verso latitudini più meridionali quell’aria gelida, di tipo artica continentale, fino in direzione delle Repubbliche Baltiche, del mar Baltico, della Bielorussia e della Polonia.

Leggi anche:   Previsioni Meteo: si stabilizza l’ alta pressione
-Pubblicità-

Giunta attraverso la Bielorussia, dall’ovest dell’Ucraina e sulla Polonia la massa d’aria gelida, artica continentale, caratterizzata da isoterme stimate al di sotto dei -22°C -24°C a 850 hPa, si incanalerà molto velocemente sul bassopiano danubiano e raggiungere i Balcani, addossandosi sopravento alle Alpi Dinariche.

Poi sfonderà, nel pomeriggio di sabato 13 febbraio, in direzione delle nostre regioni, a cominciare proprio dalle regioni di nord-est e coste adriatiche, le più esposte, dove l’arrivo di queste masse d’aria comporterà un forte calo delle temperature, accompagnati da gelidi venti settentrionali.

Fra domenica 14 e lunedì 15 febbraio si sposterà verso la Grecia e il mar Egeo, favorendo un allungamento di questa figura depressionaria fino alla Ionio.


Questo minimo in quota favorirà un ulteriore intensificazione del flusso freddo nord-orientale su tutte le regioni centro-meridionali, dalle Marche alla Sicilia, dove l’interazione fra il flusso gelido con il mare più tiepido, e l’orografia appenninica, favorirà anche delle precipitazioni a carattere sparso, che viste le isoterme assumeranno carattere nevoso sino ai litorali del medio-basso versante adriatico e estremo sud.

Dove saranno maggiormente probabili le nevicate?

Al momento, visto anche le caratteristiche estremamente secche della massa d’aria in questione, soprattutto in quota, con dew point negativi, le uniche aree dove, entro lunedì 15, si potranno verificare fenomeni nevosi per “stau” (forcing orografici), prevalentemente di debole intensità, saranno quelle esposte del medio-basso Adriatico e  le aree interne di Campania e Basilicata.


- Pubblicità -

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Redazione Meteohttps://www.ilmeteo.net/
Redazione de IlMeteo.net. Da più di 20 anni ci dedichiamo alla meteorologia. In questi anni siamo migliorati e siamo cresciuti molto. Oggi le nostre previsioni meteo vengono offerte in tutto il mondo. Non c’è dubbio sul fatto che Meteored sia diventato uno dei progetti di informazione meteorologica pionieri a livello mondiale. Lo dimostrano i professionisti, gli appassionati di meteorologia e tutte le persone che si affidano a noi ogni giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -

Devi leggere

Draghi firma il Dpcm: ecco i negozi in cui non servirà il green pass

Il premier Mario Draghi ha firmato il Dpcm con la lista dei negozi in cui non è richiesto il green pass. “Non è richiesto il possesso di...

Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, aderisce all’Associazione Nazionale ‘Città dell’Olio’

Con l’obiettivo di costruire iniziative divulgative e scientifiche legate all’olio d’oliva, tra i suoi prodotti più pregiati, il Parco Nazionale del Cilento Vallo di...

Alta Velocità. Codici Cilento: “no al nuovo tracciato”

In Commissione Trasporti della Camera dei Deputati il 21 dicembre scorso c’è stata l’audizione della Commissaria Straordinaria per l’alta velocità Salerno-Reggio Calabria, Vera Fiorani,...
- Pubblicità -

Devi leggere

De Luca invia i dati al Governo. “25mila i contagiati nelle Scuole”

Sono 25.745 i casi di Covid-19 rilevati dalle Asl della Campania nella popolazione scolastica fino ai 13 anni. I dati si riferiscono alla settimana 11-17...

Boom di ascolti per la seconda parte sul Cilento di “Linea Verde” Rai1

E’ “Linea Verde” con la seconda puntata sul Cilento il secondo programma più visto nel daytime di Rai Uno con il  21,5 %  di...

Meteo. L’anticiclone inizia a sgonfiarsi, aprendo le porte a infiltrazioni più fredde

L’alta pressione continua a garantire condizioni di tempo stabile e soleggiato su gran parte del nostro Paese, anche se non mancano localmente le nubi...