martedì 19 Gennaio 2021
6.7 C
Sessa Cilento
Pubblicità
6.7 C
Sessa Cilento
martedì 19 Gennaio 2021
Pubblicità

Dai demagoghi ai paragoni fino alla card per i vaccinati. Così la diretta di ieri di De Luca

News

Nuova vita per il castello di Rocca Cilento. Aperta la ricerca di personale

Conto alla rovescia per l’apertura della nuova struttura nel castello Medievale di Rocca Cilento. La nuova struttura  ricettiva sarà...

Una tessere di un antico mosaico restituita al parco archeologico di Paestum

Sebbene poco se ne parli, il mercato nero delle opere d’arte è più vasto di quel che si pensi. Secondo l’ultimo bollettino del Comando...

Resort a “luci rosse” nel Cilento, la Fenait: “Non è naturismo”

Se ne è scritto nei giorni scorsi, tanto che la notizia è rimbalzata a livello nazionale, cosa gradita fintanto...
Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

Una diretta, quella di ieri, del presidente De Luca che ha “abbracciato” numerosi temi ;dagli accadimenti negli USA della notte passata (7 Gennaio 2020), al rientro a scuola,  fino alla novità  della card per chi deciderà di vaccinarsi contro il Covid19: “La Campania darà una card di avvenuta certificazione a tutti i cittadini vaccinati dopo il richiamo”. Il prototipo è stato mostrato durante la classica diretta Facebook . “Sul retro – annuncia il Presidente –  c’è un chip – spiega – ci auguriamo che tra qualche mese i cittadini la possono esibire per andare a cinema, ristorante con più tranquillità”.

“Sarà una tessera di avvenuta vaccinazione che sarà consegnata a tutti i nostri cittadini dopo il richiamo. Servirà a dare una certificazione a tutti coloro che avranno fatto il vaccino”. Il mio vaccino un gesto simbolico “Come atto dimostrativo ho fatto anche io il vaccino, ma su questo è stato fatto sciacallaggio” il  commento alle polemiche scaturite dopo che il 27 dicembre scorso, nell’ambito dell’avvio simbolico della campagna di vaccinazione anti Covid-19 in Italia, così come in tutta Europa.


“Il mio è stato un gesto simbolico, utile a dare coraggio e fiducia, per dimostrare che è sicuro. Però in Italia non manca mai chi è pronto a fare sciacallaggio e demagogia”. Il presidente della Regione ha ricordato che “il vaccino l’hanno fatto anche Joe Biden, Kamala Harris, Benjamin Netanyahu, ma in Italia non manca mai qualcuno pronto a fare demagogia e sciacallaggio.

L’italia è il primo produttore al mondo di demagogia”. De Luca ha infine spiegato che il suo gesto serviva anche a “contrastare la nuova ondata dei no vax, il personale medico non disponibile, le false notizie sulla pericolosità del vaccino”. Poi, il governatore, ha commentato gli effetti del vaccino: “Solo un po’ di stordimento. Ora aspettiamo il richiamo e se dopo dovessi andarmene al creatore, avrete motivo di essere prudenti, se come spero, rimarrò in questa valle di lacrime a calpestare prati fioriti, allora potete farvi il vaccino”.

Aiutateci ad aiutarvi “Non sarà un 2021 facile. Possiamo però guardare con fiducia ai mesi che abbiamo davanti a noi.  Aiutateci ad aiutarvi: bastano comportamenti responsabili, non vi chiediamo altro”. 20mila inoculazioni al giorno Vaccinare 4,2 milioni di cittadini entro la fine dell’anno. E’ questo l’obiettivo dichiarato dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.


“Se facciamo 20mila vaccinazioni al giorno, raddoppiando i numeri attuali arriviamo a luglio con la prima somministrazione. Tenendo conto che dobbiamo fare la doppia vaccinazione, quindi 8 milioni e 400 mila somministrazioni, si può calcolare il tempo che ci vorrà”. De Luca parla di “sforzo gigantesco, mai visto per il nostro sistema e per l’Italia”. Per vincere questa sfida, sottolinea, “dobbiamo darci un’organizzazione rigorosa, straordinaria, senza distrazioni”.

Zone demenziali “Sono nettamente contrario alla linea che sta seguendo il governo nazionale, che deve prendere una sola decisione: prevedere una sola zona per tutta Italia, al di là di chi oggi sta meglio o peggio, tranne per le aree dove abbiamo un tasso di contagio altissimo, come il Veneto”.

De Luca ribadisce che “la linea delle mezze misure serve solo a prolungare all’infinito l’epidemia e a mandare al manicomio i cittadini e gli operatori commerciali”. “E’ meglio dire a un operatore commerciale questa è la linea per i prossimi mesi. Puoi programmare, lavori di meno, ma ti diamo il contributo integrativo, piuttosto che riproporre questa linea delle mezze misure. Se chiedete a me oggi come stiamo combinati io non ve lo so dire, vi lascio immaginare un povero Cristo di operatore commerciale, un albergatore che cosa deve pensare”

© Riproduzione Riservata

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
- Advertisement -

Ultimi Articoli

Le storie della tradizione nel Cilento. Il pane con i “ciccioli”

Nelle campagne cilentane e nei forni di un tempo, fino a qualche decennio fa, il pane veniva cotto a...

Articoli correlati

- Advertisement -