8.8 C
Sessa Cilento
domenica, 25 Febbraio 2024
Prima PaginaNotizie LocaliSapri, sulla spiaggia ritrovato un squalo "vacca"

Sapri, sulla spiaggia ritrovato un squalo “vacca”

Ritrovato questa mattina sulla spiaggia di Sapri, uno squalo vacca, “Hexanchus”. Il grosso cetaceo è giunto già morto sulla spiaggia del lungomare, in pieno centro cittadino. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia municipale e il sindaco di Sapri, Antonio Gentile. “E’ un esemplare di squalo vacca molto giovane – spiega il sindaco all’ANSA – della lunghezza di circa due metri e 20 probabilmente preso a strascico e poi spiaggiato. Ci siamo attivati subito e la carcassa è stata già rimossa dalla spiaggia e trasferita in altro luogo per poi procedere al ritiro definitivo da parte delle competenti autorità”.

Lo squalo vacca è presente in tutti gli oceani e vive generalmente a grandi profondità, solamente in alcuni rari casi è possibile avvistarlo in prossimità delle coste, non sono mai stati segnalati casi di attacchi agli esseri umani. Raggiunge la lunghezza massima di quasi 5 metri e il peso di circa 500 chilogrammi e si nutre di una gran varietà di organismi marini, compresi altri squali, pesci, molluschi e crostacei. Per quello che riguarda il Mediterraneo lo squalo vacca è considerato, come anche molte altre specie di squali, tra cui verdesca, squalo martello, squalo volpe e squalo elefante una specie vulnerabile, che, a causa delle particolari caratteristiche biologiche e riproduttive (crescita molto lenta e tassi riproduttivi poco elevati), non è in grado di sopportare una pesca intensiva per lunghi periodi.

Tuttora in Mediterraneo non esistono più operazioni mirate alla cattura di questa specie ma purtroppo viene ancora pescata accidentalmente con reti da posta e con reti a strascico o con i palangari di profondità e tuttora commercializzata in tutti i mercati ittici.

© Diritti Riservati

Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli

Il Consorzio di Tutela della mozzarella di bufala campana Dop punta sull’export e moltiplica le iniziative di promozione all’estero. Dalla Francia al Giappone, la Bufala Campana guarda sempre più ai mercati stranieri,
In questo ultimo fine settimana del mese di febbraio una perturbazione sta portando pioggia e neve sull'Italia. Preferiamo non parlare di 'maltempo', perché specie in alcune aree, come la Sicilia (ma anche la fascia adriatica, ed altre aree del Sud), il deficit di precipitazioni nelle ultime settimane era allarmante e si sta aggravando la fase di siccità.
La cittadina più anziana di Sessa Cilento si è spenta oggi (20 Febbraio)  all’età di 103 anni. Si chiamava Teresina La Greca , residente nell’antico piccolo borgo di Valle Cilento.

Articoli correlati

La cittadina più anziana di Sessa Cilento si è spenta oggi (20 Febbraio)  all’età di 103 anni. Si chiamava Teresina La Greca , residente nell’antico piccolo borgo di Valle Cilento.
L'associazione dei consumatori ha inviato una istanza-diffida chiedendo chiarimenti, per quanto di competenza, alla Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino, all’ Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale,.....
Il disegno di legge sull’autonomia differenziata il 23 gennaio scorso è stato approvato dall’aula del Senato, adesso è passato all’esame della Camera.

Dallo stesso Autore

Il Consorzio di Tutela della mozzarella di bufala campana Dop punta sull’export e moltiplica le iniziative di promozione all’estero. Dalla Francia al Giappone, la Bufala Campana guarda sempre più ai mercati stranieri,
La cittadina più anziana di Sessa Cilento si è spenta oggi (20 Febbraio)  all’età di 103 anni. Si chiamava Teresina La Greca , residente nell’antico piccolo borgo di Valle Cilento.
E’ scomparso Stefano Sgueglia l’imprenditore che con la sua famiglia ha restaurato il Castello di Limatola (Benevento) e il Castello di Rocca Cilento