6.1 C
Sessa Cilento
sabato, 2 Marzo 2024
Prima PaginaNotizie LocaliIl Convegno. "Le Confraternite nel cuore del Cilento antico"

Il Convegno. “Le Confraternite nel cuore del Cilento antico”

Le Confraternite non sono un relitto del passato, ma una realtà viva oggi. Non si percepiscono come un retaggio di un mondo che non c’è più, ma potrebbero e vogliono essere protagoniste della nuova evangelizzazione. La sala conferenze di Palazzo Cagnano, sede della Comunità Montana Alento Montestella, in Laureana Cilento, ospiterà, il prossimo 30 marzo, alle ore 17.30, organizzato dall’ Associazione Cipolla di Vatolla, il convegno: “”Genius Loci, le Confraternite nel cuore del Cilento antico“.
L’incontro sarà introdotto dal giornalista Arturo Calabrese, a cui seguiranno i saluti di vari amministratori del territorio e vedrà la presenza del Presidente della Provincia di Salerno Franco Alfieri.


Don Pasquale Gargione , incaricato Diocesano per la Pietà Popolare e le Confraternite ed il Prof. Vincenzo Esposito, Docente di Antropologia Culturale e Religiosa, presso l’Università di Salerno animeranno il dibattito ed esamineranno una delle tradizioni con radici molto profonde nel Cilento ed in ogni piccola comunità dei tanti borghi alle pendici del Monte della Stella, che ogni anno provano a mettere in scena la fede soprattutto nella giornata del Venerdì Santo con le processioni dedicate alle visite Sepolcrali, riti sacri che riescono a cogliere la vera essenza di questa festività.

Con la fine dello stato di emergenza pandemica, quest’anno dopo tre anni di stop potremmo ritornare ad assistere ad alcune “visite ai sepolcri” del Venerdì Santo, che quest’anno cade il 7 aprile!

© Diritti Riservati

Alessandro Giordano
Alessandro Giordano
Dal Marzo 2015 racconto la nostra terra, il Cilento, mostrandola con gli occhi di chi la ama, la vive e vuole contribuire a farla apprezzare di più ai turisti e ai Cilentani stessi. La Storia, i Personaggi, la Cultura, le Tradizioni e le Contraddizioni, il patrimonio artistico, gli eventi e le iniziative in programma che ritengo più interessanti segnalare, i musei, le attrazioni e le proposte per i turisti, il cibo ed i prodotti del territorio sono i temi principali dei miei articoli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli

Botta e risposta tra Orazio Schillaci e Vincenzo De Luca. A scatenare la scintilla sono stati i manifesti della Regione Campania in cui la premier Meloni veniva presa di mira e si attribuiva al Governo la chiusura dei pronto soccorso, giudicati dal ministro della Salute “falsa propaganda
Altri 3mila metri quadri di area museale aperti al pubblico. Con la benedizione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La Reggia di Caserta
Una maxi-treccia tricolore in onore del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che oggi ha inaugurato la nuova ala ovest della Reggia di Caserta.

Articoli correlati

Il ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica Pichetto Fratin ha firmato il decreto di nomina del Consiglio Direttivo del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.
La cittadina più anziana di Sessa Cilento si è spenta oggi (20 Febbraio)  all’età di 103 anni. Si chiamava Teresina La Greca , residente nell’antico piccolo borgo di Valle Cilento.
L'associazione dei consumatori ha inviato una istanza-diffida chiedendo chiarimenti, per quanto di competenza, alla Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino, all’ Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale,.....

Dallo stesso Autore

I bambini la aspettano con trepidante attesa. Questa notte, infatti, la Befana lascerà tanti dolciumi a quanti sono stati bravi, mentre chi si è comportato male dovrà accontentarsi di un pezzetto di carbone.
La filiera della mozzarella di bufala campana Dop fa bene all’ambiente ed è sempre più green e sostenibile. Lo rivela un nuovo studio scientifico, realizzato dal professor Luigi Zicarelli e da Roberto De Vivo, Roberto Napolano e Fabio Zicarelli.
Le vedute acquerellate delle antiche commende di Rodio e di San Mauro la Bruca, trovate in un cabreo (cioè in un registro patrimoniale) del 1626 custodito presso la National library di Malta