martedì 19 Gennaio 2021
6.7 C
Sessa Cilento
Pubblicità
6.7 C
Sessa Cilento
martedì 19 Gennaio 2021
Pubblicità

Criticità personale – Dea Vallo della Lucania ed Agropoli. La denuncia della CISL FP

News

Nuova vita per il castello di Rocca Cilento. Aperta la ricerca di personale

Conto alla rovescia per l’apertura della nuova struttura nel castello Medievale di Rocca Cilento. La nuova struttura  ricettiva sarà...

Una tessere di un antico mosaico restituita al parco archeologico di Paestum

Sebbene poco se ne parli, il mercato nero delle opere d’arte è più vasto di quel che si pensi. Secondo l’ultimo bollettino del Comando...

Resort a “luci rosse” nel Cilento, la Fenait: “Non è naturismo”

Se ne è scritto nei giorni scorsi, tanto che la notizia è rimbalzata a livello nazionale, cosa gradita fintanto...
Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

“Le precarie condizioni di lavoro in cui versano i reparti Covid del Dea Vallo della Lucania / Agropoli impongono un’ immediato reclutamento eccezionale.” Questa la parte iniziale del comunicato, un grido di allarme che il coordinatore CISL FP Giovani Salerno, Andrea Pastore, lancia per denunciare  gravi condizioni di inermità in questo particolare periodo.


“Gli addetti  ai lavori – scrive Pastore – sono stremati per l’eccessivo carico di lavoro conseguente al perdurare della pandemia in atto, che allo stato sembra non arrestarsi e nel contempo sono messi a dura prova, con carenza abnorme di organico e conseguente mancato affiancamento di professionisti esperti.”

“E’ altresì innegabile – continua – che i lavoratori sono costretti ad effettuare numerose ore di straordinario che effettuano con spirito di sacrificio e abnegazione al lavoro, ma che influisce negativamente in quanto incidono sulle possibilità concrete di recupero psicofisico. Allo stato attuale risultano in dotazione: presso il PO di Agropoli, in Terapia Intensiva: 14 infermieri con 6 posti letto di terapia intensiva e 4 di sub-intensiva; presso il PO di Agropoli, in Malattie infettive: 11 infermieri di cui 3 arruolati mediante reclutamento della protezione civile, i cui contratti sono in scadenza rispettivamente 2 il 18/01/2021 e 1 unità il 31/01/2021 e 3 infermieri che dalla Medicina di Urgenza di Vallo aiutano a coprire i turni; presso il PO di Vallo, nel reparto Covid: 8 infermieri con 12 posti letto tra media -bassa intensità, sub intensiva, intensiva e ginecologia.”


“Occorrono nell’immediato reclutare almeno: 8 unità infermieristiche presso la Terapia Intensiva del PO di Agropoli, 8 unità infermieristiche presso l’UOC Malattie Infettive del PO di Agropoli e di altrettante 8 unità infermieristiche presso l’UO Covid del PO di Vallo. In tale condizione occorre reclutare le unità mancanti anche mediante, vista l’urgenza, lo scorrimento di graduatorie in essere e avvisi pubblici ad horas per le zone disagiate.”

© Riproduzione Riservata

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
- Advertisement -

Ultimi Articoli

Le storie della tradizione nel Cilento. Il pane con i “ciccioli”

Nelle campagne cilentane e nei forni di un tempo, fino a qualche decennio fa, il pane veniva cotto a...

Articoli correlati

- Advertisement -