24.5 C
Sessa Cilento
domenica, 23 Giugno 2024
Prima PaginaMeteo CilentoMeteo: fine settimana caratterizzato da una forte ondata di maltempo

Meteo: fine settimana caratterizzato da una forte ondata di maltempo

La prossima fine settimana sarà caratterizzata da una forte ondata di maltempo che colpirà tutta l’Italia ma in particolare il nordest ed il versante tirrenico. Attese nevicate da annali storici sulle Alpi centrorientali.

Dopo un novembre che, soprattutto al nord, è stato avarissimo di piogge e nevicate è in atto un cambio di regime nella circolazione generale che apre di fatto un’autostrada a ripetuti eventi di maltempo, il prossimo particolarmente intenso.

Genesi del maltempo del week-end

In realtà dobbiamo considerare già la giornata di venerdì come inizio del peggioramento atmosferico. Difatti, mentre si andranno a concludere i fenomeni legati alla depressione ancora in azione oggi al centrosud, nubi e piogge associate al nuovo sistema depressionario si propagheranno progressivamente a tutto il nord, alla Sardegna e alle regioni centrali tirreniche entro la notte.

Sarà l’inizio di un’intensa fase di maltempo determinata da una depressione in approfondimento al suolo fino a 975 hPa venerdì sulle Isole Britanniche che poi si muoverà verso la Francia ed i mari italiani tra sabato e domenica. Forti venti tra Libeccio e Scirocco trasferiranno verso la penisola aria estremamente umida che darà luogo alle intense precipitazioni previste.
Sabato 5 dicembre si intensificherà il richiamo umido veicolato dai venti di Scirocco in rinforzo sul medio e basso Tirreno, sul Mar Ionio e, soprattutto, sul mar Adriatico dove le raffiche potranno raggiungere i 70 km/h in mare aperto. L’asse di sviluppo del fronte delle precipitazioni, localmente temporalesche, si estenderà dalla Sardegna al nordest passando per le regioni centrali tirreniche.

Accumuli di neve da annali sono in vista sulle Alpi tra la Lombardia orientale, il Trentino Alto Adige, il Veneto ed il Friuli Venezia Giulia. La quota neve salirà notevolmente sulla fascia prealpina mentre nelle zone interne delle Alpi dovrebbe attestarsi su livelli altitudinali compresi tra 800 e 1400 metri.

Domenica 6 dicembre ancora piogge intense sul Triveneto, più deboli su Lombardia ed Emilia Romagna, abbondanti e localmente temporalesche sulle regioni centromeridionali. Aperture a nordovest. Ingenti nevicate sono attese sulle Alpi orientali, sempre a quote variabili tra 800 e 1400 metri. Scirocco forte sul medio Adriatico con punte fino a 120 km/h presso le coste dalmate. Solo dalla sera o tarda sera attenuazione dei fenomeni un po’ su tutte le regioni.

Va considerata la possibilità che questo evento di maltempo possa dare luogo a fenomeni eccezionalmente intensi dal punto di vista dei quantitativi di pioggia e neve che potrebbero riversarsi su Alpi, Prealpi e fasce di pianura limitrofe alle zone pedemontane del nordest.
Tendenza successiva: nuove perturbazioni in sequenza.

Solo poche righe per segnalare che rimarrà aperta ormai la strada ad una serie di sistemi depressionari che raggiungeranno le regioni italiane in successione nel corso della prossima settimana. La persistente presenza di un’ampia saccatura depressionaria induce a pensare che di stabilità non se ne parlerà per diversi giorni.

a cura della redazione de: ilmeteo.net

© Diritti Riservati

Redazione Meteo
Redazione Meteohttps://www.ilmeteo.net/
Redazione de IlMeteo.net. Da più di 20 anni ci dedichiamo alla meteorologia. In questi anni siamo migliorati e siamo cresciuti molto. Oggi le nostre previsioni meteo vengono offerte in tutto il mondo. Non c’è dubbio sul fatto che Meteored sia diventato uno dei progetti di informazione meteorologica pionieri a livello mondiale. Lo dimostrano i professionisti, gli appassionati di meteorologia e tutte le persone che si affidano a noi ogni giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

A governare il radicale cambiamento di circolazione è la situazione in quota. A 500 hPa si avvicina una ondulazione del flusso atlantico, con una saccatura da cui si isolerà un vortice freddo e instabile.
Acque cristalline, luoghi unici per le loro bellezze paesaggistiche, attenti alla sostenibilità ma anche alla tutela della biodiversità.
Inno alla lentezza per ammirare le immense bellezze del Cilento in programma sabato prossimo, 22 giugno 2024.

Articoli correlati

Dallo stesso Autore