14.5 C
Sessa Cilento
domenica, 23 Giugno 2024
Prima PaginaCilento NotizieLa polemica:"Troppe fermate nel Cilento dei treni AV", la risposta degli imprenditori

La polemica:”Troppe fermate nel Cilento dei treni AV”, la risposta degli imprenditori

«In riferimento alla sterile polemica sollevata da alcune associazioni calabresi spiace segnalare il disappunto da parte delle scriventi associazioni di categoria operanti nel

Cilento. A differenza della Calabria, il Cilento non ha collegamenti periodici in treno, tali da poter garantire il diritto alla mobilità; non solo la Calabria dispone anche di una fitta rete di collegamenti in autobus che da decenni sostituiscono i treni. Per tali ragioni si evince al contrario una netta discriminazione del Cilento subita durante questi decenni.
La nostra area ha necessità di istituire più fermate avendo sul suo tragitto tra le località turistiche più importanti del Meridione. Nello specifico è opportuno evidenziare l’importanza delle fermate nel Cilento, punti di snodo di importantissime località turistiche, come Agropoli – Castellabate , Vallo Scalo – Acciaroli, Pisciotta\ Centola – Palinuro e Marina di Camerota, Sapri –  Golfo di Policastro».

A renderlo noto sono un gruppo di imprenditori del comparto turistico del Cilento con una nota sottoscritta dal Consorzio Turistico Cilento di Qualità, dal Distretto Turistico Cilento Blu e da diversi imprenditori del comprensorio.

«Un comprensorio turistico che ospita centinaia di migliaia di turisti provenienti da tutt’Italia e dal Mondo, luogo di villeggiatura più importante del Mezzogiorno ove nonostante gli sforzi del Governo, necessita di ulteriori investimenti nel campo pubblico in infrastrutture viabilità e trasporti. Rivendicare un diritto è cosa buona e giusta soprattutto quando verte ad assicurare un diritto pubblico; altra cosa è invece, avere la presunzione di sottrarlo a qualcuno per poi poterlo assorbire a discapito di qualcun altro per proprio interesse sia esso collettivo o privato. Le fermate istituite difatti prevedono lo smistamento dei flussi turistici su tutto il territorio cilentano che riempiono intere vagonate dei Frecciarossa.

È opportuno a questo punto, garantire un doppio servizio non sovrapposto alle due Regioni dedicato per il Cilento e per la Calabria visto che il servizio è finanziato con compartecipazione pubblica da parte di entrambe le regioni» conclude la nota.

© Diritti Riservati

Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

A governare il radicale cambiamento di circolazione è la situazione in quota. A 500 hPa si avvicina una ondulazione del flusso atlantico, con una saccatura da cui si isolerà un vortice freddo e instabile.
Acque cristalline, luoghi unici per le loro bellezze paesaggistiche, attenti alla sostenibilità ma anche alla tutela della biodiversità.
Inno alla lentezza per ammirare le immense bellezze del Cilento in programma sabato prossimo, 22 giugno 2024.

Articoli correlati

Dallo stesso Autore