16.1 C
Sessa Cilento
giovedì, 13 Giugno 2024
Prima PaginaCilento NotizieLa gestione unica dei siti di Velia e Paestum

La gestione unica dei siti di Velia e Paestum

Con l’inizio del 2020 Paestum ed Elea-Velia avranno una sola gestione. È stata, infatti, approvata l’Autonomia Amministrativa e la gestione unitaria ed integrata dei due siti, che saranno così accorpati.

Lo ha disposto il ministro dei Beni e Attività Culturali, Dario Franceschini, nell’ambito della riorganizzazione del MiBACT. Ieri il visto della Corte dei Conti, atto amministrativo contabile necessario al via libera; lunedì il decreto firmato dal presidente del consiglio Conte sarà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale.

Le motivazioni che hanno spinto verso questa scelta sono evidenti: rientrano tutt’e due nel medesimo sito Unesco (iscritto nella Lista del Patrimonio dell’Umanità dal 1998 sotto la voce “I Paesaggi culturali del Parco del Cilento e Vallo di Diano, con le emergenze archeologiche di Paestum e di Velia e con la Certosa di Padula); Velia oltre ad essere sito archeologico è nota anche per essere stato sede della Scuola Eleatica di Parmenide fatto questo che, attraverso l’adeguato completamento dello staff potrebbe essere valorizzato ancor più ed ancor meglio; il Parco archeologico di Paestum già svolge attività di promozione rivolte al contesto paesaggistico più ampio; i due siti, ubicati alle due estremità (Nord e Sud del comprensorio del Cilento) potrebbero approfittare dell’ampliamento di questa strategia ed essere protagonisti di un’esperienza pilota di gestione integrata.

In sintesi, la forza di Paestum, uno dei trenta siti più visitati in Italia, associata alla peculiarità di Elea-Velia, potrebbe essere un elemento di attrattività della nostra provincia, che rafforza così la gestione del proprio patrimonio, ma soprattutto sperimenta una gestione integrata tra siti.

Il via libera del Consiglio dei ministri dà dunque il chiaro segnale di un nuovo corso a cui, in vari momenti e a più riprese, hanno concorso più enti ed istituzioni locali.

Plaude per  l’accorpamento del  Parco archeologico di Velia a quello di Paestum la CISL FP di Salerno che, attraverso comunicato stampa, evidenzia un importante traguardo raggiunto. Il sindacato, in questi ultimi anni, dopo il passaggio  di Velia al Polo Museale della Campania,  si è fatto “sentire” in tutte le sedi istituzionali, pur di riportare in provincia di Salerno la direzione operativa del Parco. Con pochi fondi ordinari era impensabile gestire un sito (Unesco) cosi importante, addirittura distante centinaia di Km da Napoli. 

 Con il forte impegno dei colleghi  del coordinamento nazionale della CISL FP Beni Culturali, finalmente si è raggiunto l’obiettivo. L’autonomia di Velia con l’accorpamento al Parco Archeologico di Paestum  – conclude Michele Faiella, dirigente delle Funzioni Centrali della CISL FP di Salerno – viene salutata con enorme soddisfazione ed è il coronamento finale di un impegno collettivo, a tutti i livelli, del sindacato cislino.

© Diritti Riservati

Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Continua incessante il monitoraggio  di tutto  il litorale alla ricerca di tracce e nidi, di tartarughe. L’obiettivo principale di conservare e proteggere la tartaruga marina Caretta Caretta dalle minacce
Venerdì 21 giugno 2024, alle ore 17:00, presso la Sala Torre – Palazzo Sant’Agostino della Provincia di Salerno, si terrà al conferenza stampa della Seconda Edizione del Premio Internazionale “Cilento In Opera Festival”
Da venerdì 14 giugno tornano le serate estive al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa con la riapertura delle “Terrazze Pietrarsa”.

Articoli correlati

Dallo stesso Autore