Home Notizie Locali Nel cortile di Palazzo Coppola va di scena un “viaggio nella Napoli antica”
Notizie Locali - 5 Agosto 2019

Nel cortile di Palazzo Coppola va di scena un “viaggio nella Napoli antica”

Il cortile del settecentesco Palazzo Coppola, a Valle/Sessa Cilento, fa da cornice alla sesta serata del Festival-Segreti d’Autore, intervento co-finanziato dal POC CAMPANIA 2014 – 2020, che si svolge il 6 agosto.

Ore 21,00 “Il tempo che non vola” –  di Massimo Perrino giornalista, incontro con l’autore e con Roberta Beolchi, Presidente dell’associazione Edela – Letture a cura di Franca Abategiovanni Antonella Ippolito e Marina Sorrenti;

Ore 21,30 “Le donne, i cavalier, l’arme, gli amori e … 25 59 e 70 …” spettacolo – di e con Ciro Pellegrino e con Ciro Scherma, Paola Maddalena, Carlo Liccardo e Diego Consiglio.

In apertura, “Il tempo che non vola”, incontro con l’autore Massimo Perrino , giornalista partenopeo con un passato in politica e grande esperto di teatro. La raccolta di poesie in napoletano che porta la sua firma tratta i temi più disparati: dall’amore per la donna, agli affetti di famiglia, all’ambiente, alle situazioni di vita più classiche. Le letture dei brani sono a cura di Franca Abategiovanni, Antonella Ippolito e Marina Sorrenti.

A seguire  “Le donne, i cavalier, l’arme, gli amori e … 25 59 e 70 …”, spettacolo teatrale ideato, realizzato e interpretato da Ciro Pellegrino, con la partecipazione di Ciro Scherma, Paola Maddalena, Carlo Liccardo e Diego Consiglio. Un viaggio nella Napoli antica attraverso la Storia, i Miti e le Leggende: Eleonora Pimentel De Fonseca, Masaniello, il mago Virgilio, il miracolo di S. Gennaro, la Peste, il Principe di S. Severo, il Vesuvio in Eruzione e i numeri per interpretare i sogni e vincere al lotto.

Il Festival Segreti d’Autore sostiene il progetto Una vita fra le tue dita, promosso dalla Fondazione Rachelina Ambrosini, impegnata dal 1973 in questioni sociali per combattere la fame nel mondo e garantire alle popolazioni del sud condizioni di vita dignitose.  Un video proiettato durante le serate del Festival mostra come la vita di un neonato prematuro possa essere salvata dalla donazione di un semplice cappellino di lana.

Degustazioni cilentane al Dopofestival, è la sezione che accompagna ogni evento con la degustazione di prodotti locali provenienti da aziende a chilometro zero. L’ingresso agli spettacoli e ai percorsi naturalistici è gratuito.  Per il programma completo, clicca QUI .

Potrebbe Interessarti 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami

Check Also

Il teatro amatoriale Cilentano, regala “Un sorriso per Chicco”

Continua la “maratona” dei Cilentani per dare forza e coraggio a Chicco ed alla sua mamma.…