4.5 C
Sessa Cilento
sabato 16 Gennaio 2021
Pubblicità

Rosanna Salati una cilentana al Premio Mia Martini con un brano sulla violenza di genere

News

Resort a “luci rosse” nel Cilento, la Fenait: “Non è naturismo”

Se ne è scritto nei giorni scorsi, tanto che la notizia è rimbalzata a livello nazionale, cosa gradita fintanto...

Criticità personale – Dea Vallo della Lucania ed Agropoli. La denuncia della CISL FP

"Le precarie condizioni di lavoro in cui versano i reparti Covid del Dea Vallo della Lucania / Agropoli impongono...

La diga sul fiume Alento raggiunge la quota massima di livello

Il 6 gennaio 2021, a seguito delle cospicue precipitazioni delle ultime settimane, la diga di Piano della Rocca sul...
Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

Originaria di Gioi Cilento, la cantautrice Rosanna Salati è attualmente in gara al Premio Mia Martini con il brano “Blues del giorno dopo”.

«Ho deciso di partecipare a questo premio perché in questo contesto competitivo si dà risalto alla voce in quanto strumento interpretativo raffinato, vista la carriera di Mia Martini, ma viene dedicato molto ascolto anche ai brani inediti che bisogna presentare dopo aver passato la seconda selezione.

Diciamo che ho deciso di partecipare soprattutto per la seconda affermazione». “Blues del giorno dopo” è composto e interpretato da Rosanna Salati ed è prodotto da Francesco Bianco, masterizzato da Dario Giuffrida e edito da Aventino Music. È il secondo singolo estratto dal primo EP da solista della cantante, che uscirà nel 2021.

«Il brano che ho portato si intitola “Blues del giorno dopo” e parla della parte di sé che si è perduta diventando adulti. Il ritornello recita le parole “Come back home”, ma quest’ultima frase non è riferita alla mancanza della persona amata, bensì a quella parte di sé stessi, ingenua, fanciulla, pura, che si perde nel corso delle esperienze di vita».

«Il brano, in maniera latente, parla della violenza di genere, dell’abuso anche psicologico che si fa verso le categorie deboli. Non mi riferisco solo alle donne: parlo di quel potere, quella volontà di assoggettare, che spesso fa più danni di una violenza contro il corpo»
Si può votare esprimendo anche più preferenze fino al 28 novembre al seguente link: https://www.premiomiamartini.it/rosanna-salati/

© Riproduzione Riservata

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
- Advertisement -

Ultimi Articoli

De Luca: “puntiamo su Campania prima Regione covid free” e conferma zona gialla

Nel suo consueto appuntamento settimanale con la diretta Facebook, oggi purtroppo andata in onda con notevoli difficoltà di collegamento...

Articoli correlati

- Advertisement -