Storie belle al tempo del coronavirus. La laurea di Manuela Papa

0
48

Ma, anche da casa, il virus non può fermarci e non lo farà . Il Coronavirus non ferma la cultura, non ferma il conseguimento dei propri obiettivi per chi si è impegnato ed è arrivato a traguardi importanti, non ferma la meritata soddisfazione. Eppure non è stata una laurea come tutte le altre quella di Manuela Papa e di tanti altri ragazzi che in quest’ultima settimana hanno coronato il loro percorso di studio universitario.

A causa del Coronavirus, infatti, le sedute di laurea si sono svolte telematicamente in video conferenza. Tutti collegati in rete da casa, presenti solo i genitori  che hanno immortalato il momento seduti al suo fianco.

Manuela, figlia di due carissimi amici, Carmen Botti , mia amica d’infanzia di Sessa Cilento e Gennaro Papa originario di Stella Cilento , ha conseguito la laurea magistrale il 27 marzo in Ingegneria Meccanica con 110  e lode, presso l’Università La Sapienza di Roma, discutendo la tesi dalla sua casa romana tramite la piattaforma per videoconferenze di Microsoft.

La sua tesi di ricerca ‘Optimization of topological characteristic of an axial turbine rotor through machine learning”è stata sviluppata presso il centro ricerche “Von Karman Institute” di Bruxelles.

Ero nel gruppo degli 11 laureandi del pomeriggio,  a me è toccato presentare il mio studio alle ore 16:30” racconta la giovane neo-dottoressa in ingegneria Manuela, che aggiunge: “Per me Ingegneria Meccanica è stato un percorso difficile e faticoso ma portato avanti con entusiasmo e caparbietà. Ho sognato questo giorno insieme alla mia famiglia, al mio ragazzo ed agli amici più cari.”

Ma quando ho poi saputo che mi sarei dovuta laureare così, online, mi è salita un po’ di tristezza, sconforto, quasi delusione. In compenso però ho potuto festeggiare anche con Argo, il mio adorato border collie, che gironzolava tra i miei piedi mentre discutevo la tesi. Devo ammettere che, quando ho sentito il mio nome proclamato dalla Commissione, mi sono commossa come se non fossi nella mia stanza, ma nell’”Aula del Chiostro” dell’Università in San Pietro in Vincoli. È stata dopotutto una giornata molto emozionante”.

Questa laurea, oltre ad aver coronato il sogno di Manuela, ha anche portato gioia e orgoglio ai suoi genitori che hanno dichiarato: “Siamo stati felicissimi per la laurea di nostra figlia- commentano Carmen e Gennaro –  anche se non si è trattato di una laurea tradizionale.”

Nonostante tutto, siamo riusciti ad avere a casa la corona di alloro e un dolce con cui festeggiare noi quattro, anzi cinque, considerato Argo; vederla così emozionata ci ha reso felici. Speriamo che per nostra figlia, come per tutti i giovani che si laureano in questi giorni,ci sia un futuro migliore ricco di gioie e soddisfazioni”

Un momento sicuramente da raccontare un giorno perché è stata un’esperienza indubbiamente diversa dal solito e che comunque non ha impedito un minimo di festa per “immortalare” uno dei primi passi verso il mondo del lavoro. Il virus non è riuscito a fermare le lauree dei nostri ragazzi.

Grazie a Carmen Botti per la trascrizione dell’intervista.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments