Home Notizie Locali Il calendario di Dicembre delle iniziative culturali della soprintendenza di Salerno e Avellino
Notizie Locali - 28 Novembre 2019

Il calendario di Dicembre delle iniziative culturali della soprintendenza di Salerno e Avellino

Beni culturali, presentato a palazzo “Ruggi” il calendario di dicembre delle iniziative culturali della soprintendenza di Salerno e Avellino. Mostre, convegni, video, cinema, restauri, musica, teatro e fotografia, con la collaborazione di enti e associazioni del territorio

Presentato a Palazzo Ruggi, a Salerno,  il calendario delle iniziative culturali che la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, diretta da Francesca Casule, terra’ durante il mese di dicembre sul territorio con la collaborazione di Enti e Associazioni. All’incontro, coordinato da Michele Faiella, Funzionario responsabile dell’Ufficio Stampa della Soprintendenza, sono intervenuti: Rosa Maria Vitola, Silvia Pacifico, Rosa Carafa, Funzionari Soprintendenza; Lucio Afeltra e Chiara Citarella, Funzionari della Provincia di Salerno; Giovanni Carleo, Presidente Fondazione Sinapsi; Diego Guarino, Architetto; Maria Rosa Pagnani, Presidente FIDAPA di Salerno.

SALERNO, Fondazione “Menna”,  Lungomare Trieste 13 –

2 DICEMBRE ORE 17.00  / Convegno ART BONUS Le Monete di Elea/Velia

La FIDAPA BPW ITALY sez. di Salerno, in collaborazione con l’Associazione Lucana G. Fortunato di Salerno, la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, il Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università degli Studi di Salerno, organizza un Convegno per la presentazione del progetto Le Monete di Elea/Velia selezionato per il concorso Art Bonus 2019. Il progetto, nato da una stretta collaborazione tra la Soprintendenza ABAP di Salerno  e Avellino e il DISPAC dell’Università di Salerno, costituisce un’assoluta novità, in quanto per la prima volta il mecenatismo privato (la Fondazione Nazionale delle Comunicazioni-FNC, Roma) è intervenuto per restaurare, e in tal modo valorizzare migliaia di monete in preoccupante stato di conservazione, la cui perdita avrebbe cancellato pagine di storia sociale ed economica di una delle più importanti città della Magna Grecia. Sostieni  la candidatura del progetto Art Bonus  Le monete di Elea/Velia.

 

SALERNO, Palazzo “Genovese”, Via Pandolfina Fasanella (centro storico)

3/5 DICEMBRE / MOSTRA D’ARTE “Oltre le mani”.  Orario: 10.30 /13.00 – 16.30 /19.00

La Fondazione Sinapsi, con il Comune di Salerno e la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le provincie di Salerno e Avellino, organizza la mostra d’arte Oltre le mani. Nella mostra saranno esposti i manufatti dei ragazzi ipovedenti, non vedenti e con disabilità complessa, creati nel laboratorio di psicologia della percezione guidato dai maestri Pietro Lista e Giovanni De Caro

SALERNO,  Aula Magna Liceo Artistico Sabatini – Menna, Via Guerino Grimaldi 7

11 DICEMBRE 2019 ORE 11.00 – Presentazione del progetto “Le Monete di Elea/Velia”

L’incontro è promosso dalla SABAP di SA e AV e dal DISPAC dell’Università di Salerno in collaborazione  con il Liceo Artistico Sabatini Menna di Salerno.

SALERNO, Pinacoteca Provinciale, Via Mercanti.

II° decade DICEMBRE – GENNAIO 2020 / Mostra fotografica “Capri Revolution, dall’Isola azzurra al Parco del Cilento” del fotografo Mario Spada

La Mostra è organizzata dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, in collaborazione con la Provincia di Salerno, la Galleria d’Arte Contemporanea NEA s.n.c. di Napoli e lo Sportello Amico Trapianti dell’ASL di Salerno, con il Patrocinio della Direzione Generale del Cinema del MIBACT, del Comune di Salerno, dell’Ente Parco Cilento Vallo di Diano e Alburni e con l’Alto Matronato del Museo Madre – Museo d’arte contemporanea Donnaregina di Napoli, a partire dalla seconda decade del mese di dicembre 2019 e fino a tutto gennaio 2020, presso la Pinacoteca Provinciale di Salerno. L’evento, che prevede l’esposizione di fotografie scattate sul set cinematografico di “Capri revolution” di Mario Martone, film che ha ricevuto svariati e notevoli riconoscimenti cinematografici, metterà in risalto le vedute e i paesaggi, ma anche ritratti di persone, spesso autoctoni,  sia  di Capri che del suggestivo Cilento e i prodotti gastronomici cilentani, fondamento della dieta mediterranea, riconosciuta dall’UNESCO Patrimonio culturale ed immateriale dell’umanità. La manifestazione vedrà la realizzazione di un catalogo dedicato che sarà distribuito a livello nazionale e sarà abbinata alla promozione della cultura della donazione d’organo curata dallo Sportello Amico Trapianti dell’ASL di Salerno, afferente al più ampio programma operativo del Centro Regionale Trapianti, e alla manifestazione organizzata dal Comune di Salerno “Luci d’Artista”.

 

SALERNO, Cappella di Sant’Anna, Complesso Monumentale di San Pietro a Corte, Larghetto San Pietro a Corte (centro storico)

17 DICEMBRE – ORE 18.00  “Concerto per il Dono”

Il Concerto, che prevede l’esibizione della pianista Jole Barbarici, è organizzato dall’Ufficio Promozione della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino e dallo Sportello Amico Trapianti dell’ASL di Salerno allo scopo di promuovere le attività connesse alle donazioni di organi e alla valorizzazione di un importante sito del patrimonio culturale della Soprintendenza. L’artista, nata a Bologna nel 1999, già all’età di undici anni si è qualificata al Piano Talent Internazionale della Fondazione “Verdi” di Milano. Nel 2011 la Provincia di Salerno le ha assegnato la Medaglia per la Cultura e ha vinto il Premio al concorso Internazionale “Carlo Agresti”, Salerno. Nel 2014 diventa membro dell’Associazione Mozart Italia, a 18 anni si laurea in Pianoforte Principale presso il conservatorio Cimarosa . Consegue successivamente il Master di Perfezionamento e Alto perfezionamento al Conservatorio di Milano.  Pianista Jole Barbarini Programma: W. A. Mozart, Fantasia KV 475; R. Schumann, Variazioni Abegg op. 1; F. Chopin, Notturno op. 72 n.1; F. Chopin, Ballata op. 47: F. Chopin – F. Liszt, da Sei canti polacchi “Zyczenie”;F. Liszt, Rapsodia ungherese n.11

SALERNO, Cappella di Sant’Anna, Complesso Monumentale di San Pietro a Corte, Larghetto San Pietro a Corte (centro storico)

20 dicembre 2019 – ore 18,00 Suoni e colori del Mediterraneo

Il Concerto, che prevede l’esibizione musicale che evoca suoni e colori mediterranei e la proiezione di un cortometraggio realizzato dagli studenti del Centro Provinciale Istruzione per gli Adulti di Salerno, nell’ambito del Progetto Cinema per la Scuola,  è organizzato dall’Ufficio Promozione della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino e dallo Sportello Amico Trapianti dell’ASL di Salerno allo scopo di promuovere le attività connesse alle donazioni di organi e alla valorizzazione di un importante sito del patrimonio culturale della Soprintendenza.

SALERNO, DUOMO – SALA SAN TOMMASO

20 DICEMBRE DALLE ORE 10.00 ALLE 13.00  V Edizione ARTINSIEME / Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità

La V Edizione di Artinsieme è organizzata, in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, dalla Soprintendenza ABAP di SA e AV e dalla Fondazione Sinapsi di Cava de’ Tirreni, in collaborazione con  il Centro Socio Educativo Guido Scocozza di Salerno della Rete Solidale Campania e con  la Cooperativa Sociale CAPOVOLTI di Montecorvino Pugliano (SA), presso la sala San Tommaso del Duomo di Salerno. Ore 10,00 – Saluti istituzionali

GUIDE PER UN GIORNO, a cura della Cooperativa Sociale Capovolti. Nell’ambito delle attività di accompagnamento e inserimento occupazionale e lavorativo dei beneficiari, la Cooperativa Sociale Capovolti, presenta l’iniziativa “Guide per un giorno”, un intervento didattico-formativo rivolto a persone con fragilità mentale. In occasione della Giornata Internazionale delle disabilità, infatti, gli utenti della Casa Alloggio “Casa Nadia” e del Centro Sociale Polifunzionale “Capovolti” saranno impegnati in una attività di accompagnamento e guida all’interno del Duomo di Salerno, attraverso la suddivisione in sette tappe principali, in cui si ripercorrerà la storia del monumento, simbolo della storia della città di Salerno. Le tappe di approfondimento saranno: il quadriportico e il campanile, la porta di bronzo, i mosaici e i pulpito, l’abside, la cripta.  Durante le settimane che precedono l’evento gli utenti verranno accompagnati e sostenuti in un percorso di conoscenza e approfondimento che li porterà successivamente a guidare i visitatori durante la giornata. Sarà realizzata una presentazione del luogo quale momento introduttivo della giornata. Saranno coinvolti 14 ospiti dei servizi attivati dalla Cooperativa Sociale Capovolti.  A cura di Federica Di Martino, Psicologa e Psicoterapeuta, Coordinatrice Casa Alloggio Casa Nadia Matteo Aversa, Animatore Sociale Casa Nadia Fedele Di Nunno, laureando in Impresa dei Beni Culturali;

OLTRE LE MANI – Mostra d’Arte: si prega di toccare – a cura della Fondazione Sinapsi La Fondazione Sinapsi presenta una esposizione d’arte Oltre le mani. L’evento prevede l’esposizione di manufatti realizzati dai ragazzi ipovedenti, non vedenti e con disabilità complessa, creati nel laboratorio di psicologia della percezione guidato dai maestri Pietro Lista e Giovanni De Caro;

ORE  12.00 / IL SOGNO DI NATALE – Recita e canti natalizi a cura del Centro G. Scocozza  Con la regia di Antonello De Rosa Per il terzo anno consecutivo, in occasione della manifestazione Artinsieme, il Centro “G. Scocozza” porta “in dono” una performance  corale e teatrale, Il sogno di Natale, con la regia di Antonello De Rosa, assistito dalla volontaria Gerry Bove.

ARTE E ZAMPOGNA / DI RICAMBIO LA SOPRINTENDENZA offre loro la testimonianza e le opere dell’artista Anna Avossa e il suono delle zampogna a cura dell’Associazione “D’Altrocanto” con Antonio Giordano e Carmine Falanga. Da sempre impegnata come disegnatrice per la Soprintendenza Archeologica di Salerno, Anna Avossa è un’artista salernitana, abile pittrice e scultrice, che fin da bambina ha sempre dimostrato grandi doti artistiche. Attualmente la sua produzione artistica continua a procedere senza sosta e non sembra mai terminare data la continua necessità di quest’artista di confrontarsi con il colore e con le sue tele,  senza mai fermarsi. Ha partecipato a molte mostre collettive a Salerno ed in diverse città italiane, ma anche in Francia e alla collettiva “Italian Soul” ad Abu Dabi, negli Emirati Arabi.

PADULA (SA), Certosa di San Lorenzo.

3 DICEMBRE ORE 11.00 / Design e Accessibilità Scala claustralium

La Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino ed il Polo Museale della Campania, in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, presentano l’opera vincitrice del Concorso  Design e Accessibilità Scala claustralium finanziato con il Piano per l’arte contemporanea annualità 2014. I partecipanti al concorso sono stati impegnati nella realizzazioni  in un’opera di architettura/design per il superamento di sbalzi di quota  all’interno del complesso di cappelle adiacenti la chiesa della Certosa di San Lorenzo. Il titolo dell’opera, Scala claustralium, rimanda alla riflessione di Guigo II, Padre generale dell’Ordine certosino che, nella sua Lettera sulla vita contemplativa, parlava di una scala formata in realtà da pochi gradini ma tuttavia di immensa e incredibile altezza, la cui parte inferiore è poggiata a terra, mentre la superiore penetra le nubi e scruta i segreti dei cieli e sosteneva che passando attraverso i suoi gradi – lectio, meditatio, oratio, contemplatio – il monaco raggiungeva la beatitudine. L’iniziativa trae origine dal progetto La Biennale della Certosa, finanziato con il Piano dell’arte contemporanea – annualità 2013,  che ha avuto l’intento di convogliare architettura, arte, design, artigianato, ambiente e formazione con lo scopo di promuovere la Certosa, grande attrattore turistico culturale, ed il Vallo di Diano. Il piano relativo all’annualità 2014, invece, si è concentrato maggiormente sulla disabilità ed ha previsto, per favorire la visita del monumento e garantire una fruibilità integrata, la realizzazione di brochure in lingua braille che descrivono i luoghi della Certosa di San Lorenzo ed una mappa tattile che illustra la chiesa e l’area adiacente.

AMALFI (SA), Chiostro del Duomo.

1/30 DICEMBRE / Tracce di sepolture medievali al Chiostro del Duomo di Amalfi

Iniziate le indagini archeologiche (18 novembre 2019) a cura della Soprintendenza con il DiSPAC dell’Università di Salerno. Nel corso di  recentissimi lavori di restauro all’interno del Chiostro del Paradiso (XIII sec.) del Duomo,  promossi dal Museo Diocesano di Amalfi  e sotto l’Alta Sorveglianza della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, per effettuare il necessario rifacimento della pavimentazione, sono state rinvenute le originarie tracce delle sepolture medievali. L’esame diretto dei rinvenimenti motivava l’indifferibile esigenza di effettuare indagini archeologiche con lo scopo di documentare e tutelare quanto emerso con l’elaborazione di un progetto di scavo e di valorizzazione. Per lo scopo la Soprintendenza ha coinvolto il DiSPAC dell’Università di Salerno che, con la supervisione della Soprintendenza ABAP di SA e AV, cura la direzione scientifica dello scavo.

SARNO (SA) Villa Lanzara del Balzo.

1/15 DICEMBRE / Mostra fototografica – “Attraverso le Immagini 1999/2019 / Vent’anni per il recupero e la conservazione del patrimonio fotografico campano”

La Soprintendenza, in qualità di componente della Rete Campana delle fototeche, raccolte e archivi fotografici, aderisce alla mostra organizzata dall’Associazione Culturale IL DIDRAMMO, con l’esposizione di quattro pannelli fotografici, ciascuno con sei immagini, del proprio patrimonio archivistico-fotografico. L’installazione resterà aperta a Sarno fino al 15 dicembre 2019 con i seguenti orari: da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 14.00; il giovedì  9.00 /1400  e  16.00/19.00. Ingresso gratuito.

VALLO DELLA LUCANIA (SA), Aula Consiliare del Palazzo della Cultura

19 DICEMBRE, ore 11,00 – Presentazione del progetto “Le Monete di Elea/Velia” selezionato per il concorso Art Bonus 2019.

La presentazione del progetto, a cura del Centro Contemporaneo delle Arti – CecArt, in collaborazione con la SABAP di SA e AV e con il DISPAC dell’Università di Salerno, con il patrocinio del Comune di Vallo della Lucania, e in collaborazione con diversi istituti di istruzione primaria e secondaria.Sostieni  la candidatura del progetto Art Bonus  Le monete di Elea/Velia con il tuo voto fino alle ore 12,00 del 7 gennaio 2020

https://www.concorsoartbonus.it/edizione2019/progetti/le-monete-di-elea-velia-salerno/

Il progetto, nato da una stretta collaborazione tra la Soprintendenza ABAP di Salerno  e Avellino e il Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università di Salerno, costituisce un’assoluta novità, in quanto per la prima volta il mecenatismo privato (la Fondazione Nazionale delle Comunicazioni-FNC, Roma) è intervenuto per restaurare, e in tal modo valorizzare migliaia di monete in preoccupante stato di conservazione, la cui perdita avrebbe cancellato pagine di storia sociale ed economica di una delle più importanti città della Magna Grecia.

1 DICEMBRE 2019  Domenica al museo, l’iniziativa introdotta nel luglio del 2014 dal Ministro per i beni e le Attività Culturali e per il Turismo Dario Franceschini, che prevede l’ingresso gratuito in tutti i musei e nei parchi archeologici statali ogni prima domenica del mese.

Aderiscono i musei e i siti archeologici gestiti dalla Soprintendenza di Salerno e Avellino con i consueti orari di apertura.

*Salerno, Complesso Monumentale di San Pietro a Corte, Ipogeo e Cappella Sant’Anna (9.30/18.30);

*Minori (Sa), Villa Romana (9.00/13.00);

Buccino (Sa), Museo Archeologico (9.00/13.00 – 15.00/19.00);

*Sala Consilina (Sa), Museo Archeologico (9.00/13.00);

*Mirabella Eclano (Av), Parco Archeologico (9.00/13.00);

*Atripalda (Av), Parco Archeologico (9.30/15.00).

*Luogo gratuito tutto l’anno

AVELLINO, Carcere Borbonico, Via Dalmazia 22.

2/30 DICEMBRE

Il Complesso Monumentale Carcere Borbonico è un luogo suggestivo che da solo merita una visita. La cinta muraria nasconde uno dei primi esempi di struttura carceraria di ispirazione illuminista. La costruzione iniziò nel 1827, nel 1837 fu ultimato l’edificio centrale, nel 1839 venne montato il ponte levatoio che permetteva l’attraversamento del fossato, negli anni ’40, infine, fu iniziata la costruzione dei restanti padiglioni posteriori, connessi a formare il caratteristico emiciclo. Il complesso, su pianta esagonale, è costituito da cinque bracci distribuiti a raggiera, destinati alla detenzione carceraria; dalla palazzina principale, sede degli uffici del direttore; dalla tholos, corpo centrale di forma circolare utilizzata come cappella e come punto di collegamento tra tutti i padiglioni; dal cortile. La struttura rimase funzionante fino al 1987, malgrado i danni strutturali causati dal sisma; scampata al pericolo dell’abbattimento è stata oggetto di un recupero globale, nel pieno rispetto dei criteri sanciti dalle carte del restauro. Dal punto di vista patrimoniale, l’Amministrazione Provinciale di Avellino è proprietaria dei tre padiglioni a nord (ex bracci per la detenzione maschile) e degli spazi annessi; mentre gli altri due padiglioni, l’ex palazzina di comando, la tholos e il giardino sono di proprietà del Demanio dello Stato che li ha assegnati al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. La Soprintendenza di Salerno e Avellino ha in gestione la tholos, le sale espositive e le aree giardinate e in attuazione della legge Ronchey ne cura la concessione; in base all’art. 102 del Titolo II che si occupa della fruizione dei luoghi della cultura, consapevole delle potenzialità del monumento, ne ha aperto le porte alla città in occasione di importanti eventi promossi da Enti pubblici, e da privati.

Commenta

Potrebbe Interessarti 

Check Also

Comicittà: Sapri, capitale Italiana della risata

Nasce Comicittà e Sapri ne è la protagonista; l’organizzazione romana della rassegna nazio…