5.8 C
Sessa Cilento
mercoledì, 21 Febbraio 2024
Prima PaginaNotizie LocaliAncora un incontro per dire "No" al sito di compostaggio di Castelnuovo...

Ancora un incontro per dire “No” al sito di compostaggio di Castelnuovo Cilento

Il dibattito che si terrà presso il “Ruggiero Park Hotel” di Vallo della Lucania vedrà,  il contributo fattivo del periodico “Quaderni del Sud – Quaderni Calabresi” e verterà sul tema: “Democrazia e Governo dei territori – Informazioni sullo stato dell’iter progettuale del Mega impianto di compostaggio”.

I fatti: un maxi impianto di compostaggio da realizzare in località Foresta alla frazione di Vallo Scalo, al confine con il Comune di Salento, in un’area a due passi dal Parco nazionale del Cilento e a meno di un chilometro dai centri abitati di tre paesi. A questo si oppone il Comitato cittadino Castelnuovo Cilento che in una nota di qualche mese fa argomentava: “Il Comune di Castelnuovo Cilento, unico in tutto il Cilento, ha dato la propria disponibilità alla realizzazione di un impianto da 30mila tonnellate di organico l’anno. Decisione che il Comune ha deliberato in data 18 agosto 2017. Il progetto è stato dunque ammesso a finanziamento da parte della Regione Campania per 30mila tonnellate e la stessa Regione ha già erogato 1.100.000 euro(ovvero il 10% del costo totale dell’opera), incassati dal Comune di Castelnuovo Cilento”.

Durante un precedente incontro pubblico che si è tenuto il 23 marzo nella biblioteca comunale di Velina, “il sindaco di Castelnuovo Cilento, Eros Lamaida, aveva invece parlato di una capacità dell’impianto pari a 16mila tonnellate di rifiuti organici- spiega il Comitato-, mentre il vicepresidente della giunta della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, ha detto che l’impianto sarà utilizzato per una capacità massima di 70mila tonnellate. Errori di espressione a parte, i conti sembrano non tornare.

Ad oggi, la progettazione definitiva ed esecutiva è stata presto appaltata perché entro dicembre 2019 i lavori di realizzazione dovranno cominciare, previo -come viene assicurato ai cittadini- Valutazione di impatto ambientale (Via)”. L’impianto di compostaggio è troppo grande, denuncia il Comitato numeri alla mano. “Nonostante il sindaco Lamaida dica che il sito di compostaggio tratterà soltanto l’organico dei comuni cilentani, è necessario sottolineare che Castelnuovo Cilento produce circa 300 tonnellate di umido all’anno, l’impianto è stato dimensionato (come da progetto ammesso al finanziamento) per 30mila tonnellate l’anno”.

Pertanto, conclude la nota, “come Comitato cittadino Castelnuovo Cilento siamo contrari alla realizzazione dell’impianto a due passi dal Parco nazionale del Cilento, soprattutto per le dimensioni della struttura che a regime dovrà ospitare rifiuti in numero 100 volte superiore a quanti Castelnuovo Cilento ne produce. E crediamo che debba essere tutelata la vocazione agricola e turistica della zona: il business dei rifiuti va nella direzione opposta”.

© Diritti Riservati

Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli

Abbiamo trascorso un altro weekend dal tempo prevalentemente stabile e soleggiato su gran parte d’Italia, a causa della persistenza di un solido campo di alta pressione che domina sull’area del Mediterraneo.
Centinaia tra sindaci e amministratori della Campania in piazza per dire no all’autonomia differenziata, “una legge truffa che distrugge l’unità d’Italia”
L'associazione dei consumatori ha inviato una istanza-diffida chiedendo chiarimenti, per quanto di competenza, alla Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino, all’ Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale,.....

Articoli correlati

L'associazione dei consumatori ha inviato una istanza-diffida chiedendo chiarimenti, per quanto di competenza, alla Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino, all’ Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale,.....
Il disegno di legge sull’autonomia differenziata il 23 gennaio scorso è stato approvato dall’aula del Senato, adesso è passato all’esame della Camera.
E’ scomparso Stefano Sgueglia l’imprenditore che con la sua famiglia ha restaurato il Castello di Limatola (Benevento) e il Castello di Rocca Cilento

Dallo stesso Autore

E’ scomparso Stefano Sgueglia l’imprenditore che con la sua famiglia ha restaurato il Castello di Limatola (Benevento) e il Castello di Rocca Cilento
A partire da martedì 13 febbraio 6 nuove corse collegheranno le stazioni di Nocera Inferiore e Salerno, potenziando così l’offerta del trasporto regionale sulla linea storica Salerno – Napoli.
Da Venezia a Termini Imerese, passando per Perugia e Putignano. Le principali mete del Carnevale 2024 sono più vicine con i treni e i bus del Polo Passeggeri del Gruppo FS. Trenitalia, Ferrovie del Sud-Est e Busitalia, infatti, hanno incrementato collegamenti e frequenza nei giorni clou dei festeggiamenti per sostenere una mobilità sempre più completa, efficiente e sostenibile.