Home Notizie Locali A Palazzo Cagnano la nona tappa di Segreti d’Autore
Notizie Locali - 8 Agosto 2019

A Palazzo Cagnano la nona tappa di Segreti d’Autore

Segreti d’Autore – Festival dell’Ambiente, delle Scienze, delle Arti e della Legalità prosegue il 9 agosto a Laureana Cilento, nel suggestivo cortile di Palazzo Cagnano.

Ore 21,00 “Piante spontanee nella tradizione erboristica mediterranea” – di Dionisia De Santis incontro con l’autrice e botanica

Ore 21,30 “Ulisse Mentitore: gli apologhi di Alcinoo” – spettacolo di e con Enzo Marangelo e con Claudia Mignone astrofisica e Angelo Meriani filologo classico

La serata si apre con Le Piante Spontanee nell’Arte Erboristica Mediterranea di Dionisia De Santis, incontro con l’esperta in botanica, erboristeria e fitoterapia, che presenta un manuale agevole e di facile consultazione nel quale sono state presentate, attraverso delle schede tecniche, settanta Erbe Spontanee, tra le più diffuse, facili da riconoscere e utilizzate nella Tradizione Erboristica Mediterranea. Il volume raccoglie circa trecento ricette di tisane, infusi, decotti, impacchi e tante altre preparazioni utili per la salute e la bellezza.

Il Festival ideato da Ruggero Cappuccio e diretto da Nadia Baldi prosegue la serata con Ulisse Mentitore: gli apologhi di Alcinoo, spettacolo di e con Enzo Marangelo in cui s’indaga il viaggio del personaggio omerico: realtà o finzione? Il racconto dell’epopea prende corpo attraverso il fascino della voce e della lettura dei cosiddetti ‘apologhi di Alcinoo’, facendo leva sulla capacità della parola di ‘far vedere’ attraverso l’udito. Lo spettacolo prevede un dialogo tra Angelo Meriani, filologo classico, e Claudia Mignone, un astrofisico e science writer dell’Esa in Olanda, che presentano, ciascuno dalla propria prospettiva, due possibili narrazioni del viaggio di Ulisse: da una parte le menzogne dell’unico superstite a pericolose avventure, e dall’altra la storia dell’universo dal Big Bang ad oggi in parallelo allo scoppio della guerra di Troia.

Il Festival Segreti d’Autore sostiene il progetto Una vita fra le tue dita, promosso dalla Fondazione Rachelina Ambrosini, impegnata dal 1973 in questioni sociali per combattere la fame nel mondo e garantire alle popolazioni del sud condizioni di vita dignitose.  Un video proiettato durante le serate del Festival mostra come la vita di un neonato prematuro possa essere salvata dalla donazione di un semplice cappellino di lana.

Degustazioni cilentane al Dopofestival, è la sezione che accompagna ogni evento con la degustazione di prodotti locali provenienti da aziende a chilometro zero. L’ingresso agli spettacoli e ai percorsi naturalistici è gratuito. Per il programma completo clicca QUI

 

Potrebbe Interessarti 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami

Check Also

Il teatro amatoriale Cilentano, regala “Un sorriso per Chicco”

Continua la “maratona” dei Cilentani per dare forza e coraggio a Chicco ed alla sua mamma.…