3.4 C
Sessa Cilento
venerdì, 8 Dicembre 2023
Prima PaginaNotizie LocaliLa Regione Campania pronta a finanziare un impianto di compostaggio a Castelnuovo...

La Regione Campania pronta a finanziare un impianto di compostaggio a Castelnuovo Cilento

Un maxi impianto di compostaggio da realizzare in località Foresta alla frazione di Vallo Scalo, al confine con il Comune di Salento, in un’area a due passi dal Parco nazionale del Cilento e a meno di un chilometro dai centri abitati di tre paesi, questo quanto riporta il giornalista Francesco Maria Borrelli dell’Agenzia di stampa Nazionale “Dire” (dire.it).

A questo si oppone il Comitato cittadino Castelnuovo Cilento che in una nota argomenta: “Il Comune di Castelnuovo Cilento, unico in tutto il Cilento, ha dato la propria disponibilità alla realizzazione di un impianto da 30mila tonnellate di organico l’anno. Decisione che il Comune ha deliberato in data 18 agosto 2017. Il progetto è stato dunque ammesso a finanziamento da parte della Regione Campania per 30mila tonnellate e la stessa Regione ha già erogato 1.100.000 euro (ovvero il 10% del costo totale dell’opera), incassati dal Comune di Castelnuovo Cilento”.

[themoneytizer id=”28893-23″]

Durante un incontro pubblico che si è tenuto sabato 23 marzo nella biblioteca comunale di Velina, “il sindaco di Castelnuovo Cilento, Eros Lamaida, ha invece parlato di una capacità dell’impianto pari a 16mila tonnellate di rifiuti organici- spiega il Comitato-, mentre il vicepresidente della giunta della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, ha detto che l’impianto sarà utilizzato per una capacità massima di 70mila tonnellate. Errori di espressione a parte, i conti sembrano non tornare.

Ad oggi, la progettazione definitiva ed esecutiva è stata presto appaltata perchéentro dicembre 2019 i lavori di realizzazione dovranno cominciare, previo -come viene assicurato ai cittadini- Valutazione di impatto ambientale (Via)”. L’impianto di compostaggio è troppo grande, denuncia il Comitato numeri alla mano.


“Nonostante il sindaco Lamaida dica che il sito di compostaggio tratterà soltanto l’organico dei comuni cilentani, è necessario sottolineare che Castelnuovo Cilento produce circa 300 tonnellate di umido all’anno, l’impianto è stato dimensionato (come da progetto ammesso al finanziamento) per 30mila tonnellate l’anno”.

Pertanto, conclude la nota, “come Comitato cittadino Castelnuovo Cilento siamo contrari alla realizzazione dell’impianto a due passi dal Parco nazionale del Cilento, soprattutto per le dimensioni della struttura che a regime dovrà ospitare rifiuti in numero 100 volte superiore a quanti Castelnuovo Cilento ne produce. E crediamo che debba essere tutelata la vocazione agricola e turistica della zona: il business dei rifiuti va nella direzione opposta”.

Fonte:Dire.it

© Diritti Riservati

Redazione Notizie
Redazione Notizie
Cronaca e notizie. Aggiornamenti e news quotidiane dai principali paesi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano, Alburni e dall'intera provincia di Salerno. ... Notizie , Cronaca, Attualità, Territorio, Invia la tua segnalazione : redazione@cilentoreporter.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli

A causa di nuovi rialzi termici le precipitazioni assumeranno carattere di pioggia su quasi tutto il territorio centro-meridionale, con la quota neve in generale rialzo che qui si attesterà perlopiù tra i 1000 e i 1500 metri. Solo isolatamente riuscirà a spingersi leggermente più in basso.
La filiera della mozzarella di bufala campana Dop fa bene all’ambiente ed è sempre più green e sostenibile. Lo rivela un nuovo studio scientifico, realizzato dal professor Luigi Zicarelli e da Roberto De Vivo, Roberto Napolano e Fabio Zicarelli.
Nuovi collegamenti per le mete sciistiche e turistiche di montagna, più soluzioni di viaggio integrate con treno, bus e aereo e promozioni ad hoc per famiglie e giovani. 

Articoli correlati

Arriva a dicembre, nel menu della Pizzeria del Corso di Capaccio, l’ultima creazione del talentuoso pizzaiolo cilentano, un’esplosione natalizia di sapori come indica il nome.
Le vedute acquerellate delle antiche commende di Rodio e di San Mauro la Bruca, trovate in un cabreo (cioè in un registro patrimoniale) del 1626 custodito presso la National library di Malta
IntraCilento, la campagna di promozione del Cilento interno e della sua rete sentieristica, si prepara per un fine mese di importanti appuntamenti.

Dallo stesso Autore

Ieri, 24 Novembre, a Napoli, presso la Sala Giunta Regionale "De Sanctis" a Palazzo Santa Lucia - in un evento organizzato da UNICEF Italia, UNICEF Campania e Regione Campania -è stato presentato il Rapporto "Crescere nelle aree interne Le esperienze di vita di bambini, bambine e adolescenti nel contesto del Cilento interno" realizzato dall'UNICEF Innocenti
Accompagnate dalle proprie insegne, le varie confraternite del Cilento antico a San Mango di Sessa Cilento, riceveranno il saluto di S.E. Rev.ma Mons. Vincenzo Calvosa, vescovo della Diocesi di Vallo della Lucania.
Possibili ripercussioni, seppur lievi, su Frecce, Intercity e Regionali di Trenitalia, in occasione dello sciopero nazionale del personale del Gruppo FS Italiane, proclamato dalle Segreterie Nazionali delle Organizzazioni sindacali Filt-Cgil e Uiltrasporti